0
it
US
SuperSmartSuper-nutrition Blog
X
× Acquistare per problema di salute Acquistare per ingrediente I prodotti più venduti novità Promozioni Il mio conto Smart Prescription Blog Programma di fidelizzazione Lingua: Italiano
Home Acquistare per problema di salute Digestione e comfort oro-gastrointestinale Organic acacia + Fructo Oligosaccharides
Organic acacia + Fructo Oligosaccharides
Organic acacia + Fructo Oligosaccharides Organic acacia + Fructo Oligosaccharides Organic acacia + Fructo Oligosaccharides
Organic acacia + Fructo Oligosaccharides
Digestione e comfort oro-gastrointestinale Recensioni dei clienti
26.49 €(29.21 US$) in magazzino
Descrizione
Integratore di frutto-oligosaccaridi per il benessere intestinale
  • Servono come nutrienti per batteri benefici (prebiotici).
  • Contribuiscono a potenziare le difese naturali dell'organismo.
  • Organic Acacia - Una fonte di fibre solubili 100% bio
    • Origine sana e naturale (Acacia senegal e Acacia seyal), 100 % bio
    • Alta tolleranza digestiva (fermentazione progressiva)
    • Aiuta a ridurre gli apporti calorici
    • Contribuisce a mantenere stabile il livello di glicemia1
    -
    +
    aggiungi al carrello
    Lista dei desideri
    Fructo-OligosaccharidesI fruttooligosaccaridi a catena breve sono prodotti a partire da barbabietole da zucchero, grazie all'utilizzo di un enzima prodotto da Aspergillus niger, un fungo microscopico ampiamente utilizzato nell'industria alimentare. Gli effetti degli oligosaccaridi a catena breve sono stati provati in più di 150 studi scientifici e medici a partire da un consumo quotidiano di 2,5 g al giorno.

    ¤ I fruttooligosaccaridi nutrono in maniera selettiva i bifidobatteri, dei batteri benefici della flora intestinale. Un effetto positivo marcato sulla crescita di questi bifidobatteri viene osservato a partire dall'assunzione di 2,5 g quotidiani di fruttooligosaccaridi, che aumenta con una dose che può andare fino a 10 g al giorno. L'effetto bifidogeno compariva solamente quattro giorni dopo l'inizio dell'assunzione di fruttooligosaccaridi.

    ¤ I fruttooligosaccaridi:
      - migliorano il comfort digestivo:

        - dopo 6 settimane di consumo, i dolori addominali diminuiscono significativamente. Il 96% dei soggetti osservano un miglioramento significativo del proprio comfort digestivo e l'83% confermano di sentire un miglior benessere nelle proprie attività quotidiane,
        - l'assunzione quotidiana di 5 g di fruttooligosaccaridi per sei settimane ha diminuito l'intensità e il sopraggiungere di disturbi digestivi, aumentando il comfort digestivo e la qualità di vita in 105 soggetti con leggeri disturbi funzionali intestinali;
      - favoriscono un sistema digestivo sano e la salute del colon. L'assunzione di fruttooligosaccaridi stimola la produzione di acidi grassi a catena breve, in particolare di butirato, il "carburante" del colon. Aumentano i livelli di butirato a partire dalla fermentazione dell'intestino, i fruttooligosaccaridi contribuiscono al mantenimento in buona salute della mucosa intestinale. Hanno anche una tendenza a ridurre il pH del colon, legato alla produzione di acidi grassi a catena breve. Questa diminuzione del Ph contribuisce a mantenere nel colon delle condizioni sane;
      - 8 g quotidiani hanno un'influenza benefica sul profilo lipidico;
      - 10 g quotidiani rinforzano l'assorbimento del magnesio e del calcio; diversi studi hanno mostrato che aumentano l'assorbimento degli isoflavoni dell'alimentazione e migliorano la densità minerale ossea.
    ¤ Numerosi studi hanno dimostrato un effetto benefico sul sistema immunitario con un rinforzo dell'effetto di barriera intestinale e una diminuzione dei batteri potenzialmente patogeni nel sistema intestinale. Modulando la flora intestinale e la fermentazione, esercitano un'influenza maggiore sulla resistenza alle malattie, come tumori o delle patologie infiammatorie.
      - Diminuiscono la colonizzazione dell'intestino da parte di batteri potenzialmente patogeni;
      - interagiscono col sistema immunitario intestinale;
      - modulano eventi cellulari importanti per la prevenzione del cancro.
    Con una struttura molto vicina a quella del saccarosio, i fruttooligosaccaridi si avvicinano a quest'ultimo per il gusto zuccherato e la composizione. Il loro potere a livello di zuccheri equivale a un terzo di quello del saccarosio con solo 2 Kcal per grammo, ovvero due di meno rispetto allo zucchero.
    composizioneFructo-Oligosaccharides
    Dose giornaliera: 10 g
    Numero di dosi per scatola: 20
    Quantita per dose
    Actilight® (fruttooligosaccaridi) 10 g
    Altri ingredienti: maltodestrina.

