0
it
US
WSM
222173397
Il carrello è vuoto
Menu
Pirosi

Bruciore di stomaco: che cosa fare?

Il bruciore di stomaco è uno dei dolori gastrici più comuni e colpisce oltre la metà della popolazione dopo i 50 anni. I nostri consigli per “spegnere le fiamme”.

Bruciore di stomaco: sintomi

Il bruciore di stomaco o pirosi si manifesta con una sensazione dolorosa nella regione epigastrica (regione superiore dell’addome) che può estendersi dietro lo sterno e nella gola. Si manifesta più frequentemente dopo un pasto e si accentua quando ci si piega in avanti, ci si sdraia o si pratica dell’attività fisica.

Questa sensazione è spesso legata al rigurgito acido, il sintomo principale del reflusso gastroesofageo (MRGE) che si riferisce al passaggio cronico del contenuto dello stomaco nell’esofago (1).

Bruciore di stomaco: cause

Il bruciore di stomaco che si verifica occasionalmente, ad esempio dopo un pasto troppo abbondante, non desta preoccupazione. Diventa tuttavia problematico quando si verifica quotidianamente.

Malfunzionamento dello sfintere esofageo inferiore

Il nostro stomaco è dotato di meccanismi anti-reflusso che dovrebbero impedire al bolo alimentare di risalire verso l’esofago e il principale tra questi è lo sfintere esofageo inferiore (SEI), una specie di valvola di congiunzione tra esofago e cardias (orifizio di sbocco nello stomaco). Quando il SEI non si chiude completamente, lascia fuoriuscire i succhi gastrici che attaccano e danneggiano le pareti esofagee (2).

Questo rilassamento eccessivo del SEI è accentuato da alcuni comportamenti che indeboliscono il tono dello sfintere o causano una distensione dello stomaco: pasti troppo abbondanti, masticazione insufficiente, consumo eccessivo di bevande gassate (3-4)…

Bruciore di stomaco e gravidanza

La gravidanza esercita una pressione ascendente nell’addome che può causare un malfunzionamento del SEI (5). Per le stesse ragioni, il sovrappeso, l’uso di indumenti stretti alla cintura o una fermentazione intestinale eccessiva aggravano il reflusso gastrico (6-7).

Ernia iatale

L’ernia iatale si verifica quando la porzione superiore dello stomaco risale dall’addome nella cavità toracica. Nelle cosiddette ernie “da scivolamento”, il SEI subisce le pressioni del diaframma durante la respirazione e può perdere di tenuta (8).

Bruciore di stomaco e stress

Che sia fisico o psicologico, lo stress favorisce il bruciore di stomaco perché ritarda lo svuotamento, accentua la distensione, aumenta l’acidità gastrica e mantiene uno stato di infiammazione cronica (9).

Uso eccessivo di alcuni farmaci

È ormai scientificamente provato che l’aspirina e i farmaci antinfiammatori non steroidei (FANS) assunti a lungo termine indeboliscono ed erodono la mucosa gastrica (10).

Bruciore di stomaco: che cosa mangiare?

Per quanto riguarda l’alimentazione, si raccomanda di ridurre il consumo di alcol e di alcuni alimenti irritanti per la mucosa gastrica, come le spezie, il pomodoro, l’aglio, lacipolla, gli agrumi, il sale, lo zucchero e l’aceto. I grassi, in particolare quelli saturi, rallentano lo svuotamento gastrico e sono quindi da limitare, così come il caffè, il e il cioccolato che riducono il tono del SEI (11). In pratica, è necessario dare la priorità alla propria tolleranza personale.

Alcuni alimenti sono neutri o protettivi contro i disturbi gastrici: un buon apporto di proteine magre (pollame, pesce, ecc.) rafforzerebbe il tono del SEI (12), mentre le verdure verdi e gli amidi in quantità ragionevoli sono generalmente ben tollerati.

È meglio mangiare la frutta fresca lontano dai pasti per limitare la fermentazione. Tra gli alimenti più consigliati contro il reflusso acido citiamo la banana, la mela, la pera o la papaya (13).

