INNOVATION AND EXCELLENCE SINCE 1992
Home
  >  
Categorie
  >  
Antietà
  >  
AMPK Booster
AMPK Booster
AMPK Booster

L'enzima cellulare che promuove la longevità e riduce l'immagazzinamento dei grassi.

Quantitá : 90 Caps. veg. 42.00 €
(49.32 US$)
aggiungi al carrello

+certificato di analisi

Condividi la tua testimonianza
All'interno di ogni cellula, un enzima chiave del metabolismo, l'AMPK (proteina chinasi attivata dall'adenosina monofosfato) svolge un ruolo fondamentale nell'omeostasi energetica e agisce come commutatore e regolatore della durata della vita. L'AMPK viene espressa in vari tessuti (fegato, cervello, muscolo scheletrico), dove agisce come un « interruttore generale del metabolismo » regolando diversi sistemi intracellulari. Essa svolge un ruolo fondamentale nella longevità in buona salute.
Nel corso degli anni, l'attivazione dell'AMPK cellulare diminuisce, con un conseguente aumento di peso, poiché è questa che determina la composizione corporea in grasso e quindi predispone alle malattie legate al sovrappeso.

La maggior parte degli esseri umani delle società occidentali consumano attualmente un eccesso di calorie, compromettendo funzioni vitali come l'assorbimento del glucosio e dei grassi del sangue e causando l'accumulo di rifiuti cellulari e l'alterazione dei geni della longevità. Ciò si traduce in aumento di peso indesiderato, diabete, malattie degenerative e morte prematura. Sono poche le persone in grado di rispettare una restrizione calorica, ma gli scienziati hanno fortunatamente identificato questo enzima cellulare, l'AMPK, che, una volta attivato, imita gli effetti benefici osservati durante una dieta, tra cui la perdita di grasso corporeo in eccesso.

In studi preclinici, il miglioramento dell'attività dell'AMPK è stata associata a:
    • un aumento dal 20 al 30% della durata della vita;
    • una diminuzione della lipogenesi (deposito di grasso, e soprattutto di quello addominale, particolarmente pericoloso);
    • una stimolazione dell'ossidazione degli acidi grassi;
    • un aumento della sensibilità all'insulina;
    • una modulazione della secrezione di insulina da parte delle cellule beta del pancreas;
    • un miglior assorbimento cellulare di glucosio;
    • la riduzione del colesterolo e dei trigliceridi;
    • l'abolizione dell'infiammazione cronica;
    • una migliore attivazione dell'enzima SIRT1 (in modo analogo al resveratrolo) e del gene p53 (un gene soppressore dei tumori).
Stimolazione naturale dell'AMPK