    Ogni cucchiaio contiene 5 g di Actilight®.
    Actilight® - Syral, Francia.
    Consigli di utilizzoFructo-Oligosaccharides
    adulti. Utilizzare da 1/2 cucchiaio a 2 cucchiai (2,5-10 g) di fruttooligosaccaridi al giorno per zuccherare gli alimenti e le bevande.
    Organic Acacia

    Che cos'è la gomma d'acacia?

    La gomma d'acacia (nota anche come gomma arabica) è un' essudato naturale della linfa raccolta sul tronco e sui rami degli arbusti forestali di alcune specie di acacia. Questa linfa è stata tradizionalmente consumata dalle popolazioni africane e indiane per migliorare il comfort digestivo e il transito intestinale. Si tratta di una complessa miscela di polisaccaridi e glicoproteine, dei composti molto particolari che non sono digeribili dall'organismo umano. Questa caratteristica le permette di sfuggire agli enzimi digestivi e quindi di servire come fonte di energia per alcune specie benefiche della flora intestinale (i probiotici), in particolare i batteri del genere Bifidobacterium e quelli in grado di produrre acido lattico. Risponde quindi alla definizione di "prebiotico" proposta da un gruppo di ricercatori: " Un ingrediente fermentato selettivamente che permette dei cambiamenti specifici nella composizione e nell'attività della microflora intestinale, il che gli conferisce potenziali effetti benefici sul benessere e sulla salute2. "

    Da dove proviene l'Organic Acacia? Come si produce?

    La linfa utilizzata per la produzione di Organic Acacia proviene da due specie di acacia che soddisfano i requisiti dell'agricoltura biologica : l’Acacia senegal (L.) selvaggia e l’Acacia seyal Delile3. Queste due specie sono abbondanti nell'Africa sahariana (Maghreb, Mali, Senegal, Sudan...). L'essudato è prodotto a livello dei tronchi e dei rami quando l'albero subisce degli attacchi fisiologici durante il periodo secco. La produzione di gomma si innesca dopo che i tessuti sono venuti a contatto con l'esterno: possono trattarsi di incisioni volontarie o lesioni causate dal vento, dalla siccità, dalle piante parassite o dagli insetti perforatori. Dopo la raccolta, la linfa si indurisce e viene poi purificata finemente sotto forma liquida per eliminare tutte le impurità (minerali o organiche). Lo sciroppo di gomma ottenuto viene poi sterilizzato ad alta temperatura per un tempo molto breve, quindi essiccato e trasformato in una polvere altamente solubile che viene confezionata in capsule.

    Quali sono i meccanismi di azione della gomma d'acacia?

    La gomma d'acacia contiene dal 90 al 97% di fibre solubili. Sono dei componenti vegetali che resistono agli enzimi digestivi salivari e intestinali e alla flora orale e intestinale.

    Quando arrivano intatti nel colon, si confrontano con più di 400 specie diverse di batteri che convivono con l'uomo. Tra queste specie, alcune sono in grado di usarle come combustibile per aumentare il loro sviluppo: i probiotici, noti per essere benefici per un gran numero di funzioni del corpo umano.

    Alcuni studi in vitro hanno mostrato che, tra i diversi tipi di batteri che colonizzano il colon (benefici o patogeni), sono i ceppi del genere Bifidobacterium che sono più in grado di utilizzare la gomma d'acacia per la loro crescita4. Si tratta di un genere coinvolto nella prevenzione di diverse malattie e nel mantenimento della salute generale.

