0
it
US
SuperSmartSuper-nutrition Nutranews
X
× Acquistare per problema di salute Acquistare per ingrediente I prodotti più venduti novità Promozioni Il mio conto Smart Prescription Blog Programma di fidelizzazione Lingua: Italiano
Home Acquistare per problema di salute Lotta contro l'infiammazione Curcumin Solution + Super Omega 3
Curcumin Solution + Super Omega 3
Lotta contro l'infiammazione Recensioni dei clienti
39.50 €(43.71 US$) in magazzino
Descrizione
Concentrato naturale di omega 3 (EPA e DHA)
  • Certificato da Friend of the Sea® (derivato da pesca sostenibile).
  • Contribuisce alla salute ottimale del sistema cardiovascolare.
  • Aiuta a ridurre i livelli di trigliceridi nel sangue e la pressione sanguigna.
  • Contribuisce al buon funzionamento del cervello (funzione cognitiva) e del cuore.

La forma di curcumina più biodisponibile (185 volte più della curcumina classica) sul mercato

  • Supportata da alcuni studi clinici (1) e considerata come la forma più biodisponibile di tutti gli integratori esistenti.
  • Combatte contro l'infiammazione e i disturbi digestivi.
  • Aiuta a migliorare le funzioni biliari ed epatiche.
  • Proprietà antiossidanti, immunomodulatorie e antiproliferative.
  • Confezionamento in capsule LICAPS® (rilascio rapido, alta protezione contro l'umidità e gli agenti ossidanti).
-
+
aggiungi al carrello
Lista dei desideri
Curcumin Solution + Super Omega 3
Curcumin Solution + Super Omega 3 Curcumin Solution + Super Omega 3 Curcumin Solution + Super Omega 3
Curcumin Solution

Curcumin Solution è una formula all'avanguardia contenente curcumina, il composto biologicamente più attivo della curcuma. È stata sviluppata per massimizzarne l'assorbimento e permettere così disfruttare appieno il suo potenziale.

Numerosi studi hanno evidenziato le fantastiche proprietà biologiche della curcumina, in particolare per quanto riguarda l'infiammazione e le mutazioni che causano la proliferazione cellulare.

A chi si rivolge l'integratore alimentare Curcumin Solution?

Date le sue innumerevoli proprietà [antinfiammatorie (2-4), antiossidanti (5), immunomodulatorie (6), pro-apoptotiche (7) e anti-angiogeniche (8-9)], Curcumin Solution è destinata a tutte le categorie della popolazione che desiderano migliorare la propria vita quotidiana e ottimizzare la propria salute.

È particolarmente consigliato per determinati profili:

  • le persone con vari tipi di dolore (compresi quelli derivanti da artrosi e artrite);
  • le persone con disturbi digestivi (gonfiore addominale, mal di stomaco, nausee, sensazioni di pesantezza, perdita di appetito);
  • le persone con disturbi infiammatori cronici o infiammazione sistemica;
  • le persone a rischio di disturbi cardiovascolari;
  • le persone con iperlipidemia (livelli elevati di colesterolo LDL e/o trigliceridi);
  • le persone che soffrono di stress ossidativo e/o esposte a livelli elevati di agenti ossidanti cancerogeni (pesticidi, fumo di sigaretta, inquinamento, stress cronico, ecc.);
  • le persone con problemi epatici;
  • le persone che hanno l'impressione di invecchiare velocemente

In che modo Curcumin Solution si distingue dagli altri integratori di curcumina?

La curcumina è una molecola naturale sensazionale, ma la sua efficacia dipende dalla quantità assorbita dall'organismo. Normalmente, questo assorbimento è molto basso, a causa della mancanza di stabilità della molecola in condizioni acide, di una bassa solubilità nei fluidi digestivi e di una difficoltà a passare attraverso la parete intestinale (10-12).

L’interesse di Curcumin Solution è quello diaumentare significativamente questo assorbimento micronizzando la curcumina e rendendola solubile nei fluidi digestivi attraverso la costituzione di micelle (delle microsfere che si mescolano facilmente con acqua). Il processo è estremamente ingegnoso: moltiplica per 185 la capacità della curcumina di passare attraverso la parete intestinale rispetto a una curcumina classica. Questo notevole aumento dell'assorbimento provoca un aumento della quantità di curcumina circolante nell'organismo e un aumento della sua ritenzione (in tempi normali, l'emivita della curcumina è molto rapida). A titolo di confronto, tutte le altre strategie utilizzate per aumentarne l'assorbimento sono inferiori: l'aggiunta di piperina, ad esempio, aumenta il suo assorbimento di 20-30 volte (13-14), mentre l'incorporazione della curcumina nei liposomi di lecitina lo aumenta solo di 4 volte.

È l'integratore alimentare più biodisponibile sul mercato ed è uno studio indipendente che lo dimostra (15). Due capsule di Curcumin Solution al giorno consentono di far circolare tra 10 e 15 grammi di curcumina nell'organismo, mentre ci vorrebbero più di 25 capsule (contenenti 600 mg di curcumina) al giorno per sperare di raggiungere queste quantità. Permette quindi di consumare meno capsule e di spendere meno per una quantità in circolazione di curcumina ineguagliabile.

