0
it
US
WSM
222667784
Il carrello è vuoto
Menu
Benefici i rischi del cibo crudo

Cibo crudo: quali sono i benefici? E quali sono i rischi? [VIDEO]

Rudy Lanza, consulente naturopata di SuperSmart, vi informa sui vantaggi ma anche sui pericoli del cibo crudo.

(Trascrizione sotto il video)

Si sente sempre più spesso parlare di “crudivorismo”, la prassi alimentare di mangiare esclusivamente cibo crudo.

Quali sono i benefici del cibo crudo e i loro pericoli? Questo è ciò che vedremo in questo video.

Definizione di alimentazione cruda

Prima di tutto, come definire l’alimentazione cruda?

In linea di principio, qualsiasi cibo non cotto è considerato crudo:

  • frutta fresca, essiccata o a guscio;
  • molte verdure fresche (chiamate anche verdure crude);
  • prodotti a base di carne cruda come bistecca alla tartara o pesce sushi, ecc.

Benefici del cibo crudo

Ma quali sono i benefici dei cibi crudi?

Innanzitutto, gli appassionati di cibi crudi sostengono che mangiare crudo aiuta a conservare tutte le vitamine e altri nutrienti presenti nell’alimento. Questo è ovviamente vero se frutta o verdura sono fresche poiché alcune sostanze, ad esempio, la quercetina, sono sensibili al calore.

Tuttavia, va notato che alcune componenti importanti e sani vengono scomposti e assorbiti dal corpo solo quando vengono riscaldati.

Un altro vantaggio interessante:

  • il consumo di verdure crude può aiutare a perdere peso cosa che può essere desiderabile e salutare per le persone in sovrappeso.
  • Poiché i cibi crudi sono meno facili da digerire rimangono più a lungo nel tratto gastrointestinale e pertanto si raggiunge il livello di sazietà più velocemente.
  • Inoltre, i crudivori rinunciano più facilmente al cibo spazzatura e agli alimenti trasformati.

Mangiare cibi crudi: quali sono i pericoli?

Tuttavia, mangiare esclusivamente crudo vi fa correre dei rischi?

Una dieta composta solo da cibi crudi può facilmente portare a carenze, le quali causano problemi di salute. Le vitamine del gruppo B sono contenute principalmente negli alimenti a base di carne che sono raramente consumabili se crudi. I crudisti i flexivori i vegetariani e i vegani farebbero quindi bene ad assumere le vitamine del gruppo B, in particolare la vitamina B12.

Ad esempio, possono optare per il nostro integratore alimentare Methylcobalamine, la forma di B12 più assimilabile dall’organismo.

In termini di comfort digestivo, d'altra parte, poiché molte sostanze indesiderabili vengono normalmente distrutte dalla cottura, le verdure crude causano spesso gonfiore, senso di pesantezza allo stomaco e diarrea.

Perché cuciniamo il cibo?

Ma a proposito perché di solito cuciniamo il nostro cibo? Nessuna specie animale riscalda il cibo, tranne noi!

Alcuni scienziati ritengono che la nostra abitudine di cucinare il cibo sia una delle ragioni del successo della specie umana e che la cottura prima della carne, poi delle verdure, siano i principali fattori che hanno dato corso alla nostra evoluzione verso l'Homo sapiens. L'uomo ha probabilmente scaldato la carne per un milione di anni e le verdure per almeno 170.000 anni.

Va detto che i vantaggi della cottura sono numerosi:

  • il calore rompe le strutture dure delle fibre vegetali e carnee risparmiando così tempo ed energia per i processi di masticazione e digestione;
  • la cottura distrugge le tossine e i germi tossici;
  • nella fase in cui i bambini sono in grado di deglutire e digerire cibi cotti e pastosi è più facile svezzarli. Ciò ha permesso di aumentare il numero di figli per ogni donna;
  • la cottura permise anche l'accesso a più fonti di cibo e di conseguenza più possibilità per andarlo a cercare. Quindi c'era più tempo per dedicarsi ad altre attività che fanno parte della cultura umana.

Da allora, gli esseri umani dipendono da fonti di cibo ad alta densità di energia. Infatti, ad eccezione della recente tendenza a considerare il cibo crudo non conosciamo nel mondo culture o popoli che si nutrono solo di cibi non cotti. Quindi vedete che il cibo crudo ha innegabili vantaggi, ma anche svantaggi.

Ecco perché, come la maggior parte dei nutrizionisti e dei medici raccomando sempre una dieta equilibrata sia servendosi di cibi crudi che di cibi cotti.

Bibliografia

  1. Abraham K, Trefflich I, Gauch F, Weikert C. Nutritional Intake and Biomarker Status in Strict Raw Food Eaters. Nutrients. 2022 Apr 21;14(9):1725. doi: 10.3390/nu14091725. PMID: 35565694; PMCID: PMC9105765.
  2. Cunningham E. What is a raw foods diet and are there any risks or benefits associated with it? J Am Diet Assoc. 2004 Oct;104(10):1623. doi: 10.1016/j.jada.2004.08.016. PMID: 15389429.

Commenti

Devi accedere al tuo conto per poter lasciare un commento

Questo articolo non è stato ancora commentato, inserisci la prima recensione

Pagamento protetto
32 anni di esperienza
Soddisfatti
o rimborsati
Invio rapido
Consultazione offerta