    Non è tutto, perché la decomposizione di queste fibre scatena a sua volta la produzione di metaboliti, a loro volta positivi per altre specie benefiche: gli acidi grassi a catena corta, prodotti dai bifidobatteri, stimolano così la crescita di alcuni batteri che producono acido lattico.

    Il circolo virtuoso può anche andare oltre poiché, favorendo i batteri benefici, si aumenta la loro capacità di opporsi ai batteri patogeni che cercano anche di colonizzare l'ambiente5.

    In teoria, queste fibre alimentari causano quindi due tipi di cambiamenti:
    • una differenziazione della flora intestinale;
    • una stimolazione dell'attività metabolica (produzione di acidi grassi a catena corta, abbassamento del pH del contenuto luminale)6.

    Che cosa dice la ricerca in merito alla gomma d'acacia?

    La comunità scientifica è molto interessata alle fibre solubili, in particolare alla gomma d'acacia, per un numero crescente di applicazioni.
    Tutte queste applicazioni non sono unanimemente riconosciute dalla comunità scientifica, sia perché si tratta di un settore nuovo e i ricercatori sono ancora solo agli inizi delle loro ricerche, sia perché gli studi in questione a volte si contraddicono, non sono abbastanza precisi, sono di qualità metodologica troppo scarsa o sono interessati a gruppi di popolazione troppo specifici.

    Aumento dei batteri benefici nel colon (bifidobatteri)

    Diversi studi (principalmente alcuni studi in vitro7-8) hanno osservato un aumento dei batteri del genere Bifidobacterium nel colon, a seguito di un'integrazione con gomma d'acacia

    Il ricercatore Wyatt e il suo team9hanno studiato l'evoluzione del numero di batteri del genereBifidobacterium che occupavano il colon di un volontario prima e dopo un'integrazione con gomma d'acacia (10 g al giorno). Hanno riscontrato un aumento significativo.

    L'aumento è stato poi confermato in uno studio in cieco semplice condotto su 10 volontari in buona salute che hanno consumato per 10 giorni gomma d'acacia (10 o 15 g) o un placebo10. Questo effetto è apparso più pronunciato nelle persone che, inizialmente, avevano un numero inferiore alla media di bifidobatteri.

    Diminuzione nei microrganismi patogeni gastrointestinali

    I bifidobatteri inibiscono la crescita dei batteri patogeni, prima per la loro crescita naturale, ma anche per la loro capacità di ridurre il pH nel colon11.

    Due studi (in vitro)12 hanno mostrato la potenziale influenza della gomma d'acacia sulla crescita dei batteri del genere Clostridium e sulla produzione della tossina corrispondente.

    Aumento della produzione degli acidi grassi a catena corta (AGCC) Poiché i batteri di tipo Bifidobacterium producono degli acidi grassi a catena corta, un aumento di questi batteri dovrebbe logicamente essere accompagnato da un aumento della loro produzione.

    Si tratta degli acidi grassi benefici per l'organismo, costituiti per il 95% da acetato, proprionato e butirrato. Sebbene tutti contribuiscano a ridurre il pH dell'ambiente, ciascuno svolge un diverso ruolo aggiuntivo:
      .
    • il butirrato è usato come sostanza di aiuto allo sviluppo da parte delle cellule epiteliali del colon ed è spesso considerato come una molecola chiave coinvolta nel controllo di diverse funzioni fisiologiche (lotta contro la permeabilità intestinale) ;
    • il propionato viene metabolizzato dalle cellule epatiche e potrebbe svolgere un ruolo nella regolazione del metabolismo dei lipidi e degli zuccheri;
    • l’acetato sarebbe piuttosto usato dai tessuti periferici.
    Numerosi studi in vitro13-14 e sugli animali15-16 hanno mostrato che le fibre contenute nella gomma d'acacia hanno causato un aumento degli AGCC, ma nell'uomo i risultati sono più eterogenei. Alcuni ricercatori spiegano questa incoerenza con la difficoltà di contare adeguatamente gli acidi grassi, i quali tendono ad essere rapidamente assorbiti dalle cellule del colon.

