0
it
US
SuperSmartSuper-nutrition Blog
X
× SuperSmart Acquistare per problema di salute Acquistare per ingrediente I prodotti più venduti novità Promozioni Il mio conto Smart Prescription Blog Programma di fidelizzazione Lingua: Italiano
Home Acquistare per problema di salute Antietà Nicotinamide Mononucleotide + AMPK Booster
Nicotinamide Mononucleotide + AMPK Booster
Nicotinamide Mononucleotide + AMPK Booster Nicotinamide Mononucleotide + AMPK Booster Nicotinamide Mononucleotide + AMPK Booster
Nicotinamide Mononucleotide + AMPK Booster
Antietà Recensioni dei clienti
80.00 €(88.34 US$) in magazzino
Descrizione
Integratore di nicotinamide mononucleotide (NMN) per la longevità
  • Può migliorare la risposta metabolica all'invecchiamento.
  • Coinvolto nei benefici apportati da un ridotto apporto calorico.
  • Può contrastare l'invecchiamento vascolare.
L'enzima cellulare che promuove la longevità e riduce l'immagazzinamento dei grassi.
-
+
aggiungi al carrello
Lista dei desideri
AMPK BoosterAll'interno di ogni cellula, un enzima chiave del metabolismo, l'AMPK (proteina chinasi attivata dall'adenosina monofosfato) svolge un ruolo fondamentale nell'omeostasi energetica e agisce come commutatore e regolatore della durata della vita. L'AMPK viene espressa in vari tessuti (fegato, cervello, muscolo scheletrico), dove agisce come un « interruttore generale del metabolismo » regolando diversi sistemi intracellulari. Essa svolge un ruolo fondamentale nella longevità in buona salute.
Nel corso degli anni, l'attivazione dell'AMPK cellulare diminuisce, con un conseguente aumento di peso, poiché è questa che determina la composizione corporea in grasso e quindi predispone alle malattie legate al sovrappeso.

La maggior parte degli esseri umani delle società occidentali consumano attualmente un eccesso di calorie, compromettendo funzioni vitali come l'assorbimento del glucosio e dei grassi del sangue e causando l'accumulo di rifiuti cellulari e l'alterazione dei geni della longevità. Ciò si traduce in aumento di peso indesiderato, diabete, malattie degenerative e morte prematura. Sono poche le persone in grado di rispettare una restrizione calorica, ma gli scienziati hanno fortunatamente identificato questo enzima cellulare, l'AMPK, che, una volta attivato, imita gli effetti benefici osservati durante una dieta, tra cui la perdita di grasso corporeo in eccesso.

In studi preclinici, il miglioramento dell'attività dell'AMPK è stata associata a:
    • un aumento dal 20 al 30% della durata della vita;
    • una diminuzione della lipogenesi (deposito di grasso, e soprattutto di quello addominale, particolarmente pericoloso);
    • una stimolazione dell'ossidazione degli acidi grassi;
    • un aumento della sensibilità all'insulina;
    • una modulazione della secrezione di insulina da parte delle cellule beta del pancreas;
    • un miglior assorbimento cellulare di glucosio;
    • la riduzione del colesterolo e dei trigliceridi;
    • l'abolizione dell'infiammazione cronica;
    • una migliore attivazione dell'enzima SIRT1 (in modo analogo al resveratrolo) e del gene p53 (un gene soppressore dei tumori).
Stimolazione naturale dell'AMPK