Bruciore di stomaco: farmaci allopatici

In caso di acidità di stomaco e reflusso acido, non esitare a chiedere consiglio al medico che, dopo una valutazione, potrà proporti il trattamento adatto. I farmaci antiacidi da banco tamponano l’eccesso di acidità; sebbene agiscano rapidamente, offrono solo un sollievo temporaneo che costringe a ripeterne l’assunzione e non risolvono la causa del problema.

Gli inibitori della pompa protonica (IPP) sono tra i farmaci più prescritti dai medici per il trattamento del reflusso gastrico. Riducendo la secrezione di acido cloridrico (la componente acida del succo gastrico), riducono la virulenza del bruciore di stomaco e favoriscono la cicatrizzazione delle lesioni.

Se assunti a lungo termine, tuttavia, presenterebbero degli effetti indesiderati: aumento del rischio cardiovascolare, malassorbimento di vari nutrienti (calcio, magnesio, ferro e vitamina B12), dipendenza (14), ecc.

Si noti che in alcuni casi di reflusso grave, si può prendere in considerazione un intervento chirurgico per stringere la valvola tra esofago e stomaco.

Come alleviare il bruciore di stomaco in modo naturale?

Le buone abitudini anti-reflusso nella vita quotidiana

  • Limitare o meglio eliminare il tabacco che riduce la salivazione, irrita la mucosa gastrica e diminuisce la pressione dello sfintere inferiore (15).
  • Masticare bene il cibo per prepararne la digestione.
  • Frazionare eventualmente i pasti per evitare che siano troppo abbondanti.
  • Rimanere in posizione eretta per 1-2 ore dopo i pastie attendere almeno 3 ore prima di praticare sport.
  • Indossare abiti larghi che non comprimono la vita.
  • Sollevare la testata del letto di 10-15 cm per ridurre il bruciore di stomaco durante la notte.
  • Cercare di perdere qualche chilo se si è in sovrappeso o obesi.
  • Controllare lo stress attraverso tecniche di rilassamento (meditazione, yoga, coerenza cardiaca, ecc.).

Alleviare il bruciore di stomaco con l’argilla verde

In caso di bruciore di stomaco, prepara un cataplasma di argilla verde (mescolandolo con acqua) che applicherai sullo stomaco in uno strato spesso 3 cm. Copri con un panno umido e lascia in posa da 20 minuti a 3 ore.

Bruciore di stomaco e miele

In virtù delle sue proprietà antiossidanti, il miele aiuterebbe a prevenire i danni alle cellule del tratto digerente; la sua consistenza pastosa, inoltre, gli permetterebbe di aderire alla parete gastrica per proteggerla dall’eccesso di acidità (16). Tra le varietà più ambite si annoverano i mieli di tarassaco, acacia, melissa e manuka.

Bruciore di stomaco quotidiano: gli integratori in soccorso

Una volta fatta la diagnosi, alcuni integratori alimentari possono essere abbinati con cura ai trattamenti convenzionali.

La liquirizia (Glycyrrhiza glabra) favorisce la salute gastrointestinale stimolando la produzione di muco da parte dello stomaco (17). Tuttavia, a causa dell’alto contenuto di glicirrizina, l’assunzione di dosi elevate causerebbe degli effetti collaterali (mal di testa, disturbi cardiaci, aumento della pressione sanguigna) (18). Per sfruttare il suo potenziale in modo sicuro, opta per una forma deglicirrizzinata (come DGL, garantita senza glicirrizina e ottenuta dalle radici di liquirizia, la parte più studiata per i suoi effetti sullo stomaco).

Originario del bacino del Mediterraneo, il lentisco (Pistacia lentiscus L.) dà una resina chiamata mastice di Chios. Formando una pellicola protettiva sulla parete dello stomaco, potrebbe limitare l’adesione di alcuni patogeni coinvolti nel reflusso gastroesofageo (l’estratto di pistacchio Mastic Gum è standardizzato al 10% di acidi masticonici per un’azione rinforzata) (19).