    Così, due studi17-18 non hanno potuto dimostrare un aumento della quantità di AGCC dopo un'assunzione giornaliera di 25 e 6 g di gomma d'acacia. Questo aumento della produzione non è stato quindi ufficialmente riconosciuto come un effetto benefico per la popolazione in buona salute.

    Aumento della sazietà

    È riconosciuto che le fibre alimentari contribuiscano a ridurre gli apporti calorici aumentando la sensazione di sazietà: le fibre solubili si gonfiano assorbendo acqua e danno allo stomaco la sensazione fisica di essere piene19-21.

    Altri domini di interesse

    La ricerca continua per le seguenti potenziali applicazioni:
    • la regolazione dei marcatori dell'infiammazione;
    • l'influenza sui sintomi intestinali del colon irritabile e sui sintomi infiammatori le cui manifestazioni hanno un impatto sulla permeabilità della barriera intestinale;
    • l'aiuto al mantenimento del metabolismo renale. Alcuni ricercatori si sono interessati soprattutto alle conseguenze delle diete ad alto contenuto proteico (comuni in Europa e nel Nord America) e ai diversi fattori di rischio (come il diabete di tipo 2, le malattie cardiovascolari e l'ipertensione) sulla funzionalità renale. Alcuni studi suggeriscono che il consumo di fibra di acacia potrebbe presentare un interesse (riduzione dell'uricemia, attacchi di gotta) in questo ambito;
    • contribuendo a mantenere livelli adeguati di colesterolo.

    C'è qualche rischio nell'uso della gomma d'acacia? Delle controindicazioni?

    Nel 2001, l'amministrazione francese ha ufficialmente riconosciuto la gomma d'acacia come una fonte alimentare di fibre solubili (così come lo psillio biondo).

    I dati di studi clinici indicano un'ottima tolleranza digestiva: sono rari flatulenza, gonfiore e altri crampi addominali che spesso accompagnano le fibre solubili. Ciò si spiega con il fatto che la gomma d'acacia viene decomposta più lentamente dai batteri rispetto alla maggior parte degli altri prebiotici e che la produzione totale dei composti di fermentazione (idrogeno, metano, anidride carbonica) sembra meno importante che per i FOS22.
    Per una dose giornaliera di 10 g (ovvero 2 capsule), il numero di feci e il peso fecale non sono comunque modificati.
    Sono stati segnalati casi molto rari di intolleranza allergica alla gomma d'acacia.

    I progressi più recenti della ricerca

    L'effetto di un'integrazione con gomma d'acacia sull'indice del tessuto adiposo viscerale e sulla pressione sanguigna delle persone affette da diabete di tipo 2 - marzo 2018

    Poiché alcuni studi sugli animali hanno mostrato che la gomma d'acacia può migliorare il metabolismo lipidico grazie a un effetto antiossidante e può indurre un miglioramento della funzione capillare, alcuni ricercatori si sono stati interessati al suo effetto sull'indice di tessuto adiposo viscerale. Quest'ultimo è sia un indicatore della distribuzione dei grassi e dell'aumento del rischio di obesità addominale e di ipertrigliceridemia.

    Lo studio25 è stato condotto su 100 persone affette da diabete di tipo 2. Tra queste, 50 hanno assunto quotidianamente un integratore di 30 g di gomma d'acacia, le altre 50 sono state trattate con placebo.

    Il colesterolo HDL (spesso indicato come "colesterolo buono") è aumentato di circa il 20% nelle persone che sono state sottoposte ad integrazione, mentre non è cambiato nel gruppo placebo. I trigliceridi non sono cambiati in nessuno dei due gruppi, mentre l'indice di tessuto adiposo viscerale è stato ridotto del 23,7% nel gruppo sottoposto ad integrazione.

    Dei risultati che ricordano le conclusioni di altri studi (uno sull'uomo26 e due sugli animali27-28), che hanno evidenziato un possibile effetto anti-obesità della gomma arabica. I ricercatori suggeriscono un possibile miglioramento della sensibilità all'insulina e dell'omeostasi glucidica29 per spiegare i loro risultati.

    Nessuno degli autori ha dichiarato alcun conflitto di interessi in relazione alla pubblicazione di questo studio.

