0
it
US
WSM
233664867
Il carrello è vuoto
Menu

Cinque suggerimenti per preservare la memoria

Gli studi sono unanimi: il declino cerebrale non deve essere visto come inevitabile! È possibile agire per proteggere, rafforzare e stimolare le funzioni cognitive. Scoprite i nostri cinque consigli per preservare la memoria.

Stimolare la memoria con tutti i mezzi

Il declino cognitivo è una realtà, ma non una fatalità. Può essere ritardato, e persino invertito, concentrandosi sulla plasticità neurale; si tratta della capacità del tessuto nervoso di ristrutturarsi e rimodellarsi nel tempo. In altre parole, le connessioni neurali possono essere stimolate o addirittura rigenerate.

Ecco alcune idee per stimolare e preservare la vostra memoria:

  • Ricapitolare mentalmente la propria giornata;
  • Ricordare i bei momenti della settimana;
  • Condividere i ricordi con la famiglia e gli amici;
  • Fare i cruciverba;
  • Optare per giochi di parole;
  • Imparare le parole di una canzone;
  • Imparare a memoria una poesia;
  • Fare teatro;
  • Ecc.

Siate consapevoli che esistono anche prodotti in grado di stimolare le capacità cognitive. Alcuni di essi sono stati utilizzati per secoli per i loro benefici sulla funzione neurale. Questi includono il fungo nootropico Hericium erinaceus, meglio conosciuto come Lion’s Mane Mushroom.

Svolgere attività fisica quotidiana

I benefici dell'attività fisica sono innumerevoli. È stato infatti ampiamente dimostrato che aiuta a combattere il declino delle funzioni cognitive. L'attività fisica quotidiana stimola l'ossigenazione delle cellule cerebrali. Molte attività fisiche fanno lavorare anche la memoria.

Prendiamo l'esempio della danza: bisogna memorizzare e ricordare i movimenti e la loro sequenza. Lo stesso vale per lo yoga, il pilates, la ginnastica o l'acquagym. Inoltre, non bisogna dimenticare che l'attività fisica non comprende solo lo sport. Il giardinaggio è un ottimo esempio di attività fisica che mobilita la memoria. Combinare l'attività fisica e l'attività intellettuale è senza dubbio uno dei modi migliori per preservare la memoria.

Prestare attenzione all’alimentazione per preservare la memoria

Il cervello è un organo complesso che consuma molta energia: richiede dieci volte più energia rispetto alla media degli altri organi. Il cervello da solo monopolizza fino al 40% dell'assunzione di carboidrati. Spesso è consigliabile preferire l'assunzione di carboidrati da alimenti a basso indice glicemico (legumi, cereali integrali, ecc.) che rilasciano gradualmente il glucosio nel sangue.

Anche il cervello ha bisogno di lipidi, in particolare di acidi grassi omega 3. Questi ultimi sono utilizzati nella composizione delle membrane neuronali. È stato dimostrato che la carenza di omega 3 ha un impatto sulle funzioni cerebrali e favorisce i disturbi cognitivi. A livello cerebrale è opportuno prestare particolare attenzione all'acido docosaesaenoico (DHA). Alcuni studi hanno dimostrato che questo acido grasso contribuisce al normale funzionamento del cervello e aiuta a preservare la memoria.

Preservare la memoria contrastando i radicali liberi

I radicali liberi sono tra i principali nemici del corpo. Sono elementi ossidanti il cui accumulo provoca innumerevoli danni cellulari. A livello cerebrale, i neuroni non sono immuni. Per questo motivo è spesso consigliabile affidarsi al potere protettivo degli antiossidanti. Questi includono la curcumina presente nella curcuma, gli antociani estratti dalle bacche, il resveratrolo dell'uva o l’epigallocatechina gallato del tè verde. In grado di contrastare l'aggressione dei radicali liberi, questi antiossidanti naturali sono preziosi alleati nella protezione del cervello.

Commenti

Devi accedere al tuo conto per poter lasciare un commento

Questo articolo non è stato ancora commentato, inserisci la prima recensione

Pagamento protetto
32 anni di esperienza
Soddisfatti
o rimborsati
Invio rapido
Consultazione offerta