Merita di essere menzionata anche la possibilità di un’infezione da Helicobacter pylori (20). Si stima che 1 occidentale su 4 lo ospiti nella sua mucosa gastrica e, sebbene possa rimanere silente, a volte si manifesta in maniera evidente con dolori digestivi o lo sviluppo di un’ulcera. Recentemente, un particolare ceppo di lattobacilli ha dimostrato la capacità di legarsi a questo batterio (si veda la formula H. Pylori Fight, che punta sul ceppo brevettato Pylopass™ derivato da L. reuteri) (21).

IL CONSIGLIO DI SUPERSMART

##TPL_ARTICOLI:0501,0207,0748##

Bibliografia

  1. Antunes C, Aleem A, Curtis SA. Gastroesophageal Reflux Disease. [Updated 2022 Jul 4]. In: StatPearls [Internet]. Treasure Island (FL): StatPearls Publishing; 2023 Jan-. Available from: https://www.ncbi.nlm.nih.gov/books/NBK441938/
  2. Clarrett DM, Hachem C. Gastroesophageal Reflux Disease (GERD). Mo Med. 2018 May-Jun;115(3):214-218. PMID: 30228725; PMCID: PMC6140167.
  3. Shukla A, Meshram M, Gopan A, Ganjewar V, Kumar P, Bhatia SJ. Ingestion of a carbonated beverage decreases lower esophageal sphincter pressure and increases frequency of transient lower esophageal sphincter relaxation in normal subjects. Indian J Gastroenterol. 2012 Jun;31(3):121-4. doi: 10.1007/s12664-012-0206-0. Epub 2012 Jul 12. PMID: 22791463.
  4. Zhang M, Hou ZK, Huang ZB, Chen XL, Liu FB. Dietary and Lifestyle Factors Related to Gastroesophageal Reflux Disease: A Systematic Review. Ther Clin Risk Manag. 2021 Apr 15;17:305-323. doi: 10.2147/TCRM.S296680. PMID: 33883899; PMCID: PMC8055252.
  5. Vazquez JC. Heartburn in pregnancy. BMJ Clin Evid. 2015 Sep 8;2015:1411. PMID: 26348641; PMCID: PMC4562453.
  6. Mitchell DR, Derakhshan MH, Wirz AA, Ballantyne SA, McColl KEL. Abdominal Compression by Waist Belt Aggravates Gastroesophageal Reflux, Primarily by Impairing Esophageal Clearance. 2017 Jun;152(8):1881-1888. doi: 10.1053/j.gastro.2017.02.036. Epub 2017 Mar 3. PMID: 28267445.
  7. Vaishnav B, Bamanikar A, Maske P, Reddy A, Dasgupta S. Gastroesophageal Reflux Disease and its Association with Body Mass Index: Clinical and Endoscopic Study. J Clin Diagn Res. 2017 Apr;11(4):OC01-OC04. doi: 10.7860/JCDR/2017/24151.9562. Epub 2017 Apr 1. PMID: 28571180; PMCID: PMC5449826.
  8. Smith RE, Shahjehan RD. Hiatal Hernia. [Updated 2022 Aug 22]. In: StatPearls [Internet]. Treasure Island (FL): StatPearls Publishing; 2023 Jan-. Available from: https://www.ncbi.nlm.nih.gov/books/NBK562200/
  9. Song EM, Jung HK, Jung JM. The association between reflux esophagitis and psychosocial stress. Dig Dis Sci. 2013 Feb;58(2):471-7. doi: 10.1007/s10620-012-2377-z. Epub 2012 Sep 22. PMID: 23001402; PMCID: PMC3576549.
  10. Schneider JL, Zhao WK, Corley DA. Aspirin and nonsteroidal anti-inflammatory drug use and the risk of Barrett's esophagus. Dig Dis Sci. 2015 Feb;60(2):436-43. doi: 10.1007/s10620-014-3349-2. Epub 2014 Sep 12. PMID: 25213077; PMCID: PMC4304909.