    Fermentazione della gomma d'acacia (in vitro): impatto sul microbiota fecale – gennaio 2018

    Due dosi di gomma d'acacia e di frutto-oligosaccaridi (un altro prebiotico) sono stati testati per 48 ore in un sistema artificiale che ricostituiva il colon (stesso pH, stessa temperatura e che comprendeva i ceppi trovati in un colon umano). Sono stati prelevati dei campioni all'inizio dell'esperimento e poi 5 ore, 10 ore, 24 ore e 48 ore dopo.

    Nello studio, la fermentazione della gomma d'acacia ha favorito i bifidobatteri e i Lactobacillus spp, un gruppo di microbi benefici30. L'effetto si è protratto per 10 ore e anche 24 ore dopo, il che potrebbe confermare una fermentazione lenta, come è stato suggerito dagli studi precedenti31. Il numero di batteri patogeni Clostridium histolyticum è diminuito parallelamente alla fermentazione, il che corrisponde a diverse tesi già formulate. Infine, è aumentata anche la produzione di AGCC e in particolare di acetato, propionato e butirrato. Gli effetti dei FOS sono stati paragonabili a quelli della gomma d'acacia.

    Nessuno degli autori ha dichiarato alcun conflitto di interessi in relazione alla pubblicazione di questo studio.

    Le domande frequenti degli utenti di Internet

    Perché l'Organic Acacia ha un prezzo superiore a quello delle altre gomme d'acacia?

    Più di trenta specie di acacie producono delle gomme, ma solo le gomme prodotte da Acacia senegal (gomma dura) da Acacia seyal (gomma friabile) sono di qualità (la gomma prodotta da Acacia senegal è di migliore qualità di quella prodotta da Acacia seyal). Infatti, la linfa utilizzata per la produzione di Organic Acacia proviene da queste due specie ed è certificata come 100% di origine biologica.

    Questa qualità superiore si riflette necessariamente nella remunerazione dei produttori e nel prezzo finale del prodotto commercializzato.

    Perché l'Organic Acacia non è prodotta in Europa?

    Gli alberi da cui si ricava la gomma d'acacia sono particolarmente sensibili ai terreni sabbiosi e alle temperature che rimangono elevate durante tutto l'anno. Non è pertanto possibile produrre gomma d'acacia di origine europea.

    Qual è il peso molecolare della gomma d'acacia?

    È compreso tra 300 e 800 kDa.

    Cosa può essere associato all'Organic Acacia?

    Sotto forma di integratore, la gomma d'acacia è spesso associata ad altre sostanze come il Mastic Gum o a dei probiotici. Le persone che desidererebbero beneficiare contemporaneamente di un effetto disintossicante sul fegato possono optare per il Desmo Forte™ o il LIV 52®.

    L'Organic Acacia va conservata in frigorifero?

    I prebiotici sono resistenti al calore, il che li preserva infatti durante l'intero processo di produzione e ne consente l'inserimento in qualsiasi piatto.

    La produzione di Organic Acacia può essere dannosa per l'ambiente?

    La gomma assicura la protezione e il miglioramento dei terreni in cui cresce: il suo sistema di radici molto ramificato protegge il suolo dall'erosione e stabilizza le dune. Contribuisce inoltre alla fertilizzazione del suolo fornendo una notevole quantità di azoto, fosforo e proteine sotto la sua chioma. Il suo contributo al riciclaggio degli elementi chimici è stato oggetto di diversi studi32-33.

    Le incisioni praticate sull'albero sono fatali?

    L'acacia è robusta: una volta praticata l'incisione, si rigenera a partire dalle prime piogge34.

    La produzione di Organic Acacia può danneggiare le popolazioni locali?

    La produzione della gomma arabica sollecita le popolazioni rurali: il reddito derivante dal suo raccolto spesso si aggiunge a quello derivante dalla vendita del cotone, dei cereali e del bestiame. Si tratta di aree in cui si registrano da 9 a 11 mesi di siccità biologica all'anno e quindi la popolazione fa sempre più affidamento su queste risorse. Soprattutto perché tutte le parti dell'albero possono essere utilizzate dagli agricoltori (foglie, baccelli e frutti), sia per nutrire gli animali, sia come combustibile, sia come fertilizzante.

    Ci sono effetti collaterali derivanti dall'Organic Acacia?

