0
it
US
WSM
223036319
Il carrello è vuoto
Menu

In magazzino

Saikosaponin A

Saikosaponina Un integratore alimentare diBupleurum falcatum

3 recensioniLeggi le recensioni

Questo nuovo disintossicante cellulare a target genetico potrebbe allungare la vita attivando il gene p16, soppressore tumorale.

Acquistalo subito

15 Caps. veg.

55.00 €

Consegna automatica

15 Caps. veg.

55.00 €

50.60 €

Vorrei

ogni

Saikosaponin A

Vegano
Senza glutine
Senza nanoparticelle
Senza eccipienti controversi
Senza lattosio
Senza edulcoranti
Il combattimento intrapreso contro i danni dell'invecchiamento e per l'allungamento della durata della vita umana è sempre frenetico. I recenti progressi nel campo della genetica generano nuove grandi speranze1.

Gli scienziati hanno fatto una scoperta genetica che, secondo loro, potrebbe allungare la vita umana e proteggere anche contro il cancro. Esperimenti condotti su topi hanno dimostrato che la loro durata di vita poteva essere prolungata fino al 45%, senza tumori cancerosi. Ciò significa che un essere umano potrebbe vivere, in determinate condizioni, fino ad un'età prossima ai 125 anni e senza cancro, poiché i geni ritenuti responsabili sono presenti naturalmente nel topo e nell'uomo, e hanno ruoli identici.

Genetisti ed esperti in oncologia arrivano alle stesse conclusioni in materia di identificazione e uso di questi geni:
    • Il gene della telomerasi migliora il sistema immunitario e consente in particolare l'allungamento dei telomeri - i filamenti posti alle estremità dei cromosomi - più corti. RIsponde all'astragaloside IV e al cicloastragenolo.
    • Il gene P53 (chiamato "soppressore tumorale") viene attivato specificamente dal resveratrolo e suoi derivati.
    • Infine, il gene P16, anch'esso un "Tumor Suppressor Gene" (gene oncosoppressore), completa la gamma controllando le mitosi cellulari anarchiche. La concentrazione del gene P16, che aumenta con l'invecchiamento dei tessuti, ha consentito di prendere in considerazione l'uso recente come analisi del sangue di riferimento in qualità di marker del livello di invecchiamento cellulare.
In una conferenza, Manuel Serrano, ricercatore spagnolo del CNIO, ha detto: "Quando si attivano il gene P53 e P16 nei topi, l'incidenza del cancro è quasi ridotta a zero." Ricercatori spagnoli hanno scoperto che l'attivazione di tre geni: quello della telomerasi, il gene P53 e il gene P16 "Tumor Suppressor Gene" (gene oncosoppressore) costituiva una parte di grande importanza nella lotta contro l'insorgenza e per la regressione dei tumore per apoptosi (morte cellulare programmata). E hanno aggiunto: "Non non crediamo che i topi abbiano vissuto più a lungo perché non hanno avuto il cancro, ma perché questi geni proteggono contro l'invecchiamento."

È la prima volta che gli scienziati sono stati in grado di estendere la durata della vita dei topi in questo modo (con l'inserimento di una copia aggiuntiva di tre geni), proteggendoli anche dal cancro. In precedenza, i topi invecchiavano senza cancro, ma la loro durata di vita non risultava significativamente modificata. E solo la restrizione calorica consentiva di estendere la loro aspettativa di vita. Questi topi transgenici, autorizzati a riprodursi, hanno rafforzato il loro nuovo modello di DNA, creando così un gruppo di "supertopi", più longevi, in grado di vivere quattro anni e mezzo, mentre vivono, in media, tre anni, e in particolare godendo di una protezione ottimale contro il cancro.

Quando la ricerca occidentale incontra la medicina tradizionale cinese...