Come agisce la curcumina nell'organismo?

La curcumina è il composto biologicamente più attivo del rizoma di Curcuma longa. Ha una serie di benefici biologici che catturano e agiscono su più bersagli cellulari coinvolti nel cancro (16), nel diabete (17), nei disturbi cardiovascolari (18-20), nelle malattie neurodegenerative (21), nei reumatismi ( 22), ecc. I suoi effetti contro l'infiammazione e l'eccesso di lipidi nel sangue sono stati dimostrati in numerosi studi sugli animali e sull'uomo (23-25). In particolare, inibisce la sintesi del colesterolo da parte del fegato (26) e riduce l'assorbimento del colesterolo alimentare (27-29).

Ma la proprietà della curcumina che più interessa ai ricercatori è la sua capacità di inibire la proliferazione delle cellule cancerogene. Lo farebbe agendo in varie fasi del loro sviluppo e favorendo la produzione di enzimi che aiutano il corpo a liberarsene più facilmente (30). Problema: le quantità che si sono dimostrate efficaci negli esperimenti in vitro sono difficili da raggiungere nell'organismo ed è lo scopo di Curcumin Solution quello di massimizzarne l'assorbimento.

Nel 2018, la ricerca ha fatto un enorme balzo in avanti identificando gli effetti della curcumina su una proteina coinvolta nelle cellule cancerogene (31).

Nota: è importante precisare che Curcumin Solution 60 Licaps™ non è destinato a competere con l'integratore alimentare Super Curcuma 500 mg, uno dei migliori prodotti nel nostro catalogo e per il quale riceviamo regolarmente testimonianze molto positive. Curcumin Solution 60 Licaps™ è piuttosto ideato per offrire degli effetti benefici sul piano sistemico perché la curcumina che contiene riesce a raggiungere più facilmente il flusso sanguigno. Per quanto riguarda la salute del tratto digerente, Super Curcuma 500 mg è sicuramente il miglior integratore a base di curcuma presente sul mercato perché concentra più curcumina in questa area specifica.

Il piano di accompagnamento per massimizzare i benefici di Curcumin Solution

Per ottimizzare l'efficacia di Curcumin Solution, è possibile applicare il seguente piano d'azione per tutta la durata dell'integrazione:

1) Assumi le capsule di Curcumin Solution ai pasti. La curcumina è sempre meglio assorbita quando l'organismo digerisce dei grassi dall'alimentazione, perché questi ultimi rallentano il transito intestinale e aumentano il tempo di contatto delle micelle con la parete intestinale.

2) Aumentare il consumo di acidi grassi omega 3. Gli acidi grassi omega 3 derivanti dai pesci grassi e dall'olio di pesce hanno potenti proprietà antinfiammatorie, ma le quantità necessarie sono difficili da ottenere attraverso l'alimentazione. È meglio optare per degli integratori alimentari di EPA e di DHA (3 softgel al giorno).

3) Aumentare il consumo di frutta e verdura diminuendo gli alimenti pro-infiammatori ricchi di omega 6 (generalmente degli alimenti ultra-trasformati).

4) Inserire nell'alimentazione degli alimenti anticancro. I più noti sono i frutti rossi (perché contengono acido ellagico, antocianidine e proantocianidine), gli agrumi (vitamina C, polifenoli e terpeni), le crucifere (glucosinolati) e le Alliaceae (allicina, tiosolfato, tiosolfonati, monosolfuri, disolfuri e trisolfuri).

Questa nuova formula di curcumina riconcilia brillantemente la tecnologia e l'ancestralità. La tecnologia, perché la sua fabbricazione ha richiesto una vera sfida scientifica (il micro-incapsulamento della curcumina). Ancestralità, perché massimizza il potenziale di una sostanza nota dalle medicine tradizionali da almeno 4000 anni.

Risponde a un entusiasmo senza precedenti in tutto il mondo ed è un rimedio ideale per godere degli immensi benefici terapeutici della curcuma.

Nota : questo prodotto non deve sostituire una dieta diversificata ed equilibrata e uno stile di vita sano. Seguire le istruzioni per l'uso, la dose giornaliera consigliata e la data di scadenza. Non raccomandato per le donne incinte o in allattamento e per i bambini al di sotto dei 15 anni. Tenere fuori dalla portata dei bambini. Conservare in un luogo fresco e asciutto.