    Gli studi in vitro indicano che la fermentazione delle fibre di acacia è relativamente bassa e quindi non causerebbe effetti collaterali indesiderati nei consumatori in buona salute35.

    Quale dosaggio privilegiare?

    L'effetto sembra significativo con circa 10-15 g/giorno36. Uno studio randomizzato, in doppio cieco, condotto su 96 volontari, ha mostrato che una dose inferiore a 6 g/giorno induceva un aumento davvero significativo dei bifidobatteri rispetto a un gruppo di controllo. D'altra parte, è certo che dosi elevate possono causare degli effetti collaterali come diarrea o disturbi digestivi37.
    Due capsule (2 x 5 g) apportano circa il 40 % della porzione giornaliera raccomandata di fibre (25 g).
    Si consiglia quindi un consumo minimo di 2 capsule per periodo di 24 ore, da diluire in un liquido a scelta (acqua o bevande vegetali), preferibilmente prima dei pasti.

    L'Organic Acacia contiene degli OGM?

    No, è certificata non OGM e di origine biologica. È adatta anche ai vegani e alle persone che seguono una dieta FODMAP.

    Aggiornamento: 30/03/2018

    Bibliografia

    1. EFSA Journal 2010; 8(2):1475
    2. GIBSON G.R., PROBERT H.M., LOO J.V., RASTALL R.A., ROBERFROID M.B., Dietary modulation of the human colonic microbiota : updating the concept of prebiotics. Nutr. Res. Rev. 17 : 259-275, (2004).
    3. CHERBUT C., MICHEL C., RAISON V., KRAVTCHENKO T., SEVERINE M., Acacia gum is a bifidogenic dietary fibre with high digestive tolerance in healthy humans, Microbial Ecology in Health and Disease, 15: 43 -50, (2003).
    4. SALYERS AA. et al., Degradation of polysaccharides by intestinal bacterial enzymes. Am. J. Clin. Nutr. 31:S128-130, (1978).
    5. ROBERFROID M., Prebiotics : the concept revisited, J. Nutr.,137:830S-837S, (2007)
    6. MICHEL C., KRAVTCHENKO T.P., DAVID A., GUENEAU S., KOZOLOWSKI F., CHERBUT C., In vitro prebiotic effects of acacia gums onto the human intestinal microbiota depends on both botanical origin and environmental pH. Anaerobe 1998;257-66.
    7. MARZORATI M., QIN B., HILDEBRAND F., KLOSTERBUER A., ROUGHEAD Z., ROESSLE C., ROCHAT F., RAES J., POSSEMIERS S., 2015. Addition of acacia gum to a FOS/inulin blend improves its fermentation profile in the simulator of the human intestinal microbial ecosystem (SHIMEV R). J. Funct. Foods. 16:211–222.
    8. TERPEND K., POSSEMIERS S., DAGUET D., MARZORATI M. 2013. Arabinogalactan and fructo-oligosaccharides have a different fermentation profile in the Simulator of the Human Intestinal Microbial Ecosystem (SHIMEV R). Environ. Microbiol. Rep. 5:595–603.
    9. WYATT T.M., BAYLISS C.E., HOLCROFT J.D., A change in human faecal flora in response to inclusion of gum arabic in the diet, British Journal of Nutrition, 55, 261–266, (1986).
    10. Gjore NAKOV, Darina GEORGIEVA, Nastya IVANOVA, Stanka DAMYAANOVA, Viktorija STAMATOVSKA, Ljupka NECINOVA, Prebiotic Effects of Inulin and Gum Acacia (REVIEW), Food and Environment Safety, Volume XIV, Issue 2 – 2015, pag. 148 – 156
    11. GIBSON G.R., ROBERFROID M.B. 1995., Dietary modulation of the human colonic microbiota : introducing the concept of prebiotics. J. Nutr. 125:1401–1412
    12. MAY et al., 1994; MICHEL et al., 1998
    13. BOURQUIN L.D., TITGEMEYER E.C., FAHEY G.C. Jr., GARLEB K.A., Fermentation of dietary fibre by human colonic bacteria : disappearance of, short-chain fatty acid production from, and potential water-holding capacity of, various substrates. Scand. J. Gastroenterol. 1993;28:249-55.
    14. TITGEMEYER E.C., BOURQUIN L.D., FAHEY G.C. JR., GARLEB K.A., Fermentability of various fiber sources by human fecal bacteria in vitro. Am. J. Clin. Nutr. 1991;53:1418-24
    15. TOPPING D.L., MOCK S., TRIMBLE R.P., STORER G.B., ILLMAN R.J., Effects of varying the content and proportions of gum arabic and cellulose on caecal volatile fatty acid concentrations in the rat. Nutrition Research 1988;8:1013-20
    16. ANNISON G., TRIMBLE R.P., TOPPING D.L., Feeding Australian Acacia gums and gum arabic leads to non-starch polysaccharide accumulation in the cecum of rats. J.Nutr. 1995;125:283-92.
    17. MCLEAN ROSS A.H., EASTWOOD M.A., BRYDON W.G., ANDERSON J.R., ANDERSON D.M., A study of the effects of dietary gum arabic in humans. Am. J. Clin. Nutr. 1983;37:368-75.
