0
it
US
WSM
228149172
Il carrello è vuoto
Menu

In magazzino

Nicotinamide Mononucleotide

Integratore alimentare di nicotinamide mononucleotide (NMN) per NAD+

24 recensioniLeggi le recensioni

Integratore di nicotinamide mononucleotide (NMN) per la longevità
  • Può migliorare la risposta metabolica all'invecchiamento.
  • Coinvolto nei benefici apportati da un ridotto apporto calorico.
  • Può contrastare l'invecchiamento vascolare.

Acquistalo subito

30 Caps. veg.

67.00 €

Consegna automatica

30 Caps. veg.

67.00 €

61.64 €

Vorrei

ogni

Nicotinamide Mononucleotide

Vegano
Senza glutine
Senza nanoparticelle
Senza eccipienti controversi
Senza lattosio
Senza edulcoranti
Trovare un modo per arrestare il processo di invecchiamento è un sogno che va avanti da generazioni. Questo sogno sta diventando realtà, in quanto alcuni scienziati australiani e americani ritengono di aver trovato un mezzo, non per premere il tasto «pausa», ma per "riavvolgere" il processo!

Il nicotinammide mononucleotide (NMN) è un precursore della biosintesi del NAD+ (nicotinammide adenina dinucleotide) e del NADH. Questa nuova sostanza non deve essere confusa con altre già presenti sul mercato, ad esempio il nicotinammide riboside (NR), anche se presentano alcune proprietà in comune, in particolare a livello di geni. L'NMN è molto più potente dell'NR.

Cos'è il NAD+

Il NAD+ è un coenzima della ossidoriduzione presente in tutte le cellule viventi. È composto da due nucleotidi collegati tramite il loro gruppo fosfato. Un nucleotide contiene un'adenina, l'altro un nicotinammide. Esso aiuta gli enzimi a trasferire gli elettroni durante le reazioni di ossidoriduzione per formare l'ATP. Serve quindi a fornire energia, ma il suo tasso diminuisce in più della metà delle cellule di un organismo anziano. I mitocondri producono una quantità inferiore di energia e la cellula invecchia. Fortunatamente, tale processo non è irreversibile e i meccanismi di energia intracellulari potrebbero essere ripristinati se aumentano i livelli di NAD+.
Inoltre, il NAD è un cofattore essenziale degli enzimi chiave della longevità, chiamati sirtuine, che esso attiva direttamente. Queste sirtuine sono fondamentali per l'aspettativa di vita, poiché disattivano determinati geni che portano all'invecchiamento tramite il processo infiammatorio.
Pertanto, la diminuzione combinata delle sirtuine 1 e 3, associata a quella del NAD+, possono causare fenomeni di degenerazione cerebrale, infiammazione vascolare, affaticamento, perdita di forza muscolare, deposito di grasso nel fegato e nella regione addominale e insulino-resistenza, che comportano direttamente la sindrome metabolica.
Tutti questi fenomeni possono essere invertiti attraverso la restrizione calorica o l'integrazione di nicotinammide mononucleotide.

Un aiuto specifico nei casi di diabete di tipo 2

Il NMN consente di prolungare l'aspettativa di vita, ma è promettente anche nel trattamento del diabete di tipo 2. Tale patologia degenerativa è strettamente legata al consumo eccessivo di calorie e grassi che invadono le vie metaboliche adattative. Gli studi esistenti relativi a tale sostanza dimostrano che l'NMN migliora la tolleranza al glucosio ripristinando i tassi di NAD+ nei topi. Esso migliora la sensibilità all'insulina nel fegato, ripristina l'espressione dei geni legati allo stress ossidativo, la risposta infiammatoria e il ritmo circadiano, attivando la SIRT1.

Durante un convegno sulla biologia dell'invecchiamento organizzato dalla Fondazione medica Ellison, il Dr. Shin-Ichiro Imai ha dimostrato che le sirtuine sono necessarie affinché la restrizione calorica possa migliorare l'attività dell'oressina, un ormone del cervello che aumenta la sensibilità cellulare all'insulina e impedisce l'aumento del grasso corporeo. Ma le sirtuine da sole non sono sufficienti, e, affinché tali processi si verifichino, deve essere presente anche il NAD+ cellulare. Quest'ultimo diminuisce soltanto con l'età e con una dieta ricca di grassi.
La buona notizia annunciata dal Dr. Imai è che nei topi che hanno ricevuto l'NMN, i ricercatori hanno riscontrato un aumento della sintesi del NAD+,suggerendo che l'NMN potrebbe essere un trattamento per il diabete di tipo 2.