Bibliografia

  1. Alexa Kocher, Laura Bohnert, Christina Schiborr and Jan Frank, Mol. Nutr. Food Res. 2016, 60, 1555–1563 DOI 10.1002/mnfr.201501034 1555 RESEARCH ARTICLE Highly bioavailable micellar curcuminoids accumulate in blood, are safe and do not reduce blood lipids and inflammation markers in moderately hyperlipidemic individuals k
  2. Jurenka, J. S., Anti-inflammatory properties of curcumin, a major constituent of Curcuma longa: a review of preclinical and clinical research. Altern. Med. Rev. 2009, 14, 141–153.
  3. Schaffer, M., Schaffer, P. M., Zidan, J., Bar Sela, G., Curcuma as a functional food in the control of cancer and inflammation. Curr. Opin. Clin. Nutr. Metab. Care 2011, 14, 588–597
  4. Shehzad, A., Ha, T., Subhan, F., Lee, Y. S., New mechanisms and the anti-inflammatory role of curcumin in obesity and obesity-related metabolic diseases. Eur. J. Nutr. 2011, 50, 151 - 161
  5. Dal Piaz F, B. A., Belisario, M. A., De Tommasi, N., Thioredoxin system modulation by plant and fungal secondary metabolites. Curr. Med. Chem. 2010, 17, 479–494.
  6. Karlstetter, M., Lippe, E., Walczak, Y., Moehle, C. et al., Curcumin is a potent modulator of microglial gene expression and migration. J. Neuroinflammat. 2011, 8, 125. doi:10.1186/1742-2094-8-125.
  7. Belakavadi, M., Salimath, B. P., Mechanism of inhibition of ascites tumor growth in mice by curcumin is mediated by NF-kB and caspase activated DNase. Mol. Cell Biochem. 2005, 273, 57–67.
  8. Anand, K., Sarkar, A., Kumar, A., Ambasta, R. K. et al., Combinatorial antitumor effect of naringenin and curcumin elicit angioinhibitory activities in vivo. Nutr. Cancer 2012, 64, 714– 724.
  9. El-Azab, M., Hishe, H., Moustafa, Y., El-Awady el, S., Antiangiogenic effect of resveratrol or curcumin in Ehrlich ascites carcinoma-bearing mice. Eur. J. Pharmacol. 2011, 652, 7–14.
  10. Schiborr, C., Eckert, G. P., Rimbach, G., Frank, J., A validated method for the quantification of curcumin in plasma and brain tissue by fast narrow-bore high-performance liquid chromatography with fluorescence detection. Anal. Bioanal. Chem. 2010, 397, 1917–1925
  11. Schiborr, C., Kocher, A., Behnam, D., Jandasek, J. et al., The oral bioavailability of curcumin from micronized powder and liquid micelles is significantly increased in healthy humans and differs between sexes. Mol. Nutr. Food Res. 2014, 58, 516–527.
  12. Kocher, A., Schiborr, C., Behnam, D., Frank, J., The Oral bioavailability of curcuminoids in healthy humans is markedly enhanced by micellar solubilisation but not further improved by simultaneous ingestion of sesamin, ferulic acid, naringenin and xanthohumol. J. Functional Foods 2015, 14, 183–191
  13. Shoba, G., Joy, D., Joseph, T., Majeed, M. et al., Influence of piperine on the pharmacokinetics of curcumin in animals and human volunteers. Planta Med. 1998, 64, 353–356.
  14. Vareed, S. K., Kakarala, M., Ruffin, M. T., Crowell, J. A. et al., Pharmacokinetics of curcumin conjugate metabolites in healthy human subjects. Cancer Epidemiol. Biomarkers Prev. 2008, 17, 1411–1417.
  15. Jamwal R, Bioavailable curcumin formulations: A review of pharmacokinetic studies in healthy volunteers. J Integr Med. 2018 Nov;16(6):367-374. doi: 10.1016/j.joim.2018.07.001. Epub 2018 Jul 4.*
  16. Golombick, T., Diamond, T. H., Manoharan, A., Ramakrishna, R., Monoclonal gammopathy of undetermined significance, smoldering multiple myeloma, and curcumin: a randomized, double-blind placebo-controlled cross-over 4g study and an open-label 8g extension study. Am. J. Hematol. 2012, 87, 455–460.
  17. Chuengsamarn S1, Rattanamongkolgul S, Luechapudiporn R, Phisalaphong C, Jirawatnotai S. Curcumin extract for prevention of type 2 diabetes. Diabetes Care. 2012 Nov;35(11):2121-7. doi: 10.2337/dc12-0116. Epub 2012 Jul 6.
  18. Alwi, I., Santoso, T., Suyono, S., Sutrisna, B. et al., The effect of curcumin on lipid level in patients with acute coronary syndrome. Acta. Med. Indones 2008, 40, 201–210.
  19. Akazawa, N., Choi, Y., Miyaki, A., Tanabe, Y. et al., Curcumin ingestion and exercise training improve vascular endothelial function in postmenopausal women. Nutr. Res. 2012, 32, 795–799.
  20. Khajehdehi, P., Zanjaninejad, B., Aflaki, E., Nazarinia, M. et al., Oral supplementation of turmeric decreases proteinuria, hematuria, and systolic blood pressure in patients suffering from relapsing or refractory lupus nephritis: a randomized and placebo-controlled study. J. Ren. Nutr. 2012, 22, 50–57.
  21. Pareyson, D., Marchesi, C., Natural history and treatment of peripheral inherited neuropathies. Adv. Exp. Med. Biol. 2009, 652, 207–224
  22. Chandran, B., Goel, A., A randomized, pilot study to assess the efficacy and safety of curcumin in patients with active rheumatoid arthritis. Phytother. Res. 2012, 26, 1719–1725
  23. Shin, S. K., Ha, T. Y., McGregor, R. A., Choi, M. S., Long-term curcumin administration protects against atherosclerosis via hepatic regulation of lipoprotein cholesterol metabolism. Mol. Nutr. Food Res. 2011, 55, 1829–1840
  24. Pungcharoenkul, K., Thongnopnua, P., Effect of Different curcuminoid supplement dosages on total in vivo antioxidant capacity and cholesterol levels of healthy human subjects. Phytother. Res. 2011, 25, 1721–1726
  25. Belcaro, G., Cesarone, M. R., Dugall, M., Pellegrini, L. et al., Product-evaluation registry of Meriva(R), a curcuminphosphatidylcholine complex, for the complementary management of osteoarthritis. Panminerva Med. 2010, 52, 55–62
  26. Shin, S. K., Ha, T. Y., McGregor, R. A., Choi, M. S., Long-term curcumin administration protects against atherosclerosis via hepatic regulation of lipoprotein cholesterol metabolism. Mol. Nutr. Food Res. 2011, 55, 1829–1840.
  27. Rao, D. S., Sekhara, N. C., Satyanarayana, M. N., Srinivasan, M., Effect of Curcumin on Serum and Liver Cholesterol Levels in the Rat. J. Nutr. 1970, 100, 1307–1315
  28. Babu, P. S., Srinivasan, K., Hypolipidemic action of curcumin, the active principle of turmeric (curcuma longa) in streptozotocin induced diabetic rats. Mol. Cell Biochem. 1997, 166, 169–175.
  29. Manjunatha, H., Srinivasan, K., Hypolipidemic and antioxidant effects of dietary curcumin and capsaicin in induced hypercholesterolemic rats. Lipids 2007, 42, 1133–1142.
  30. Cancer chemopreventive effects of curcumin. Surh YJ, Chun KS. Adv Exp Med Biol. 2007;595:149-72. Review.
  31. Sourav Banerjee, Chenggong Ji, Joshua E. Mayfield, Apollina Goel, JunyuXiao, Jack E. Dixon, Xing Guo. Ancient drug curcumin impedes 26S proteasome activity by direct inhibition of dual-specificity tyrosine-regulated kinase 2, Proceedings of the National Academy of Sciences Jul 2018, 201806797; DOI:10.1073/pnas.1806797115
composizioneCurcumin Solution
Dose giornaliera: 2 Licaps™
Numero di dosi per scatola: 30
Quantità per dose
NovaSOL® Curcumin (miscela standardizzata al 6% di curcuminoidi, composto da polisorbato ed estratto di Curcuma longa) 1000 mg
NovaSOL® Curcumin, Aquanova AG, Germania.
LICAPS™ e il logo sono marchi di fabbrica di Lonza o delle sue affiliate.
Consigli di utilizzoCurcumin Solution
adulti. Assumere 2 Licaps™ al giorno.
Ogni Licaps™ contiene 500 mg di NovaSOL® Curcumin.
Super Omega 3 - 500 mg