Per contrastare l'invecchiamento risulta dunque essenziale ripristinare la produzione dell'AMPK. A tal proposito, esistono una serie di mezzi o di sostanze:
    • l'esercizio fisico, anche se i suoi benefici risultano essere più modesti negli anziani;
    • la restrizione calorica o l'assunzione di sostanze che producono gli stessi effetti, come il resveratrolo o l'ossalacetato;
    • l'AMPK Booster, risultato di recenti ricerche scientifiche, che comprende tre estratti di piante in grado di riattivare questo enzima cellulare:
- Il crespino (Berberis vulgaris), un alcaloide isochinolina, si è rivelato, attraverso la ricerca, una sostanza di prima scelta per attivare l’AMPK e agire così su più parametri:
    contribuisce al mantenimento dell'equilibrio energetico e alla regolazione dell'assunzione di cibo;
    regola l'assorbimento di zuccheri, riduce la glicemia e migliora la sensibilità delle cellule all'insulina, aumentando la produzione del trasportatore GLUT4;
    stimola il metabolismo degli acidi grassi nei mitocondri, consentendo la riduzione dei livelli di colesterolo LDL e dei trigliceridi.
    Pertanto, svolge un ruolo importante nella prevenzione delle malattie metaboliche come l'obesità e il diabete di tipo II.
    Paragonabile alla metformina, viene meglio tollerato nel sistema digestivo e non necessita di prescrizione medica.
    Studi recenti, che confermano l'attivazione dell'AMPK da parte del crispino, hanno dimostrato che esso promuove la multimerizzazione dell'adiponectina in multimeri HMW (ad alto peso molecolare). Questi ultimi sono metabolicamente più attivi e strettamente associati alla sensibilità delle cellule all'insulina. Sebbene il crispino inibisca l'espressione dell'adiponectina, l'attivazione dell'AMPK da parte del crispino promuove la multimerizzazione dell'adiponectina e quindi limita l'obesità e le complicazioni a essa collegate.
- La Gynostemma pentaphyllum (o Jiaogulan), standardizzato in gineposidi, ha ugualmente dimostrato la sua capacità di attivare l'AMPK. Questa pianta, tradizionalmente utilizzata in medicina asiatica, è talvolta definita erba dell'immortalità, poiché non solo aumenta la longevità, ma possiede molte altre proprietà come quella antiossidante, adattogena, anti-aterosclerotica, anti-ipertensiva.
Attivando l'AMPK, i ricercatori hanno scoperto che l'assunzione di questa pianta aumenta il consumo dei grassi e l'assorbimento cellulare del glucosio. Gli esperimenti condotti sulle colture cellulari hanno dimostrato che essa può raddoppiare la quantità di grassi consumati e aumentare di 1,7 volte l'assorbimento cellulare di glucosio.
In uno studio preclinico, i topi obesi che hanno ricevuto un'integrazione con Gynostemma pentaphyllum, hanno presentato un'impressionante diminuzione dei marcatori associati all'obesità e alle malattie a essa correlate. In otto settimane, gli scienziati hanno osservato:
    una riduzione dell'8,1% del peso corporeo;
    una riduzione del 10,3% del grasso profondo;
    una riduzione del 15,5% del grasso addominale;
    una riduzione del 18,8% del volume del fegato;
    una riduzione del 14,2% del colesterolo.
Analogamente, i ratti obesi che hanno ricevuto l'integrazione per soli quattro giorni, hanno mostrato, rispetto al gruppo di controllo, una riduzione dei livelli di trigliceridi (33%), colesterolo totale (13%), colesterolo LDL (33%) e glicemia postprandiale (20%).
In un altro studio, i ratti diabetici che hanno ricevuto un'integrazione di Gynostemma pentaphyllum per tre settimane, hanno mostrato un miglioramento della tolleranza al glucosio del 35% e una riduzione della produzione di glucosio e di glicogeno nel fegato.
Questi risultati evidenziano l'enorme impatto benefico dell'attivazione dell'AMPK nella diminuzione degli zuccheri e dei grassi circolanti.
Gli studi sugli umani condotti in laboratorio hanno confermato che la maggior parte dei ricercatori ha concluso che questa pianta stimola l'attività dell'AMPK e offre dei vantaggi riguardo alla longevità.
- La fisetina, un flavonoide estratto della pianta Buxus sinica, invia un segnale di attivazione (come l'Epitalon) alle cellule portatrici di geni della longevità, in modo analogo alla restrizione calorica, ma senza modificare l'assunzione di cibo. La fisetina, in alcuni studi, ha inoltre dimostrato la propria attività antitumorale e antiangiogenica. Come attivatore dell'AMPK, attraverso un processo di fosforilazione, essa inibisce il percorso di segnalazione Mtor e provoca l'apoptosi cellulare nel temibile melanoma umano.

Il ripristino dell'attività enzimatica da parte dell'AMPK permette non solo di ritrovare un aspetto giovane, ma anche di aiutare a gestire il peso in modo sicuro. Infatti, con l'attivazione dell'AMPK, le cellule si trovano in modalità « sopravvivenza » e non immagazzinano più nuovo grasso; al contrario, esse bruceranno in anticipo il nuovo grasso che si andrà a formare. Questo fenomeno è simile al processo di restrizione calorica.

L'AMPK Booster è dunque una formulazione innovativa che combina le migliori sostanze promuovendo l'attivazione o la riattivazione dell'AMPK cellulare e offrendo molteplici vantaggi:
    • negli animali, contribuisce a prolungare la vita del 20-30%;
    • riduce la glicemia aumentando la captazione di glucosio cellulare;
    • inibisce la sintesi di grassi in eccesso e aumenta la loro combustione;
    • riduce i livelli di trigliceridi nel sangue;
    • si oppone alla degenerazione del fegato;
    • aumenta il numero di nuovi mitocondri sani.
Dose giornaliera: 3 capsule
Numero di dosi per scatola: 30
Quantità per dose
Estratto di Gynostemma pentaphyllum standardizzato al 98% di gineposidi 550 mg
Estratto di Berberis vulgaris standardizzato al 97% di barberina 600 mg
Estratto di Buxus sinica standardizzato al 98% di fisetina 70 mg
Altri ingredienti: cellulosa microcristallina, stearato di magnesio, diossido di silicio.


Adulti. Assumere due capsule a pranzo e una capsula a cena.

Precauzioni: Non superare la dose giornaliera raccomandata. Questo prodotto è un supplemento nutrizionale che non deve sostituire un'alimentazione varia ed equilibrata. Non lasciare alla portata dei bambini. Conservare al riparo dalla luce, da fonti di calore e dall'umidità. Come con ogni supplemento nutrizionale, consultare un medico prima di assumerlo durante la gravidanza, l'allattamento o nel caso di problemi di salute.
La Società
chiamaci:
+352 264 _955 58
dalle 8:30 alle 17:30
close