INNOVATION AND EXCELLENCE SINCE 1992
Home
  >  
Categorie
  >  
Vitamine
  >  
MK-7 90 mcg + Vitamin D3
MK-7 90 mcg + Vitamin D3
MK-7 90 mcg + Vitamin D3

Ora in monodose giornaliera! Una forma altamente biodisponibile della vitamina K2

Quantitá : 60 softgels 35.00 €
(41.46 US$)
aggiungi al carrello

+certificato di analisi

Condividi la tua testimonianza
Il termine vitamina K comprende varie sostanze che derivano dal nucleo 2-metil-1,4-naftochinone o menadione e partecipano all'attivazione di alcuni fattori della coagulazione.

Ci sono due forme naturali e non tossiche, che si differenziano nella loro catena laterale:
• Il fillochinone o fitonadione (vitamina K1). Viene sintetizzato dalle piante, in particolare dalle verdure a foglia verde (crucifere: cavolo, prezzemolo, spinaci, lattuga). È liposolubile, stabile al calore, ma sensibile alla luce e agli ambienti alcalini.
• I menachinoni (vitamine K2) sintetizzati dai batteri del tratto intestinale, ma che, purtroppo, sono generalmente eliminati con le feci invece di essere distribuiti nei vasi sanguigni, nelle ossa e nei vari tessuti. Troviamo queste vitamine K2 anche nelle frattaglie degli animali, nella carne, nei prodotti fermentati come alcuni formaggi e, soprattutto, nel nattō, un alimento tradizionale giapponese a base di soia fermentata, di gran lunga la fonte più importante di vitamina K2, ma che purtroppo non viene consumato quotidianamente dagli occidentali.

Necessario nella coagulazione del sangue

La vitamina K è stata chiamata così per la sua attività sulla "Koagulation" (in tedesco). Infatti, dopo aver raggiunto i vasi linfatici, è presa in carico dai chilomicroni e si accumula nel fegato, dove partecipa alla sintesi di quattro fattori della coagulazione, compreso il fattore II (protrombina) e alla sua conversione in trombina.

Essenziale per la mineralizzazione ossea

La vitamina K attiva la sintesi di osteocalcina, un ormone specifico del tessuto osseo, sintetizzato dagli osteoblasti. Assicura così la mineralizzazione delle ossa catturando e ridistribuendo il calcio nel corpo, al livello di ossa e denti.

Inoltre, ne favorisce la mobilitazione eliminandolo da arterie e tessuti molli, e questo protegge questi ultimi da un'ulteriore calcificazione, come l'aterosclerosi e la calcificazione aortica, e supporta il corretto funzionamento del sistema renale evitando i calcoli renali di tipo calcico.

Quindi, assunta come integratore, la vitamina K aiuta a ridurre gli incidenti legati all'osteoporosi, prevenendo le fratture (dell'anca, ad esempio), e soprattutto evita la calcificazione delle arterie.

Proprietà antinfiammatorie

La vitamina K2 è anche uno dei migliori agenti di prevenzione contro l'infiammazione cronica che può danneggiare per anni, in silenzio, i tessuti e contribuire così allo sviluppo di malattie intimamente correlate: cancro, obesità, malattie cardiovascolari (limitando gli ictus e gli infarti).

Infatti, studi hanno dimostrato che la vitamina K2 si oppone ai fenomeni legati all'infiammazione inibendo i marcatori proinfiammatori prodotti dai monociti.

Riduce il rischio di morte per cancro

In un recente studio spagnolo condotto su oltre 7000 partecipanti per circa 4,8 anni, coloro che hanno aumentato la loro assunzione di vitamina K (fillochinone e menachinone) avevano un rischio più basso di cancro e di mortalità per tutte le cause rispetto alle persone che avevano diminuito o non avevano modificato le quantità di assunzione. Così, i ricercatori hanno concluso che un aumento dell'assunzione per via alimentare di vitamina K è associato alla riduzione del rischio di malattie cardiovascolari, cancro o mortalità per tutte le cause in una popolazione mediterranea ad alto rischio di malattie cardiovascolari.

Un aiuto ai malati di Parkinson

Secondo uno studio giapponese, condotto per un anno su donne di età superiore ai sessantacinque anni affette dal morbo di Parkinson, l'integrazione di vitamina K (45 mcg al giorno) ha consentito di ridurre il numero di fratture dell'anca e di aumentare leggermente la densità minerale ossea rispetto al placebo.