Super Oméga 3 è stato formulato per offrire un apporto ottimale di acidi grassi omega 3 di origine marina. Questi lipidi naturali hanno degli effetti scientificamente dimostrati sulla composizione delle membrane cellulari e su molti processi biochimici e fisiologici: la regolazione della pressione arteriosa, le reazioni antinfiammatorie, l'aggregazione piastrinica, la secrezione di neurotrasmettitori coinvolti nell'umore, nell'attività neuronale...

A chi si rivolge Super Oméga 3?

Super Oméga 3 si rivolge a tutte le categorie di popolazione.

L'Organizzazione Mondiale della Sanità e tutti i paesi occidentali raccomandano un apporto ottimale di 500 mg al giorno d’EPA+DHA per il mantenimento di una salute ottimale (1), in particolare per supportare lo sviluppo e il funzionamento del cervello.

Tuttavia, numerosi studi hanno mostrato che questi apporti sono difficili da raggiungere nelle popolazioni americane ed europee (gli apporti sono da 2 a 8 volte inferiori agli apporti giornalieri raccomandati).

Queste raccomandazioni sono valide per le persone in buona salute, ma tutto indica che alcune categorie di popolazione hanno dei fabbisogni ancora più elevati (fino a 1.000 mg/giorno (2)):

  • le persone con più di 50 anni (per proteggersi dal declino cognitivo);
  • le persone che soffrono di infiammazione cronica;
  • le persone che hanno un girovita ampio (eccesso di grassi);
  • le persone affette da ipertensione, ipertrigliceridemia, ipercolesterolemia o iperglicemia;
  • le persone affaticate o depresse;
  • le persone a rischio di disturbi cardiovascolari

Perché assumere degli omega 3 di origine marina?

In teoria, il nostro organismo è in grado di produrre EPA e DHA da acidi grassi omega 3 di origine vegetale, ma questi apporti sono diminuiti significativamente nel corso dei decenni, a causa dell'agricoltura moderna e del nostro cambiamento di alimentazione (3).