Il Bupleurum falcatum appartiene alla famiglia delle Apiaceae e fa parte delle piante utilizzate nella medicina tradizionale cinese e giapponese. È comunemente considerato un disintossicante cellulare che aiuta a combattere le infezioni croniche e gli stati infiammatori (in particolare le epatiti). Più recentemente, il Bupleurum ha visto aumentare la sua popolarità a seguito dei risultati ottenuti nel trattamento del cancro. I suoi principi attivi sono saikosaponine A, B, C e D. Tra di esse, è la forma A ad essere particolarmente interessante, sebbene sia rarissima. Infatti, questo glicoside triterpenico è una forma molto rara e costosa da ottenere perché bisognerebbe consumare 50 grammi di Bupleurum per ottenere 4 mg di saikosaponina A. È quindi per attivare questo gene P16, il gene oncosoppressore, che è stata selezionata e isolata questa nuova sostanza di origine vegetale2. Diversi studi hanno dimostrato l'effetto immunosoppressivo della saikosaponina A. Infatti, in modo dose-dipendente, inibisce significativamente la proliferazione e l'attivazione delle cellule T e induce l'apoptosi delle cellule tumorali per via mitocondriale, suggerendo un potenziale trattamento delle malattie infiammatorie e autoimmuni3, 4. Uno studio ha associato la saikosaponina A all'astragaloside IV. Si è riscontrato che i topi trattati vivevano significativamente più a lungo rispetto ai topi di controllo, indipendentemente dallo stato di avanzamento del tumore. I ricercatori cinesi hanno anche scoperto che i topi portatori di tumori variabili, la cui dieta era stata arricchita con saikosaponina A, avevano una maggiore longevità rispetto ai topi sani. Questa ricerca animale emozionante ha portato allo sviluppo di trattamenti sull'uomo nei reparti oncologici di diversi ospedali cinesi.

Da cosa è composto Saikosaponin A

Saikosaponina A
Molecola / Complesso molecolare

Domande? Dubbi?

Le corrette associazioni per amplificare gli effetti
La saikosaponina A vede i suoi benefici effetti amplificati se combinata, ma allo stesso tempo, con altre sostanze anti-invecchiamento. L'assunzione di saikosaponina A è quindi consigliata in modo intermittente o alternato, ogni due settimane, con quella di astragaloside IV o cicloastragenolo, che attivano il gene della telomerasi, e con il resveratrolo e suoi derivati, che attivano il gene P53. Anche se non si dispone della prospettiva necessaria per stabilire un protocollo rigoroso di somministrazione, ci si può basare su:
- Assunzione di saikosaponina A in dose di 4 mg la sera e astragaloside IV e/o cicloastragenolo al mattino.
- Un'alternanza di queste sostanze, una un giorno e l'altra il successivo. Finora, non sono stati riportate reazioni avverse.
Precauzioni per l'uso: poiché la saikosaponina A è un vasodilatatore, simile alla niacina, le persone che utilizzano vasodilatatori coronarici, le donne in stato di gravidanza e le donne in allattamento non devono utilizzare la saikosaponina A.

Recensioni

La valutazione di questo prodotto è di 5 su 5 stelle.
Abbiamo raccolto 3 recensioni.

100%

0%

0%

0%

0%

Eccellente 3 Recensioni
Nuria

20 febbraio 2024

Excelente

Guinot

11 aprile 2019

Les études publiées montrent l’intérêt de ce produit. Aux doses préconisées je n'ai pas ressenti d'effets indésirables et je suis en très bonne forme. Je prends ce produit une semaine sur deux en alternant avec du resvératrol l'autre semaine. Je laisserai passer quelques mois avant de refaire une cure de deux mois

Steinborn

30 luglio 2018

Sehr gute Qualität. Gute Resultate. Muss aber über längere Zeit eingenommen werden.

Hai bisogno di aiuto?

Telefono

Chiamaci:
+39 06 53 26 13 95
dalle 9:00 alle 18:00

Domande frequenti

Trova le risposte alle domande più frequenti

Modulo di contatto

Non riesci a trovare la risposta alla tua domanda sul sito e vuoi contattarci direttamente?
Scrivici
Pagamento protetto
32 anni di esperienza
Soddisfatti
o rimborsati
Invio rapido
Consultazione offerta