    18. OCHAT F., BAUMGARTNER M., JANN A., ROCHAT C., NIELSEN G., REUTELER G. AND BALLÈVRE O. ,Synergistic effect of prebiotics on human intestinal microflora. 2001 – Ref Type: Personal Communication
    19. MÂLKKI Y. AND VIRTANEN E., 2001, Gastrointestinal Effects of Oat Bran and Oat Gum A Review, Lebensm.- Wiss. u.- Technol. 34; 337-347
    20. NORTON I.T., FRITH W.J., ABLETT S., 2006, Fluid gel mixed fluid gels and satiety, Food Hydrocolloids 20; 229-239
    21. MARCIANI L., GOWLAND P.A., SPILLER R.C., MANOJ P., PRETIMA M., MOORE R.J., YOUNG P., AL-SAHAB S., BUSH D., WRIGHT J., FILLERY-TRAVIS A.J., 2000, Gastric Response to Increased Meal Viscosity Assessed by Echo-Planar Magnetic Resonance Imaging in Humans, The Journal of Nutrition, 130 (1); 122-127
    22. CHERBUT C., MICHEL C., RAISON V., KRAVTCHENKO T.P., MEANCE S., Acacia gum is a bifidogenic dietary fiber with high digestive tolerance in healthy humans. Microbial. Ecol. Health. Dis. 2003;15:43-50.
    23. MCLEAN ROSS A.H., EASTWOOD M.A., BRYDON W.G., BUSUTTIL A., MCKAY L.F., A study of the effects of dietary gum arabic in the rat. Br. J. Nutr. 1984;51:47-56.
    24. MCLEAN ROSS A.H., EASTWOOD M.A., BRYDON W.G., ANDERSON J.R., ANDERSON D.M., A study of the effects of dietary gum arabic in humans. Am. J. Clin. Nutr. 1983;37:368-75.
    25. BABIKER RASHA, ELMUSHARAF KHALIFA et al., Effect of Gum Arabic (Acacia Senegal) supplementation on visceral adiposity index (VAI) and blood pressure in patients with type 2 diabetes mellitus as indicators of cardiovascular disease (CVD): a randomized and placebo-controlled clinical trial, Lipids Health Dis. 2018; 17 : 56. doi: 10.1186/s12944-018-0711-y
    26. BABIKER R., MERGHANI T.H., ELMUSHARAF K., BADI R.M., LANG F., SAEED A.M., Effects of Gum Arabic ingestion on body mass index and body fat percentage in healthy adult females : two-arm randomized, placebo controlled, double-blind trial. Nutr. J. 2012;11(1):111. doi : 10.1186/1475-2891-11-111.
    27. AHMED A.A., MUSA H.H., FEDAIL J.S., SIFALDIN A.Z., MUSA T.H., Gum arabic decreased visceral adipose tissue associated with downregulation of 11β-hydroxysteroid dehydrogenase type I in liver and muscle of mice. Bioact. Carbohydr. Diet Fibre. 2015;6(1):31–36. doi : 10.1016/j.bcdf.2015.06.004.
    28. USHIDA K., HATANAKA H., INOUE R., TSUKAHARA T., PHILLIPS G.O. Effect of long term ingestion of gum arabic on the adipose tissues of female mice. Food Hydrocoll. 2011;25(5):1344–1349. doi : 10.1016/j.foodhyd.2010.12.010
    29. DREW B.G., RYE K.A., DUFFY S.J., BARTER P., KINGWELL B.A., The emerging role of HDL in glucose metabolism. Nat. Rev. Endocrinol. 2012;8(4):237–245. doi : 10.1038/nrendo.2011.235.
    30. OUWEHAND A.C., TIIHONEN K., SAARINEN M., PUTAALA H., RAUTONEN N., 2009. Influence of a combination of Lactobacillus acidophilus NCFM and lactitol on healthy elderly : intestinal and immune parameters. Br. J. Nutr. 101:367–375.
    31. RUSSELL D.A., ROSS R.P., FITZGERALD G.F., STANTON C., 2011. Metabolic activities and probiotic potential of bifidobacteria. Int. J. Food Microbiol. 149:88–105.
    32. DEANS J.D., DIAGNE O., LINDLEY D.K., DIONE M., PARKINSON J.A., 1999. Nutrient and organic-matter accumulation in Acacia senegal fallows over 18 years. Forest Ecology and Management 124 :153-167.
    33. DOMMERGUES Y., 1993. L’atelier sur les symbioses acacias. Bois et Forêts des Tropiques, 238 : 21-34.
    34. GIFFART P.L., 1965. Étude des possibilités du Tchad en gomme arabique. Ministère de la Coopération, Paris, France, 98 p.
    35. CHERBUT C., MICHEL C., RAISON V., KRAVTCHENKO T., SEVERINE M., Acacia gum is a bifidogenic dietary fibre with high digestive tolerance in healthy humans, Microbial Ecology in Health and Disease, 15: 43 -50, (2003).
    36. BARAY S., Chapter 7: Acacia Gum, Section I:Soluble Fibers, In: Fiber Ingredients: Food Applications and Health Benefits, (Edited by Cho S.S., Samuel P.). CRC Press,Taylor & Francis group, 121-131 (2009)
    37. Babiker R, Merghani TH, Elmusharaf K, Badi RM, Lang F, Saeed AM. 2012. Effects of gum Arabic ingestion on body mass index and body fat percentage in healthy adult females: two-arm randomized, placebo controlled, double-blind trial. Nutr J. 201211:111