Inoltre, la percentuale di successo di questa trasformazione è diventata minima a causa del nostro consumo di omega 6 totalmente inappropriato (4). Gli omega 6 sono degli acidi grassi molto meno benefici per l'organismo, che si trovano assolutamente ovunque negli alimenti industriali moderni e e che mobilitano tutti gli enzimi (elongasi e desaturasi) indispensabili per la conversione degli omega 3 vegetali in DHA e in EPA.

Una persona che decidesse di aumentare gli apporti di acidi grassi omega 3 di origine vegetale non riscontrerebbe alcuna differenza se non riducesse, allo stesso tempo e in modo significativo, gli apporti di omega 6. Quindi, dovremmo consumare la stessa quantità di omega 3 di origine vegetale che di omega 6. La realtà è comunque ben lontana da questo traguardo poiché consumiamo da 15 a 50 volte più omega 6 che omega 3 di origine vegetale.

In eccesso, gli omega 6 sostituiscono gli omega 3 e investono le membrane cellulari al loro posto, portando alla formazione di miliardi di molecole proinfiammatorie (5-6) sospettate di svolgere un ruolo chiave nello sviluppo e nell'esacerbazione delle malattie croniche.

Questa osservazione sorprendente potrebbe essere corretta dal consumo quotidiano di pesci grassi ricchi di EPA e DHA. Sfortunatamente, la loro contaminazione con agenti inquinanti e la loro scarsa accessibilità non consentono di prevedere un tale consumo giornaliero… I nostri apporti reali di omega 3 di origine marina, di EPA e DHA, sono ben lontani dagli apporti minimi raccomandati, e ancora più lontano dagli apporti ottimali.

Un'integrazione con EPA e DHA è la soluzione più semplice e più efficace per ritrovare delle membrane sane il più rapidamente possibile.

Quali sono i benefici dimostrati dell'EPA e del DHA?

L'EPA e il DHA sono delle molecole che si insinuano negli strati di grasso che delimitano le cellule del nostro corpo, le cosiddette membrane cellulari. È da questo spazio strategico che agiscono su alcune funzioni molto diverse dell'organismo.

Un'azione certa contro l'infiammazione cronica e i disturbi metabolici.

L'integrazione dell'EPA e del DHA nelle membrane cellulari fornisce una maggiore fluidità e una permeabilità ottimale. Si tratta di un fattore molto importante, perché una membrana a bassa fluidità riduce lo scambio di membrane e favorisce uno stato di infiammazione cronica.

Inoltre, in caso di infiammazione sistemica, l'organismo può attingere in questa riserva di omega 3 e trasformarle in molecole antinfiammatorie. Avviene il contrario con gli omega 6, poiché questi ultimi si trasformano in composti proinfiammatori favorevoli allo sviluppo di disfunzioni metaboliche come l'insulino-resistenza e la sindrome metabolica.

Una riduzione del rischio di disturbi cardiovascolari

Negli ultimi anni, 12 studi hanno evidenziato l'interesse di un'integrazione con omega 3 nella prevenzione della sindrome coronarica e di altri disturbi cardiovascolari (7).

Questi effetti possono essere spiegati da diversi meccanismi. L'integrazione con omega 3 contribuisce innanzitutto a una diminuzione della concentrazione di omega 6 nelle membrane e, con un effetto domino, a una riduzione della loro trasformazione in derivati proinfiammatori (8). Agisce anche sulla placca ateromatosa che causa dei disturbi cardiovascolari: gli omega 3 aiutano a ridurre la pressione sanguigna e la trigliceridemia (9), il cui livello elevato è un fattore di rischio riconosciuto, diminuendo la produzione epatica di trigliceridi e aumentando la loro purificazione attraverso i trasportatori di colesterolo LDL. Inoltre stabilizzano la placca ateromatosa diminuendo la produzione di citochine infiammatorie e impedendo l'adesione dei monociti alla parete vascolare (10-11). Infine, gli omega 3 sono anche regolatori di un grande numero di geni, specialmente quelli che coinvolgono il metabolismo lipidico.

Un'ottimizzazione della funzione cognitiva

Diversi studi, tra cui uno molto famoso pubblicato nel 2002, mostrano che l' integrazione con EPA per diverse settimane porta ad una forte diminuzione dei disturbi depressivi in buona parte delle persone affetta da depressione maggiore (12-13).

Inoltre, la depressione post-partum potrebbe essere causata da una diminuzione dei livelli di EPA e di DHA nelle cellule della donna incinta, con conseguenti riserve molto ridotte alla fine della gravidanza (14). I ricercatori hanno scoperto che occorreva circa un anno per ricostituire le riserve iniziali necessarie per il corretto funzionamento dei sistemi serotoninergici e colinergici (il DHA rappresenta, in circostanze normali, dal 10 al 20% della composizione di acidi grassi del cervello (15)). Dei bassi livelli di DHA nelle membrane cellulari del cervello non causano solo la depressione. Provocano anche delle carenze di dopamina nelle aree corticali, il che parteciperebbe al declino cognitivo e nuocerebbe alla crescita e allo sviluppo del sistema nervoso.