Uno studio più recente ha anche dimostrato che la vitamina K2 è un buon agente preventivo per il morbo di Parkinson, in quanto funge da vettore di elettroni, mantenendo normali livelli di ATP nei mitocondri.

La MK-7

Il menachinone-7 o MK-7, derivato dal nattō, è la frazione con biodisponibilità e attività più elevate dei menachinoni che formano la vitamina K2.

Il menachinone-7 viene usato in Giappone dal 1995 per preservare e rafforzare le ossa e le articolazioni.

Le ricerche hanno dimostrato che regola la produzione del calcio attivando:
• una proteina specifica responsabile dell'ottimizzazione del legame del calcio alla struttura ossea indispensabile per la resistenza ossea;
• una proteina che impedisce al calcio di depositarsi sulle pareti dei vasi sanguigni, supportando così la salute cardiovascolare.

Chi può beneficiare dell'integrazione con MK-7 + D3?

I potenziali benefici per la salute offerti dalla vitamina K2 ne fanno, come per la vitamina D3, uno dei principali integratori alimentari degli ultimi anni. L'aggiunta di vitamina D3 a questo complesso facilita l'assorbimento e il trasporto di calcio nelle ossa. Migliora in modo significativo l'azione del menachinone-7 agendo sulla formazione ossea e sulla densità minerale ossea nelle donne in postmenopausa con e senza osteoporosi. Entrambe le sostanze quindi agiscono sinergicamente.

Inoltre, recenti studi hanno dimostrato che la vitamina D3 aiuta a mantenere e sostenere l'attività insulinica del pancreas e il metabolismo dei carboidrati e supporta efficacemente le funzioni immunitarie.
La sua associazione con la vitamina K2, in una singola dose giornaliera più equilibrata, fa di MK-7 + D3 un integratore nutrizionale preventivo essenziale:
• per le persone con rischio emorragico;
• per coloro che soffrono di malassorbimento intestinale (morbo di Crohn, celiachia, diarrea cronica...);
• per gli anziani;
• per le persone affette da osteoporosi o almeno per tutte le donne in menopausa;
• per le persone a rischio di malattie cardiovascolari o cancro.

I ricercatori dell'Università di Maastricht hanno anche di recente dimostrato che molte persone sane presentano una carenza di vitamina K e che un'integrazione di vitamina K2 sarebbe vantaggiosa per chi ha più 40 anni.

La dose efficace giornaliera di MK-7 è di 90 mcg al giorno, ovvero l'equivalente di 15 g di nattō, da assumere durante un pasto che comprenda altre fonti di grassi, per un migliore assorbimento, sebbene le softgel siano già composte da olio di lino, noto per il tuo elevato tenore di acido alfa-linolenico, un acido grasso essenziale, leader degli omega-3.
Precauzioni per l'uso: La vitamina K2 non ha alcuna tossicità intrinseca. Tuttavia, tenuto conto del suo potere "coagulante", è consigliabile chiedere il parere di un medico in caso di assunzione concomitante di anticoagulanti (cumarinici, eparina...).
Dose giornaliera: 1 softgel
Numero di dosi per scatola: 60
Quantità per dose
Vitamina D3 400 IU
Menachinone 7 (MK-7) 90 mcg
Altri ingredienti: olio di lino


Adulti. Prendere una softgel al giorno.
Attenzione: oltre 2.000 UI al giorno, è preferibile fare un'analisi di 25-idrossi vitamina D. In caso di malattie renali, non assumere la vitamina D3 senza il consiglio del proprio medico. Non superare 10.000 UI al giorno, da tutte le fonti, senza consiglio del proprio medico. Se si stanno assumendo anticoagulanti, rivolgersi al proprio medico. Contiene derivati di soia.

Precauzioni: Non superare la dose giornaliera raccomandata. Questo prodotto è un supplemento nutrizionale che non deve sostituire un'alimentazione varia ed equilibrata. Non lasciare alla portata dei bambini. Conservare al riparo dalla luce, da fonti di calore e dall'umidità. Come con ogni supplemento nutrizionale, consultare un medico prima di assumerlo durante la gravidanza, l'allattamento o nel caso di problemi di salute.
La Società
chiamaci:
+352 264 _955 58
dalle 8:30 alle 17:30
close