Il nicotinammide mononucleotide, assunto alla dose giornaliera media di 125 mg o 1 capsula, potrebbe quindi contribuire, nell'uomo come nei topi, a invertire il processo naturale dell'invecchiamento. Secondo il Prof. Sinclair, tale sostanza agisce rapidamente e potrebbero beneficiarne anche i giovani.

Da cosa è composto Nicotinamide Mononucleotide

Nicotinammide mononucleotide
Nucleotide

Domande? Dubbi?

Prove sperimentali portatrici di speranze per contrastare l'invecchiamento
L'NMN è stato oggetto di una sperimentazione condotta presso la Harvard Medical School dal Prof. David Sinclair sui topi, che ha permesso di ottenere notevoli risultati clinici, che potrebbero dare origine a nuovi trattamenti contro l'invecchiamento e le patologie legate all'età.
Il Prof. Sinclair e i suoi collaboratori hanno iniettato tale sostanza rara in topi di due anni. Hanno riscontrato, dopo una sola settimana di trattamento, dei miglioramenti notevoli a livello muscolare (atrofia muscolare ridotta), una maggiore resistenza all'insulina e una diminuzione dell'infiammazione, che ha reso tali topi non distinguibili da altri giovani animali. Il Dr. Nigel Turner, farmacologo presso l'Università australiana del NSW, ha affermato: «È come se un uomo di sessant'anni somigliasse per qualche verso a un giovane di venti.» E il Prof. Sinclair aggiunge: «Se tali risultati vengono mantenuti, l'invecchiamento può essere una condizione reversibile, se trattata in fretta.»
Ripristinare la comunicazione tra i mitocondri e il nucleo cellulare
I mitocondri si trovano al centro del problema. Quando non comunicano più in maniera corretta tra di loro e con il nucleo cellulare, è quasi come se le cellule vengano private della loro batteria energetica, il loro nucleo si atrofizza e l'invecchiamento diventa inevitabile.
Secondo il Prof. David Sinclair, «Il processo d'invecchiamento funziona come una coppia sposata: quando i coniugi sono giovani, la comunicazione funziona, ma, nel corso del tempo, essa si interrompe. Proprio come in una coppia, il ripristino della comunicazione ha risolto il problema.»
Così, per questo ricercatore, la degenerazione della funzione e della comunicazione mitocondriale rappresenta un fenomeno reversibile! Egli spiega che il NAD+ rappresenta il pilastro centrale della comunicazione cellulare. Esso diminuisce notevolmente con l'età e, al fine di evitarne la perdita, al momento si conoscono solo rimedi come l'esercizio fisico intenso o la restrizione calorica.
Nel rapporto pubblicato nella rivista Cell, i ricercatori hanno chiaramente stabilito che l'iniezione di NMN negli animali si trasforma in NAD, al fine di riparare i canali di comunicazione alterati, in un tempo molto breve (meno di una settimana).
La relazione d'attività stabilita dal Prof. Sinclair, che era in origine degli studi sul resveratrolo, ha dimostrato che l'NMN è stato in grado di attivare tutti i sette geni SIRT coinvolti nell'aumento della longevità.

Recensioni

La valutazione di questo prodotto è di 4.7 su 5 stelle.
Abbiamo raccolto 24 recensioni.

75%

21%

4%

0%

0%

Eccellente 24 Recensioni
Vov Oo

12 giugno 2024

Je recommande fortement !

Jdo

20 maggio 2024

Apparemment redonne un peu d'énergie au bout d'une semaine. A confirmer dans le temps.

Sol

18 maggio 2024

Muy buen producto, se notan sus efectos beneficiosos

Berney Jacques

18 aprile 2024

Bon produit une qualité supérieure

M. Jacquot

12 aprile 2024

impossible de mesurer l effet.que faudrait-il doser,?

Hai bisogno di aiuto?

Telefono

Chiamaci:
+39 06 53 26 13 95
dalle 9:00 alle 18:00

Domande frequenti

Trova le risposte alle domande più frequenti

Modulo di contatto

Non riesci a trovare la risposta alla tua domanda sul sito e vuoi contattarci direttamente?
Scrivici
Pagamento protetto
32 anni di esperienza
Soddisfatti
o rimborsati
Invio rapido
Consultazione offerta