Integrato alla membrana, il DHA consente una migliore flessibilità di quest'ultima, influenzando le velocità di trasduzione e neurotrasmissione. Svolge anche un'azione sullo sviluppo delle estensioni neuronali, della costituzione delle sinapsi, della plasticità neuronale, della maturazione dei neuroni poi della loro migrazione verso le zone bersaglio, svolgendo un ruolo significativo nelle abilità motorie, sensoriali e cognitive (16). Carlson e il suo team hanno quindi mostrato l'influenza positiva di un'alimentazione ricca di omega 3 sulle capacità di apprendimento.

Una protezione della funzione visiva

Il DHA rappresenta più del 30% degli acidi grassi totali della retina (17). È uno dei componenti più importanti che compongono le membrane dei segmenti esterni dei fotorecettori (18). Tuttavia, il costante rinnovamento di questi componenti cellulari richiede un apporto regolare ed elevato di DHA o dei suoi precursori. Il DHA favorisce anche una fase fondamentale del meccanismo di fototrasduzione (19), il che consente la conversione dell'energia luminosa in messaggio nervoso (20). Non è quindi sorprendente scoprire che le carenze di DHA sono correlate a diverse disfunzioni del sistema visivo come l'AMD (21-23).

Cosa rende Super Oméga 3 davvero eccezionale?


1) È un integratore 100% naturale di biodisponibilità ottimale

Come tutti i nostri integratori di omega 3 (Super EPA e Super DHA), Super Oméga 3 contiene gli acidi grassi EPA e DHA nella loro forma naturale (trigliceridi). Si tratta di una forma più costosa rispetto al suo equivalente sintetico (esteri etilici), ma gli studi rivelano che sarebbe più facile da digerire (nessun rilascio di etanolo) e due volte più biodisponibile.

Inoltre, a differenza di molti laboratori, abbiamo scelto di sviluppare il nostro prodotto a partire da olio di pesci selvatici. Diversi studi mostrano infatti che i pesci d'allevamento contengono meno omega 3 e più omega 6 (24). Questa anomalia è spiegata dall'inadeguatezza del cibo di coltura: i pesci selvatici si nutrono di piccoli pesci, di crostacei e microalghe molto ricchi di omega 3, mentre i pesci d'allevamento sono spesso nutriti con cereali e oli vegetali ricchi di omega 6. Sono anche allevati in condizioni precarie di salute, spesso disumane e l'uso di antibiotici e antifungini è molto frequente.

2) La sua produzione è rispettosa dell'ambiente

Al fine di garantire un' ottima qualità, il prodotto Super Oméga 3 è composto da un olio di pesce di prima scelta, proveniente da zone di pesca prive di ogni contaminazione industriale. Pescate al largo delle coste peruviane e cilene, le specie ittiche (sardine, sgombri e acciughe) sono scelte per il loro contenuto naturalmente elevato di acidi grassi omega 3. Gli oli così prodotti sono certificati Friend of the Sea®, cioè provengono dalla pesca sostenibile, rispettando rigorosi criteri di conformità e la cui gestione delle quote di pesca è assicurata. I piccoli pesci grassi sono privilegiati, perché i più grandi hanno una lunga vita e accumulano gli scarti: mercurio, diossine e pesticidi.

3) Presenta un profilo di massima sicurezza

Per garantire l'assenza totale di contaminanti (PCB, metalli pesanti, diossine), SuperSmart utilizza una tecnologia di purificazione brevettata. Quindi usiamo un processo naturale denominato idrolisi enzimatica che permette di ottenere la concentrazione più elevata di EPA e DHA in un olio puro al 100%.

Inoltre, visto che gli acidi grassi omega 3 sono dei composti molto sensibili all'ossidazione, aggiungiamo degli ingredienti naturali per massimizzare la conservazione. Infatti, quando sono ossidati, gli omega 3 si trasformano in acidi grassi trans e perdono ogni interesse benefico per l'organismo. Quindi è indispensabile proteggerli con antiossidanti in modo che mantengano i loro benefici nel tempo. Ecco perché SuperSmart ha scelto di aggiungere dei tocoferoli (vitamina E) a questa formula eccezionale. È anche per questo motivo che ti consigliamo di conservare il barattolo in un luogo asciutto, fresco e al riparo dalla luce.

Cosa succede agli omega 3 dopo essere stati ingeriti?

Dopo l'ingestione e l'assorbimento, l'EPA e il DHA vengono integrati nelle membrane cellulari con i fosfolipidi. Questa integrazione è un processo lento : è quindi necessario assumere Super Oméga 3 quotidianamente per diverse settimane, o anche diversi mesi, per apprezzarne appieno i benefici.

Al termine dell'integrazione, gli apporti di omega 3 si riflettono nella composizione dei fosfolipidi di membrana. Lo studio NAT-2 ha mostrato che il consumo di omega 3 induceva un aumento significativo dei livelli di membrana di omega 3 (che potevano raggiungere il 70%). Per raggiungere questo obiettivo, è consigliabile ridurre gli apporti di omega 6 per tutta la durata dell'integrazione.