  11. Newberry C, Lynch K. The role of diet in the development and management of gastroesophageal reflux disease: why we feel the burn. J Thorac Dis. 2019 Aug;11(Suppl 12):S1594-S1601. doi: 10.21037/jtd.2019.06.42. PMID: 31489226; PMCID: PMC6702398.
  12. Ebrahimi-Mameghani M, Sabour S, Khoshbaten M, Arefhosseini SR, Saghafi-Asl M. Total diet, individual meals, and their association with gastroesophageal reflux disease. Health Promot Perspect. 2017 Jun 14;7(3):155-162. doi: 10.15171/hpp.2017.28. PMID: 28695104; PMCID: PMC5497367.
  13. Winter C, Hartl S, Kolb D, Leitinger G, Roblegg E. Investigations to Evaluate Gastric Mucoadhesion of an Organic Product to Ameliorate Gastritis. 2020 Apr 7;12(4):331. doi: 10.3390/pharmaceutics12040331. PMID: 32272788; PMCID: PMC7238041.
  14. Ahmed A, Clarke JO. Proton Pump Inhibitors (PPI) [Updated 2022 Jul 25]. In: StatPearls [Internet]. Treasure Island (FL): StatPearls Publishing; 2023 Jan-. Available from: https://www.ncbi.nlm.nih.gov/books/NBK557385/
  15. Ness-Jensen E, Lagergren J. Tobacco smoking, alcohol consumption and gastro-oesophageal reflux disease. Best Pract Res Clin Gastroenterol. 2017 Oct;31(5):501-508. doi: 10.1016/j.bpg.2017.09.004. Epub 2017 Sep 7. PMID: 29195669.
  16. Math MV, Khadkikar RM, Kattimani YR. Honey--a nutrient with medicinal property in reflux. Indian J Med Res. 2013 Dec;138(6):1020-1. PMID: 24521651; PMCID: PMC3978955.
  17. Murray MT. Glycyrrhiza glabra (Licorice). Textbook of Natural Medicine. 2020:641–647.e3. doi: 10.1016/B978-0-323-43044-9.00085-6. Epub 2020 Jul 10. PMCID: PMC7348626.
  18. Omar HR, Komarova I, El-Ghonemi M, Fathy A, Rashad R, Abdelmalak HD, Yerramadha MR, Ali Y, Helal E, Camporesi EM. Licorice abuse: time to send a warning message. Ther Adv Endocrinol Metab. 2012 Aug;3(4):125-38. doi: 10.1177/2042018812454322. PMID: 23185686; PMCID: PMC3498851.
  19. Soulaidopoulos S, Tsiogka A, Chrysohoou C, Lazarou E, Aznaouridis K, Doundoulakis I, Tyrovola D, Tousoulis D, Tsioufis K, Vlachopoulos C, Lazaros G. Overview of Chios Mastic Gum (Pistacia lentiscus) Effects on Human Health. Nutrients. 2022 Jan 28;14(3):590. doi: 10.3390/nu14030590. PMID: 35276949; PMCID: PMC8838553.
  20. Parikh NS, Ahlawat R. Helicobacter Pylori. [Updated 2022 Aug 8]. In: StatPearls [Internet]. Treasure Island (FL): StatPearls Publishing; 2023 Jan-. Available from: https://www.ncbi.nlm.nih.gov/books/NBK534233/
  21. Buckley M, Lacey S, Doolan A, Goodbody E, Seamans K. The effect of Lactobacillus reuteri supplementation in Helicobacter pylori infection: a placebo-controlled, single-blind study. BMC Nutr. 2018 Dec 7;4:48. doi: 10.1186/s40795-018-0257-4. PMID: 32153909; PMCID: PMC7050722.

Commenti

Devi accedere al tuo conto per poter lasciare un commento

Questo articolo non è stato ancora commentato, inserisci la prima recensione

Pagamento protetto
32 anni di esperienza
Soddisfatti
o rimborsati
Invio rapido
Consultazione offerta