Per contrastare l'invecchiamento risulta dunque essenziale ripristinare la produzione dell'AMPK. A tal proposito, esistono una serie di mezzi o di sostanze:
    • l'esercizio fisico, anche se i suoi benefici risultano essere più modesti negli anziani;
    • la restrizione calorica o l'assunzione di sostanze che producono gli stessi effetti, come il resveratrolo o l'ossalacetato;
    • l'AMPK Booster, risultato di recenti ricerche scientifiche, che comprende tre estratti di piante in grado di riattivare questo enzima cellulare:
- Il crespino (Berberis vulgaris), un alcaloide isochinolina, si è rivelato, attraverso la ricerca, una sostanza di prima scelta per attivare l’AMPK e agire così su più parametri:
    contribuisce al mantenimento dell'equilibrio energetico e alla regolazione dell'assunzione di cibo;
    regola l'assorbimento di zuccheri, riduce la glicemia e migliora la sensibilità delle cellule all'insulina, aumentando la produzione del trasportatore GLUT4;
    stimola il metabolismo degli acidi grassi nei mitocondri, consentendo la riduzione dei livelli di colesterolo LDL e dei trigliceridi.
    Pertanto, svolge un ruolo importante nella prevenzione delle malattie metaboliche come l'obesità e il diabete di tipo II.
    Paragonabile alla metformina, viene meglio tollerato nel sistema digestivo e non necessita di prescrizione medica.
    Studi recenti, che confermano l'attivazione dell'AMPK da parte del crispino, hanno dimostrato che esso promuove la multimerizzazione dell'adiponectina in multimeri HMW (ad alto peso molecolare). Questi ultimi sono metabolicamente più attivi e strettamente associati alla sensibilità delle cellule all'insulina. Sebbene il crispino inibisca l'espressione dell'adiponectina, l'attivazione dell'AMPK da parte del crispino promuove la multimerizzazione dell'adiponectina e quindi limita l'obesità e le complicazioni a essa collegate.
- La Gynostemma pentaphyllum (o Jiaogulan), standardizzato in gineposidi, ha ugualmente dimostrato la sua capacità di attivare l'AMPK. Questa pianta, tradizionalmente utilizzata in medicina asiatica, è talvolta definita erba dell'immortalità, poiché non solo aumenta la longevità, ma possiede molte altre proprietà come quella antiossidante, adattogena, anti-aterosclerotica, anti-ipertensiva.
Attivando l'AMPK, i ricercatori hanno scoperto che l'assunzione di questa pianta aumenta il consumo dei grassi e l'assorbimento cellulare del glucosio. Gli esperimenti condotti sulle colture cellulari hanno dimostrato che essa può raddoppiare la quantità di grassi consumati e aumentare di 1,7 volte l'assorbimento cellulare di glucosio.
In uno studio preclinico, i topi obesi che hanno ricevuto un'integrazione con Gynostemma pentaphyllum, hanno presentato un'impressionante diminuzione dei marcatori associati all'obesità e alle malattie a essa correlate. In otto settimane, gli scienziati hanno osservato:
    una riduzione dell'8,1% del peso corporeo;
    una riduzione del 10,3% del grasso profondo;
    una riduzione del 15,5% del grasso addominale;
    una riduzione del 18,8% del volume del fegato;
    una riduzione del 14,2% del colesterolo.
Analogamente, i ratti obesi che hanno ricevuto l'integrazione per soli quattro giorni, hanno mostrato, rispetto al gruppo di controllo, una riduzione dei livelli di trigliceridi (33%), colesterolo totale (13%), colesterolo LDL (33%) e glicemia postprandiale (20%).
In un altro studio, i ratti diabetici che hanno ricevuto un'integrazione di Gynostemma pentaphyllum per tre settimane, hanno mostrato un miglioramento della tolleranza al glucosio del 35% e una riduzione della produzione di glucosio e di glicogeno nel fegato.
Questi risultati evidenziano l'enorme impatto benefico dell'attivazione dell'AMPK nella diminuzione degli zuccheri e dei grassi circolanti.
Gli studi sugli umani condotti in laboratorio hanno confermato che la maggior parte dei ricercatori ha concluso che questa pianta stimola l'attività dell'AMPK e offre dei vantaggi riguardo alla longevità.
- La fisetina, un flavonoide estratto della pianta Buxus sinica, invia un segnale di attivazione (come l'Epitalon) alle cellule portatrici di geni della longevità, in modo analogo alla restrizione calorica, ma senza modificare l'assunzione di cibo. La fisetina, in alcuni studi, ha inoltre dimostrato la propria attività antitumorale e antiangiogenica. Come attivatore dell'AMPK, attraverso un processo di fosforilazione, essa inibisce il percorso di segnalazione Mtor e provoca l'apoptosi cellulare nel temibile melanoma umano.

Il ripristino dell'attività enzimatica da parte dell'AMPK permette non solo di ritrovare un aspetto giovane, ma anche di aiutare a gestire il peso in modo sicuro. Infatti, con l'attivazione dell'AMPK, le cellule si trovano in modalità « sopravvivenza » e non immagazzinano più nuovo grasso; al contrario, esse bruceranno in anticipo il nuovo grasso che si andrà a formare. Questo fenomeno è simile al processo di restrizione calorica.