Siamo sicuri che l'EPA e il DHA raggiungano il cervello?

Sì. Questi due composti passano effettivamente attraverso la barriera emato-encefalica utilizzando proteine di trasporto specifiche per acidi grassi polinsaturi a catena lunga. Diversi studi condotti sull'uomo hanno mostrato indubbiamente che l'assunzione per via orale di omega 3 portava al loro accumulo nei tessuti del sistema nervoso centrale (25-26).

< br >

Nota : questo prodotto non deve sostituire una dieta diversificata ed equilibrata e uno stile di vita sano. Seguire le istruzioni per l'uso, la dose giornaliera consigliata e la data di scadenza. Non raccomandato per le donne incinte o in allattamento e per i bambini al di sotto dei 15 anni. Tenere fuori dalla portata dei bambini. Conservare in un luogo fresco e asciutto.

Bibliografia

  1. Food and Nutrition Board (FNB), Institute of Medicine (IOM). Dietary reference intakes for Energy, Carbohydrates, Fiber, Fats, Protein and Amino Acids (Macronutrients), The National Academies Press, 2005, Executive summary, page 11.
  2. ANSES, « Actualisation des apports nutritionnels conseillés pour les acides gras », mai 2011.
  3. P. Simopoulos, « Omega-6/omega-3 essantial fatty acid ratio and chronic diseases », Food Rev. Int., vol. 20, no 1, p. 77 90, 2004.
  4. P. Simopoulos, « The omega-6/omega-3 fatty acid ratio : health implications », Ol. Corps Gras Lipides, vol. 17, no 5, p. 267 275, 2010.
  5. U. Gogus et C. Smith, « n-3 Omega fatty acids : a review of current knowledge », Int. J. Food Sci. Technol., vol. 45, p. 417 436, 2010.
  6. K. S. Broughton, C. S. Johnson, B. K. Pace, M. Liebman, et K. M. Kleppinger, « Reduced asthma symptoms with n-3 fatty acid ingestion are related to 5-series leukotriene production », Am. J. Clin. Nutr., vol. 65, p. 1011 1017, 1997.
  7. J. L. Breslow, « n-3 Fatty acids and cardiovascular disease », Am. J. Clin. Nutr., vol. 83, p. 1477 1482, 2006
  8. P. Simopoulos, « Evolutionary aspects of diet, the omega-6/omega-3 ratio and genetic variation : nutritional implications for chronic diseases », Biomed. Pharmacother., vol. 60, p. 502 507, 2006.
  9. W. S. Harris, « n-3 Fatty acids and serum lipoproteins : animal studies », Am. J. Clin. Nutr., vol. 65, p. 1611 1616, 1997
  10. L. Monnier et C. Colette, « Acides gras oméga 3 et pathologie cardiovasculaire : la part du vrai », Médecine Mal. Métaboliques, vol. 5, no 3, p. 269 277, 2011
  11. Leray, « Maladies coronariennes et athhérosclérose », in Les lipides, Laoisier., 2013, p. 204 207
  12. L. Stoll, E. Severus, M. P. Freeman, S. Rueter, H. A. Zboyan, E. Diamond, K. K. Cress, et L. B. Marangell, « Omega 3 fatty acids in bipolar disorders : a preliminary double-blind, placebo-controlled trial », Arch. Gen. Psychiatry, vol. 56, p. 407 412, 1999.
  13. Nemets, Z. Staht, et R. H. Belmaker, « Addition of omega-3 fatty acid to maintenant medication treatment for recurrent unipolar depressive disorder », Am. Psychiatr. Publ., vol. 159, no 3, p. 447 479, 2002.
  14. J. Sontrop et M. K. Campbell, « N-3 polyunsaturated fatty acids and depression: A review of the evidence and a methodological critique », Prev. Med., vol. 42, p. 4 13, 2006
  15. R. K. McNamara et S. E. Carlson, « Role of omega-3 fatty acids in brain development and function : Potential implications for the pathogenesis and prevention of psychopathology », Prostaglandins Leukot. Essent. Fatty Acids, vol. 75, p. 329 349, 2006
  16. M. Lavialle et S. Layé, « Acides gras poly-insaturés (oméga 3, oméga 6) et fonctionnement du système nerveux central », Innov. Agron., vol. 10, p. 25 42, 2010.
  17. Bretillon, L., Thuret, G., Grégoire, S., Acar, N., Joffre, C., Bron, A.M., Gain, P., CreuzotGarcher, C.P., 2008b. Lipid and fatty acid profile of the retina, retinal pigment epithelium/choroid, and the lacrimal gland, and associations with adipose tissue fatty acids in human subjects. Exp. Eye Res. 87, 521–528. doi:10.1016/j.exer.2008.08.010
  18. Fliesler, S.J., Anderson, R.E., 1983. Chemistry and metabolism of lipids in the vertebrate retina. Prog. Lipid Res. 22, 79–131.
  19. Litman, B.J., Mitchell, D.C., 1996. A role for phospholipid polyunsaturation in modulating membrane protein function. Lipids 31 Suppl, S193–197.
  20. Salem, N., Jr, Litman, B., Kim, H.Y., Gawrisch, K., 2001. Mechanisms of action of docosahexaenoic acid in the nervous system. Lipids 36, 945–959.
  21. Uauy, R., Hoffman, D.R., Peirano, P., Birch, D.G., Birch, E.E., 2001. Essential fatty acids in visual and brain development. Lipids 36, 885–895.
  22. Chong, E.W.-T., Robman, L.D., Simpson, J.A., Hodge, A.M., Aung, K.Z., Dolphin, T.K., English, D.R., Giles, G.G., Guymer, R.H., 2009. Fat consumption and its association with age-related macular degeneration. Arch. Ophthalmol. 127, 674–680. doi:10.1001/archophthalmol.2009.60
  23. Christen, W.G., Schaumberg, D.A., Glynn, R.J., Buring, J.E., 2011. Dietary ω-3 fatty acid and fish intake and incident age-related macular degeneration in women. Arch. Ophthalmol. 129, 921–929. doi:10.1001/archophthalmol.2011.34
  24. M. A. Hossain, « Fish as source of n-3 polyunsaturated fatty acids (PUFAs), which one is better - farmed or wild ? », Adv. J. Food Sci. Technol., vol. 3, no 6, p. 455 466, 2011
  25. R. W. Mitchell et G. M. Hatch, « Fatty acid transport into the brain : of fatty acid fables and lipid tails », Prostaglandins Leukot. Essent. Fatty Acids, vol. 85, p. 293 302, 2011
  26. Y. Freund Levi, I. Vedin, T. Cederholm, H. Basun, G. Faxén Irving, M. Eriksdotter, E. Hjorth, M. Schultzberg, B. Vessby, L.-O. Wahlund, N. Salem Jr., et J. Palmblad, « Transfer of omega-3 fatty acids across the blood-brain barrier after dietary supplementation with a docosahexaenoic acid-rich omega-3 fatty acid preparation in patients with Alzheimer’s disease : the omegaAD study », J. Intern. Med., vol. 275, p. 428 436, 2014.
composizioneSuper Omega 3 - 500 mg
Dose giornaliera: 3 softgels
Numero di dosi per scatola: 30
Quantita per dose
EPA sotto forma di trigliceridi di olio di pesce 465 mg
DHA sotto forma di trigliceridi di olio di pesce 345 mg
Altri ingredienti: tocoferoli

