0
it
US
WSM
222179477
Il carrello è vuoto
Menu
Sintomi di una carenza di magnesio

Quali sono i sintomi di una carenza di magnesio?

La carenza di magnesio può avere gravi conseguenze per la salute. Scopri i sintomi che aiutano a identificare una carenza di magnesio.

Che cos’è il magnesio e perché è importante?

Il magnesio è un oligoelemento essenziale per il corretto funzionamento dell’organismo. Questo minerale partecipa a più di 300 reazioni biochimiche fondamentali nel nostro corpo (1).

Contribuisce al funzionamento del sistema nervoso, alla salute delle ossa, dei denti e del sistema muscolare, nonché al funzionamento psicologico.

Nonostante la sua importanza, una percentuale non trascurabile della popolazione soffre di una carenza di magnesio, spesso senza esserne consapevole.

Quali sono i sintomi di una carenza di magnesio?

Sintomi comuni

La carenza di magnesio può manifestarsi in vari modi. I sintomi più comuni includono:

  • stanchezza;
  • crampi muscolari;
  • emicranie;
  • e disturbi del sonno (2).

Anche ansia e nervosismo possono essere sintomi di una carenza di magnesio.

Sintomi meno comuni

Una carenza di magnesio può anche provocare:

  • dolore alle gambe;
  • nausea;
  • sensazione di formicolio e intorpidimento;
  • palpitazioni cardiache;
  • vista offuscata;
  • e anche vertigini.

Se manifesti uno qualsiasi di questi sintomi, è fondamentale consultare un professionista sanitario.

Come riconoscere una carenza di magnesio?

Se sospetti di soffrire di una carenza di magnesio, l’approccio migliore è consultare un medico o un nutrizionista che può eseguire un test specifico, che può identificare con precisione se hai una carenza di magnesio e, in caso affermativo, quanto è grave.

Carenza di magnesio: i rischi

Oltre ai sintomi cronici menzionati in precedenza (affaticamento mentale e fisico, mal di testa frequenti, stress, angoscia, ecc.), la carenza di magnesio prolungata può avere conseguenze più gravi sulla salute, tra cui:

  • osteoporosi;
  • fibromialgia;
  • depressione;
  • diabete di tipo 2;
  • ipertensione arteriosa;
  • e malattie cardiache (3).

È quindi fondamentale garantire un apporto soddisfacente di magnesio.

Quali sono le cause della carenza di magnesio?

Diversi fattori possono provocare una carenza di magnesio. Tra le cause si possono menzionare la cattiva alimentazione, lo stress, l’età, la pratica sportiva intensa, l’abuso di alcol, ecc.

Si annoverano anche alcuni farmaci (pillola anticoncezionale, certi antibiotici, diuretici, trattamenti immunosoppressivi, IPP, ecc.) e condizioni mediche specifiche (malattie intestinali, renali, endocrine, ecc.) (4).

Come trattare una carenza di magnesio?

Alcune regole generali

Per prevenire o correggere una carenza di magnesio, controlla i farmaci che assumi, idratati a sufficienza (per aiutarti ad assimilare i minerali che consumi) e limita il consumo di alcol e caffeina (che interferiscono con l’assorbimento del magnesio).

Inoltre, gestisci lo stress per non esaurire troppo rapidamente le scorte di magnesio (opta per la meditazione, lo yoga, la respirazione profonda, lo sport, ecc.).

Fonti alimentari di magnesio

Soprattutto, assicurati di inserire degli alimenti ricchi di questo minerale nella tua dieta quotidiana, puntando in particolare su quelli riportati qui di seguito.

Semi oleosi

I semi oleosi, come mandorle, noci e sementi, sono fonti ricche di magnesio. Le mandorle, in particolare, forniscono circa 270 mg di magnesio per 100 g, che rappresenta quasi il 72% dell’apporto giornaliero raccomandata per un adulto.

Legumi

I legumi, come lenticchie, fagioli e ceci, sono un’altra ottima fonte di magnesio. Ad esempio, 100 g di ceci contengono circa 115 mg di magnesio.

Cacao

Sorprendentemente, il cacao è una notevole fonte di magnesio. Una tazza di cacao in polvere può contenere fino a 520 mg di magnesio. Prediligi il cacao in polvere non zuccherato e il cioccolato fondente (senza esagerare!).

Cereali integrali

I cereali integrali, in particolare riso integrale e quinoa, apportano una quantità significativa di magnesio.

Prodotti della pesca

Pesci grassi (acciughe, sgombri, ecc.), molluschi e frutti di mare (littorine, gamberetti, cozze, ecc.) sono altrettanto ricchi di magnesio.

Verdure a foglia verde

Le verdure a foglia verde, come spinaci e bietole, sono un’altra eccellente fonte di magnesio.

Integratori di magnesio

Per beneficiare di un apporto più consistente, si possono consigliare anche degli integratori alimentari.

Quali integratori alimentari di magnesio scegliere?

Malato di magnesio, un grande classico

Il malato di magnesio è un’ottima forma classica di magnesio, apprezzato per la sua capacità di chelare l’alluminio, un metallo pesante che può accumularsi nell’organismo. Inoltre, ha una buona tolleranza digestiva e un costo piuttosto accessibile.

I potenti effetti dell’orotato di magnesio

Altrimenti, puoi contare sull’efficacia degli integratori di orotato di magnesio, una forma altamente raccomandata perché contiene acido orotico, che aiuta a trasportare efficacemente il magnesio all’interno dell’organismo, per una biodisponibilità ottimale.

Diverse forme combinate

Alcuni integratori di magnesio efficaci combinano diverse forme dell’oligoelemento per un’azione sinergica (è il caso di OptiMag, che riunisce 8 forme di magnesio: arginato di magnesio, taurinato di magnesio, bisglicinato di magnesio, ecc.)

Particolarità del magnesio treonato

Grande scoperta nel campo della salute cognitiva, infine, il magnesio treonato ha la particolarità di attraversare la barriera ematoencefalica per raggiungere il cervello (5).

IL CONSIGLIO DI SUPERSMART

Bibliografia

  1. Baaij, J.H., Hoenderop, J.G., Bindels, R.J. (2015). Magnesium in man: implications for health and disease. Physiol Rev, 95(1):1-46.
  2. Jahnen-Dechent, W., & Ketteler, M. (2012). Magnesium basics. Clinical kidney journal, 5(Suppl 1), i3-i14.
  3. Serefko, A., Szopa, A., & Poleszak, E. (2013). Magnesium and depression. Magnesium Research, 26(1), 1-16.
  4. Workinger, J. L., Doyle, R. P., & Bortz, J. (2018). Challenges in the diagnosis of magnesium status. Nutrients, 10(9), 1202.
  5. Slutsky, I., Abumaria, N., Wu, L.J., et al. (2010). Enhancement of learning and memory by elevating brain magnesium. Neuron, 65(2), 165-177.

Commenti

Devi accedere al tuo conto per poter lasciare un commento

Questo articolo non è stato ancora commentato, inserisci la prima recensione

Pagamento protetto
32 anni di esperienza
Soddisfatti
o rimborsati
Invio rapido
Consultazione offerta