0
it
US
WSM
228608508
Il carrello è vuoto
Menu

4 integratori alimentari per eliminare la stanchezza [VIDEO]

Vi sentite stanchi, esausti, sfiniti... ? Rudy Lanza, consulente naturopata di SuperSmart, vi spiega quali sono le sostanze naturali più efficaci per combattere la stanchezza.

4 integratori alimentari anti-fatica

(Trascrizione sotto il video)

Vi sentite spesso stanchi/e, esausti/e, sfiniti/e ...? In questo video, vi indico i 4 integratori alimentari più efficaci per dire addio alla stanchezza.

Buongiorno a tutte e a tutti!

Se siete spesso stanche e stanchi, cercate innanzitutto di dormire bene 8 ore a notte e di praticare attività fisica durante il giorno, due elementi molto importanti per rimettervi in forma. Non esitate, comunque, a consultare un medico se la stanchezza persiste.

Spesso, si scopre che l'affaticamento è dovuto a una semplice carenza di sostanze nutritive. L'apporto di alcuni integratori può quindi aiutarvi enormemente ad uscire dalla nebbia e darvi una vera e propria sferzata di energia.

Magnesio, altamente efficace contro la stanchezza

In primo luogo, il magnesio.

La mancanza di magnesio può causare stanchezza mattutina, mancanza di entusiasmo, irritabilità, mal di testa, crampi muscolari, sonno di scarsa qualità ... Infatti, questo oligoelemento gioca un ruolo importante nel tono dell’umore e nella vitalità (1).

Ad esempio, agisce come regolatore del sistema nervoso centrale.

Svolge anche un ruolo nell'assorbimento dell’ossigeno da parte dei muscoli, da qui il suo interesse per gli atleti che desiderano evitare l'affaticamento muscolare.

Sappiate che lo stress ha anche la particolarità di esaurire più rapidamente le riserve di magnesio. Gli ormoni dello stress, infatti, aumentano l'escrezione di magnesio, fatto che può causarne la carenza. Questa carenza stessa vi rende più sensibili allo stress, stress che eliminerà ancora più magnesio ... Un vero circolo vizioso!

Quindi assicuratevi di gestire meglio lo stress e fare il pieno di questo minerale anti-fatica. Consumate germe di grano, mandorle, verdure verdi, cioccolato fondente ... Per assunzioni più sostanziose, puntate su un integratore alimentare di magnesio, idealmente nella sua forma di orotate, il più biodisponibile per l’organismo.

I benefici energetici della vitamina C

In secondo luogo, la vitamina C.

La vitamina C è essenziale per la sintesi di diversi neurotrasmettitori come la dopamina, la quale ci aiuta a rimanere svegli, attenti e motivati.

La vitamina C è anche un famoso antiossidante. È infatti in grado di intrappolare i radicali liberi, che danneggiano la funzione energetica delle cellule.

Si noti che questa vitamina svolge anche un ruolo nel corretto assorbimento del ferro. La carenza di vitamina C e la carenza di ferro vanno quindi generalmente di pari passo. Il ferro è un componente chiave dell'emoglobina, la quale trasporta l'ossigeno alle cellule e fornisce loro energia duratura.

In breve, la carenza di vitamina C significa affaticamento, bassa energia e inoltre disturbi della concentrazione.

Fortunatamente, possiamo trovare la vitamina C nei peperoni, negli agrumi, nei kiwi, nei broccoli e negli spinaci. Sul versante degli integratori, la vitamina C è particolarmente ben assorbita nella sua forma liposomiale (vedi Liposomal Vitamin C), cioè protetta da un sottile strato lipidico che la difende dai succhi gastrici e le permette di raggiungere facilmente le cellule.

Ginseng per rimanere svegli e vigili

Terzo, Una pianta regina in Asia, il ginseng è presente nella farmacopea asiatica da più di 6.000 anni. È la pianta medicinale più famosa in materia di vitalità.

Molti studi hanno dimostrato le sue virtù stimolanti sulle funzioni cognitive, immunitarie e sessuali. Una revisione della letteratura scientifica, basata su 8 diversi studi clinici, ha evidenziato che l'assunzione di ginseng diminuisce la gravità e la durata della fatica cronica, senza problemi di intolleranza alla pianta.

Le sue virtù sono dovute in particolare ai suoi principi attivi unici chiamati ginsenosidi, di cui più di un centinaio sono stati scoperti fino ad oggi. Questi ginsenosidi supportano il metabolismo energetico, combattono l'infiammazione e lo stress ossidativo e promuovono un buon flusso sanguigno al cervello. Tutto questo ci mantiene più svegli e concentrati.

Ridurre la stanchezza con le vitamine del gruppo B

E quarto, vitamine del gruppo B.

Le vitamine B1, B2, B3, B5, B6, B8, B9 e B12 sono fortemente coinvolte nella produzione di energia e nel corretto funzionamento del sistema nervoso. La maggior parte delle vitamine di questa famiglia aiuta il nostro corpo a convertire le calorie che ingeriamo inATP , una forma di energia utilizzata direttamente dalle cellule.

La carenza di vitamine del gruppo B può causare grave affaticamento, perdita di capelli e disturbi cognitivi (2).

Le principali fonti alimentari di vitamine del gruppo B sono semi, carni, frattaglie, uova, legumi o verdure, frutta, latticini...

Una riflessione particolare va dedicata alla vitamina B12, che si trova principalmente nei prodotti animali. Il suo livello è spesso troppo basso nei vegetariani, nei vegani, negli anziani e nelle persone con scarso assorbimento intestinale.

Grazie per aver guardato il video! Se vi è piaciuto, non dimenticate di lasciare un like o un commento e iscrivetevi al canale.

A presto !

Bibliografia

  1. Schwalfenberg GK, Genuis SJ. The Importance of Magnesium in Clinical Healthcare. Scientifica (Cairo). 2017;2017:4179326. doi: 10.1155/2017/4179326. Epub 2017 Sep 28. PMID: 29093983; PMCID: PMC5637834.
  2. O'Leary F, Samman S. Vitamin B12 in health and disease. Nutrients. 2010 Mar;2(3):299-316. doi: 10.3390/nu2030299. Epub 2010 Mar 5. PMID: 22254022; PMCID: PMC3257642.

Commenti

Devi accedere al tuo conto per poter lasciare un commento

Questo articolo non è stato ancora commentato, inserisci la prima recensione

Pagamento protetto
32 anni di esperienza
Soddisfatti
o rimborsati
Invio rapido
Consultazione offerta