Ogni capsula contiene 155 mg di EPA e 115 mg di DHA.
Attenzione: presenza di prodotti derivati dal pesce.
Consigli di utilizzoSuper Omega 3 - 500 mg
Prendere tre softgels per giorno al momento del pasto.
Iscriviti alla nostra newsletter
e ottieni il 5% di sconto fisso

Fondamentali

Daily 3®Daily 3®

Formula ottimizzato secondo le ultime ricerche scientifiche. 43 vitamine e nutrienti antiossidanti

49.00 €(54.22 US$)
+
Lactobacillus gasseriLactobacillus gasseri

Un ceppo probiotico particolarmente efficace nel controllo del peso In DR Caps™ gastroresistenti per un'efficienza ottimale

21.00 €(23.24 US$)
+
Novita
CBD 25 mgCBD 25 mg

Un analgesico naturale e potente per eliminare a lungo termine i dolori

63.00 €(69.71 US$)
+
Melatonin Spray 1 mgMelatonin Spray 1 mg

Tutta l'efficacia della melatonina a rilascio prolungato in spray sublinguale facilmente misurabile

18.00 €(19.92 US$)
+
Berberine 500 mgBerberine 500 mg

Una nuova arma naturale e potente contro il diabete di tipo II

32.00 €(35.41 US$)
+
Novita
Senolytic ComplexSenolytic Complex

I senolitici: una formula rivoluzionaria per eliminare le cellule senescenti all’origine dell’invecchiamento

84.00 €(92.95 US$)
+
Vitamin D3 5000 UIVitamin D3 5000 UI

Forma biodisponibile della vitamina D3 per un assorbimento ottimale

18.00 €(19.92 US$)
+
Super Omega 3 - 500 mgSuper Omega 3 - 500 mg

EPA e DHA : uno dei prodotti piu naturali, puri, potenti e stabili nel mercato

25.00 €(27.66 US$)
+
Super Curcuma 500 mgSuper Curcuma 500 mg

Fitosomi di curcuma - Biodisponibilità elevata Un nuovo estratto brevettato di curcuma, 29 volte più biodisponibile!

45.00 €(49.79 US$)
+
Smart PillsSmart Pills

Una formula di stimolazione cerebrale eccezionale (nootropica)

33.00 €(36.51 US$)
+
AntiOxidant SynergyAntiOxidant Synergy

Una potente difesa antiossidante polivalente.

43.00 €(47.58 US$)
+
Curcumin Solution + Super Omega 3
-
+
39.50 €
(43.71 US$)
aggiungi al carrello
© 1997-2019 Supersmart.com® - Tutti i diritti di riproduzione riservati
© 1997-2019 Supersmart.com®
Tutti i diritti di riproduzione riservati
x
secure