INNOVATION AND EXCELLENCE SINCE 1992
Home
  >  
Categorie
  >  
Minerali
  >  
Potassium Bicarbonate 1350 mg
Potassium Bicarbonate 1350 mg
Potassium Bicarbonate 1350 mg

Per l'equilibrio acido-basico e la prevenzione cardiovascolare.

Quantitá : 120 caps. veg. 27.00 €
(31.88 US$)
aggiungi al carrello

+certificato di analisi

Condividi la tua testimonianza
Da diversi decenni i ricercatori lavorano su una pista che potrebbe spiegare lo sviluppo di determinate malattie "moderne" legate all'alimentazione: l'equilibrio acido-base. Per funzionare correttamente, il corpo deve trovarsi in un range di pH equilibrato, né troppo alto né troppo basso - vale a dire né troppo acido né troppo alcalino (o basico) - al fine di mantenere un pH arterioso leggermente alcalino, tra 7,35 e 7,45.

Questo equilibrio acido-basico dipende in gran parte dall'alimentazione e dagli elementi, "acidificanti" o "alcalinizzanti", che contiene:
• alimenti acidificanti come cereali, proteine (soprattutto animali) apportano aminoacidi contenenti zolfo e/o fosforo, e il sale a sua volta fornisce ioni di cloruro. Questi tre minerali contribuiscono al carico acido netto del corpo;
• alimenti alcalinizzanti, come frutta, verdura, radici e tuberi, forniscono sali di potassio alcalini.

I nostri antenati preistorici, fino alla fine del Paleolitico, avevano una dieta ad alto contenuto alcalino, perché ricca di sali di potassio (2-3 volte di più rispetto ad oggi), che neutralizzavano facilmente gli acidi generati dal metabolismo alimentare. Oggi, siamo piuttosto in acidosi cronica, provocata dall'eccesso di carni, formaggi, cereali completati da una buona dose di sale, che l'organismo letteralmente bagna.

Si sospetta che questa acidosi promuova:
• atrofia muscolare;
• disturbi cardiovascolari (ipertensione, ictus, infarto miocardico);
• calcoli renali (cristallizzazione dell'acido urico) e, soprattutto;
• osteoporosi e problemi alle articolazioni, perché se l'alimentazione è troppo acidificante, il corpo attinge dal tessuto osseo il bicarbonato di calcio necessario per neutralizzare il carico acido: diminuisce la densità ossea e le ossa diventano fragili...

Anche se il corpo produce piccole quantità di bicarbonati, questa produzione è ancora troppo bassa e non riesce a contenere e neutralizzare questa acidosi: è essenziale un apporto sotto forma di bicarbonato di potassio.
Il catione di potassio (K+) è presente in tutte le cellule. La sua abbondanza intracellulare è necessaria per regolare il volume cellulare e il trasporto di varie molecole organiche. È coinvolto nella regolazione cardiaca, nell'eccitabilità neuromuscolare, nell'equilibrio idrico e acido-basico.

Essenziale per l'equilibrio delle ossa

Il bicarbonato di potassio o idrogenocarbonato di potassio (KHCO3) svolge quindi un ruolo fondamentale nella regolazione dell'equilibrio acido-basico. La sua assunzione consente di aumentare il pH del sangue in un periodo relativamente breve (2-3 settimane solamente) e consente così di evitare la perdita di massa secca nelle ossa e nei muscoli.
Pertanto, l'integrazione è necessaria quando l'alimentazione è troppo ricca di proteine di origine animale (carne, pesce, uova, latticini) e semplicemente durante l'invecchiamento quando il funzionamento dei reni gradualmente cambia, impedendo allo stesso tempo la formazione di calcoli renali e la cristallizzazione dell'acido urico nelle urine.
Anche gli sportivi potranno beneficiare di una tale integrazione, dal momento che consumano una maggiore quantità di proteine e producono più acido lattico.
Uno studio condotto su diciotto donne in menopausa per tre settimane mostra effetti benefici di un'integrazione di bicarbonato di potassio sul metabolismo osseo, diminuendo il riassorbimento e aumentando la formazione ossea riducendo, riducendo inoltre l'escrezione urinaria di calcio.

Importante per la salute cardiovascolare

Un altro ruolo importante del potassio è il suo impatto sul sistema cardiovascolare; la stessa FDA (Food and Drug Administration) ha riconosciuto i vantaggi al livello del funzionamento della pompa cardiaca e dell'abbassamento della pressione sanguigna.
Lo studio Intersalt, realizzato su 52 popolazioni in 32 paesi, per un totale di oltre 10.000 persone, mostra bene l'effetto protettivo di un elevato apporto di potassio contro l'ipertensione. Sembra che un aumento della dose giornaliera di potassio da 1,17 a 1,35 g sia associato a una riduzione della pressione sistolica di 2-3 mmHg.
Anche la famosa dieta DASH (Dietary Approaches to Stop Hypertension), caratterizzata da un aumento del consumo di frutta e verdura - aumentando l'apporto giornaliero di potassio, in particolare sotto forma di bicarbonato, da 1,44 a 2,77 g - consente di ridurre la pressione sistolica e diastolica di 5,5 e 3 mmHg dopo otto settimane.

Ridurre il rischio di ictus

Uno studio americano condotto su 45.000 operatori sanitari seguiti per otto anni ha dimostrato che il rischio di ictus è correlato all'apporto giornaliero di potassio e che questo rischio si riduce del 38% se l'assunzione di potassio aumenta da 2,39 a 4,29 g.

La dose media giornaliera raccomandata è di circa 2 g, da distribuire sui due pasti principali per limitare:
• osteoporosi e problemi articolari,
• disturbi cardiovascolari (ipertensione arteriosa, ictus, infarto miocardico);
• perdita di massa muscolare legata all'età;
• calcoli renali (di tipo urico).
Dose giornaliera: 4 capsule
Numero di dosi per scatola: 30
Quantità per dose
Potassio (5400 mg di bicarbonato di potassio) 2100 mg
Altri ingredienti: cellulosa microcristallina, stearato di magnesio, maltodestrina.


Adulti. Assumere 2 capsule due volte al giorno. Ogni capsula contiene 1350 mg di bicarbonato di potassio.
Precauzioni per l'uso
Rivolgersi al proprio medico in caso di assunzione di diuretici potassici, calcoli renali o trattamenti antipertensivi.

Precauzioni: Non superare la dose giornaliera raccomandata. Questo prodotto è un supplemento nutrizionale che non deve sostituire un'alimentazione varia ed equilibrata. Non lasciare alla portata dei bambini. Conservare al riparo dalla luce, da fonti di calore e dall'umidità. Come con ogni supplemento nutrizionale, consultare un medico prima di assumerlo durante la gravidanza, l'allattamento o nel caso di problemi di salute.
La Società
chiamaci:
+352 264 _955 58
dalle 8:30 alle 17:30
close