    composizioneOrganic Acacia
    Dose giornaliera: 2 capsule
    Numero di dosi per scatola: 20

    Quantità
    per dose

    Fibregum™ (gomma d'acacia proveniente dall'agricoltura biologica) 5 g
    Fibregum™, Nexira, Francia.
    Consigli di utilizzoOrganic Acacia
    adulti. Assumere 2 capsule al giorno da diluire in un liquido a scelta (acqua o bevande vegetali).
    Ogni capsula contiene 2,5 g di Fibregum™, gomma d'acacia proveniente dall'agricoltura biologica.

    Pacchetti sinergia

    Iscriviti alla nostra newsletter
    e ottieni il 5% di sconto fisso
    La nostra selezione di articoli
    Probiotici e salute: quali sono i legami?

    Da qualche anno si parla solo di loro! I probiotici, il nuovo Eldorado dei disturbi del transito intestinale, non smettono mai di rivelare i loro punti di forza.

    10 suggerimenti per eliminare il gonfiore addominale

    Addio alla pancia gonfia, ai gonfiori addominali e alle altre flatulenze! Ecco 10 consigli per ritrovare una pancia piatta ed eliminare i problemi di gonfiore addominale.

    Perché e come usare tutti i giorni l'aloe quotidiana!

    Dell’aloe vera ne avrete sicuramente già sentito parlare. Ma conoscete tutti i benefici di questa pianta dalle mille e una virtù? Ecco 10 utilizzi dell'aloe vera ai quali non avevate (per forza di cose) pensato!

    Organic acacia + Fructo Oligosaccharides
    -
    +
    26.49 €
    (29.21 US$)
    aggiungi al carrello
    © 1997-2019 Supersmart.com® - Tutti i diritti di riproduzione riservati
    © 1997-2019 Supersmart.com®
    Tutti i diritti di riproduzione riservati
    x
    secure