L'AMPK Booster è dunque una formulazione innovativa che combina le migliori sostanze promuovendo l'attivazione o la riattivazione dell'AMPK cellulare e offrendo molteplici vantaggi:
    • negli animali, contribuisce a prolungare la vita del 20-30%;
    • riduce la glicemia aumentando la captazione di glucosio cellulare;
    • inibisce la sintesi di grassi in eccesso e aumenta la loro combustione;
    • riduce i livelli di trigliceridi nel sangue;
    • si oppone alla degenerazione del fegato;
    • aumenta il numero di nuovi mitocondri sani.
composizioneAMPK Booster
Dose giornaliera: 3 capsule
Numero di dosi per scatola: 30
Quantità per dose
Estratto di Gynostemma pentaphyllum standardizzato al 98% di gineposidi 550 mg
Estratto di Berberis vulgaris standardizzato al 97% di barberina 600 mg
Estratto di Buxus sinica standardizzato al 98% di fisetina 70 mg
Altri ingredienti: Gomma acacia, farina di riso.
Consigli di utilizzoAMPK Booster
Adulti. Assumere due capsule a pranzo e una capsula a cena.
Nicotinamide Mononucleotide 125 mgTrovare un modo per arrestare il processo di invecchiamento è un sogno che va avanti da generazioni. Questo sogno sta diventando realtà, dal momento che alcuni scienziati australiani e americani ritengono di aver trovato un mezzo, non per premere il tasto «pausa», ma per "riavvolgere" il processo!

Il nicotinammide mononucleotide (NMN) è un precursore della biosintesi del NAD+ (nicotinammide adenina dinucleotide) e del NADH. Questa nuova sostanza non deve essere confusa con altre già presenti sul mercato, ad esempio il nicotinammide riboside (NR), anche se presentano alcune proprietà in comune, in particolare a livello di geni. L'NMN è molto più potente dell'NR.

Prove sperimentali portatrici di speranze per contrastare l'invecchiamento

L'NMN è stato oggetto di una sperimentazione condotta presso la Harvard Medical School dal Prof. David Sinclair. Essa è stata condotta sui topi e ha permesso di ottenere notevoli risultati clinici, che potrebbero dare origine a nuovi trattamenti contro l'invecchiamento e le patologie legate all'età (cancro e diabete di tipo 2).
Il Prof. Sinclair e i suoi collaboratori hanno iniettato tale sostanza rara in topi di due anni. Hanno riscontrato, dopo una sola settimana di trattamento, dei miglioramenti notevoli a livello muscolare (atrofia muscolare ridotta), una maggiore resistenza all'insulina e una diminuzione dell'infiammazione, che ha reso tali topi non distinguibili da altri giovani animali. Il Dr. Nigel Turner, farmacologo presso l'Università australiana del NSW, ha affermato: «È come se un uomo di sessant'anni somigliasse per qualche verso a un giovane di venti.» E il Prof. Sinclair aggiunge: «Se tali risultati vengono mantenuti, l'invecchiamento può essere una condizione reversibile, se trattata in fretta.»

Ripristinare la comunicazione tra i mitocondri e il nucleo cellulare

I mitocondri si trovano al centro del problema. Quando non comunicano più in maniera corretta tra di loro e con il nucleo cellulare, è quasi come se le cellule vengano private della loro batteria energetica, il loro nucleo si atrofizza e l'invecchiamento diventa inevitabile.
Per il Prof. David Sinclair, «Il processo d'invecchiamento funziona come una coppia sposata: quando i coniugi sono giovani, comunicano bene, ma, nel corso del tempo, la comunicazione si interrompe. E, proprio come in una coppia, il ripristino della comunicazione ha risolto il problema.»
Così, per questo ricercatore, la degenerazione della funzione e della comunicazione mitocondriale rappresenta un fenomeno reversibile! Egli spiega che il NAD+ rappresenta il pilastro centrale della comunicazione cellulare. Esso diminuisce notevolmente con l'età e, al fine di evitarne la perdita, al momento si conoscono solo rimedi come l'esercizio fisico intenso o la restrizione calorica.
Nel rapporto pubblicato nella rivista Cell, i ricercatori hanno chiaramente stabilito che l'iniezione di NMN negli animali si trasforma in NAD, al fine di riparare i canali di comunicazione alterati, in un tempo molto breve (meno di una settimana).
La relazione d'attività stabilita dal Prof. Sinclair, che era in origine degli studi sul resveratrolo, ha dimostrato che l'NMN è stato in grado di attivare tutti i sette geni SIRT coinvolti nell'aumento della longevità.
Il Prof. Sinclair ritiene che il nicotinammide mononucleotide sia l'origine di un nuovo «superdrug», che potrà prevenire il cancro (attraverso l'inibizione dell'HIF-1, una molecola che interferisce con la comunicazione intracellulare e svolge un ruolo nella cura del cancro) o il morbo di Parkinson, e consentirà di aumentare l'aspettativa di vita fino a cento cinquant'anni!

Cos'è il NAD+

Il NAD+ è un coenzima della ossidoriduzione presente in tutte le cellule viventi. È composto da due nucleotidi collegati tramite il loro gruppo fosfato. Un nucleotide contiene un'adenina, l'altro un nicotinammide. Esso aiuta gli enzimi a trasferire gli elettroni durante le reazioni di ossidoriduzione per formare l'ATP. Serve quindi per fornire energia, ma il suo tasso diminuisce in più della metà delle cellule di un organismo anziano. I mitocondri producono una quantità inferiore di energia e la cellula invecchia. Fortunatamente, tale processo non è irreversibile e i meccanismi di energia intracellulari potrebbero essere ripristinati se aumentano i livelli di NAD+.
Inoltre, il NAD è un cofattore essenziale degli enzimi chiave della longevità, chiamati sirtuine, che esso attiva direttamente. Queste sirtuine sono fondamentali per l'aspettativa di vita, poiché disattivano determinati geni che portano all'invecchiamento tramite il processo infiammatorio.
Pertanto, la diminuzione combinata delle sirtuine 1 e 3, associata a quella del NAD+, possono causare fenomeni di degenerazione cerebrale, infiammazione vascolare, affaticamento, perdita di forza muscolare, deposito di grasso nel fegato e nella regione addominale e insulino-resistenza, che comportano direttamente la sindrome metabolica.
Tutti questi fenomeni possono essere invertiti attraverso la restrizione calorica o l'integrazione di nicotinammide mononucleotide.

Un aiuto specifico nei casi di diabete di tipo 2

Il NMN consente di prolungare l'aspettativa di vita, ma risulta essere promettente anche nel trattamento del diabete di tipo 2. Tale patologia degenerativa è strettamente legata al consumo eccessivo di calorie e grassi che invadono le vie metaboliche adattative. Gli studi esistenti relativi a tale sostanza dimostrano che l'NMN migliora la tolleranza al glucosio ripristinando i tassi di NAD+ nei topi. Esso migliora la sensibilità all'insulina nel fegato, ripristina l'espressione dei geni legati allo stress ossidativo, la risposta infiammatoria e il ritmo circadiano, attivando la SIRT1.

Durante un convegno sulla biologia dell'invecchiamento organizzato dalla Fondazione medica Ellison, il Dr. Shin-Ichiro Imai ha dimostrato che le sirtuine sono necessarie affinché la restrizione calorica possa migliorare l'attività dell'oressina, un ormone del cervello che aumenta la sensibilità cellulare all'insulina e impedisce l'aumento del grasso corporeo. Ma le sirtuine da sole non sono sufficienti, e, affinché tali processi si verifichino, deve essere presente anche il NAD+ cellulare. Quest'ultimo diminuisce soltanto con l'età e con una dieta ricca di grassi.
La buona notizia annunciata dal Dr. Imai è che nei topi che hanno ricevuto l'NMN, i ricercatori hanno riscontrato un aumento della sintesi del NAD+, suggerendo che l'NMN potrebbe rappresentare un eventuale trattamento per il diabete di tipo 2.

Il nicotinammide mononucleotide, assunto alla dose giornaliera media di 125 mg o 1 capsula, potrebbe quindi contribuire, nell'uomo come nei topi, a invertire il processo naturale dell'invecchiamento. Secondo il Prof. Sinclair, tale sostanza agisce rapidamente e potrebbero beneficiarne anche i giovani sani.
composizioneNicotinamide Mononucleotide 125 mg
Dose giornaliera: 1 capsula
Numero di capsule per confezione: 30
Quantità per dose
Nicotinammide mononucleotide 125 mg
Altri ingredienti: gomma d'acacia.
Consigli di utilizzoNicotinamide Mononucleotide 125 mg
Adulti. Prendere 1 capsula al giorno. Ciascuna capsula contiene 125 mg di nicotinammide mononucleotide.

Pacchetti sinergia

Iscriviti alla nostra newsletter
e ottieni il 5% di sconto fisso
La nostra selezione di articoli
La curcuma smantella un trituratore di proteine coinvolto nel cancro

Se sei interessato/a ai farmaci naturali, non puoi ignorare questa pianta che viene soprannominata "il sole in polvere" e che è apprezzata dalle popolazioni asiatiche da migliaia di anni: la curcuma.

La conversazione sul cancro che avresti voluto leggere prima

Alimentazione, impatto dello stress, cause possibili delle mutazioni, spiegazione dei fenomeni... Due interlocutori esplorano in profondità gli aspetti del cancro.

L'uva, parola d'ordine per la salute in autunno!

L'uva è senza dubbio il frutto di riferimento durante la stagione autunnale! Questo piccolo frutto deve il proprio successo anche al delizioso gusto zuccherino. Ma soprattutto agli innumerevoli benefici per la salute.

Nicotinamide Mononucleotide + AMPK Booster
-
+
80.00 €
(88.34 US$)
aggiungi al carrello
© 1997-2019 Supersmart.com® - Tutti i diritti di riproduzione riservati
© 1997-2019 Supersmart.com®
Tutti i diritti di riproduzione riservati
x
secure