0
it
US
SuperSmartSuper-nutrition Blog
X
× SuperSmart Acquistare per problema di salute Acquistare per ingrediente I prodotti più venduti novità Promozioni Il mio conto Smart Prescription Blog Programma di fidelizzazione Lingua: Italiano
Home Acquistare per problema di salute Salute oculare e uditiva Hear loss formula
Novita
Hear loss formula
Hear loss formula Hear loss formula
Hear loss formula
Salute oculare e uditiva Recensioni dei clienti
58.00 €(63.98 US$)
Novita
in magazzino
Descrizione
La formula intelligente per combattere i problemi di udito
  • Aiuta a recuperare dopo una perdita improvvisa o graduale dell'udito.
  • Contiene ginkgo biloba e vinpocetina per migliorare la circolazione del sangue nell'orecchio.
  • Contiene magnesio per prevenire la morte delle cellule ciliate nell'orecchio interno.
  • Contiene numerosi composti eccezionali che aumentano il tasso di produzione dei migliori antiossidanti endogeni (glutatione e superossido dismutasi).
-
+
60 Caps. veg.
aggiungi al carrello
Lista dei desideri
Hear loss formula

Hear loss formula

Hear Loss Formula è un integratore alimentare eccezionale che riunisce i migliori composti per frenare i disturbi dell'udito legati all'età e aiutare a migliorare l'udito.

Formulato a partire dai più recenti studi scientifici, si basa su delle molecole che favoriscono la dilatazione dei vasi sanguigni dell'orecchio interno, aumentano la produzione dei migliori antiossidanti endogeni e combattono contro i radicali liberi che colpiscono il sistema uditivo.

A chi si rivolge l'integratore alimentare Hear Loss Formula?

L'integratore alimentare Hear Loss Formula si rivolge alle persone che desiderano proteggersi dai disturbi dell'udito, specialmente quelli legati all'età (presbiacusia).

Si rivolge anche a tutte le persone che soffrono già di problemi uditivi:

  • perdita dell'udito legata all'età (crescente difficoltà nell'ascolto, interpretazione e comprensione dei suoni del nostro ambiente);
  • perdita dell'udito che si verifica dopo un trauma (cronica o acuta);
  • iperacusia (ipersensibilità a suoni e rumori).
  • acufeni (fischi, ronzii);

Come funziona Hear Loss Formula?

La perdita dell'udito legata all'età è il risultato di un inevitabile deterioramento del sistema uditivo. Col passare del tempo, le 30.000 cellule ciliate dell'orecchio interno (quelle che rilevano i suoni) scompaiono in modo irreversibile o si danneggiano. Il fenomeno, che è simile alla presbiopia, appare dopo i 50 anni e colpisce soprattutto le frequenze più alte. E ovviamente, sono le cellule ciliate più sofisticate che codificano questo tipo di frequenza.

Per ridurre l'intensità di questo fenomeno, il metodo migliore è quello di contrastare i radicali liberi formati nell'orecchio. Questi radicali, in grado di alterare le cellule dell'orecchio, sono generati da molti fattori come il tabacco, il sovrappeso, la cattiva alimentazione, la maggior parte dei farmaci più noti venduti senza prescrizione (che sono ototossici), e in particolare il rumore, sia cronico che occasionale (1). Numerosi studi mostrano che i rumori eccessivi alterano irreversibilmente e meccanicamente le cellule ciliate della coclea per tutto l'arco della vita.

Se il rumore è abbastanza forte, i radicali liberi causano la morte di diverse cellule e causano una reazione di vasocostrizione (restringimento dei vasi sanguigni) nell'orecchio, che contribuisce a una nuova formazione di radicali liberi (2-5), come succede durante un attacco cardiaco. Dopo diversi decenni, l'accumulo di queste morti cellulari provoca una perdita dell'udito invalidante, ma è dopo l'età dei 50 anni che tutto si accelera.

Per contrastare questi fenomeni e ritardare l'invecchiamento dell'orecchio interno, Hear Loss Formula si basa su quattro strategie:

  • Aumentare il tasso di produzione endogena degli antiossidanti più efficaci per l'udito come la superossido dismutasi (6) e il glutatione. Questo è uno dei ruoli del magnesio (7), ma anche quelli dell'acido lipoico e della N-acetilcisteina.
  • Favorire la dilatazione nei piccoli vasi dell'orecchio interno per limitare e riparare i danni inflitti alla coclea dai radicali liberi, o anche aiutare a recuperare una parte delle capacità perse. Il magnesio, la vinpocetina, la quercetina e il ginkgo biloba sono i composti che causano questo effetto in Hear Loss Formula.
  • Limitare l'entrata eccessiva di calcio nelle cellule, un fenomeno che segue un trauma acustico e provoca la morte cellulare.
  • Fornire degli antiossidanti esogeni (e in particolare quelli che hanno degli effetti sinergici con il magnesio) per integrare e potenziare l'azione degli antiossidanti endogeni (8-12). Questo è l'obiettivo della vitamina E, della vitamina D, della quercetina e della vitamina B9.

Cosa contiene Hear Loss Formula?

La formula è stata progettata per incorporare tutte le sostanze nutritive di interesse nella lotta contro i problemi di udito. Il suo dosaggio è stato studiato per rispettare gli equilibri e favorire la migliore sinergia possibile tra i composti.

Magnesio (180 mg al giorno)

Il magnesio (come aspartato di magnesio) è il composto più importante della formula. Aumenta il tasso di produzione della superossido dismutasi (un antiossidante potente), favorisce la vasodilatazione e rallenta l'entrata eccessiva di calcio nelle cellule dell'orecchio a seguito di traumi acustici.

Uno studio clinico di due mesi, in doppio cieco controllato con placebo, ha evidenziato i benefici di un'integrazione giornaliera con magnesio (170 mg) per ridurre i danni inflitti al sistema uditivo in alcuni militari molto esposti ai rumori.

Un estratto superiore di Ginkgo biloba (standardizzato al 24% di ginkgoflavonglucosidi e al 6% di terpenlattoni)

Il ginkgo biloba agisce a due livelli sui disturbi dell'udito.

I flavonoidi, raggruppati sotto il nome di ginkgoflavonglucosidi, agiscono dapprima su tutti i livelli del sistema circolatorio (13). Una volta assorbiti dall’organismo, aiutano a rilassare la resistenza dei capillari, ad aumentare l'irrigazione dell'orecchio interno, a contrastare il fattore di attivazione piastrinica, che favorisce la viscosità del sangue e lo stato infiammatorio dei vasi (14-15). Agiscono anche come giubbotti antiproiettile contro gli agenti ossidanti che causano il danneggiamento dell'udito e fluidificano la circolazione sanguigna (16-17). I terpenlattoni (soprattutto i bilobalidi) contribuiscono maggiormente a consolidare i circuiti neurali coinvolti nell'udito. Aiutano ad aumentare la produzione di energia dei mitocondri nei neuroni e a ridurre la fuga di elementi ossidanti.

In uno studio clinico (18), in doppio cieco e controllato con placebo, un'integrazione con ginkgo biloba (240 mg al giorno) ha permesso alle persone che avevano perso parte delle capacità uditive di recuperarle.

Acido alfa lipoico, N-acetilcisteina e glutatione

L'organismo fabbrica un formidabile antiossidante per contrastare i radicali liberi che possono danneggiare le cellule dell'orecchio: il glutatione. Sfortunatamente, molte situazioni patologiche (stress ossidativo, diabete, cataratta, aterosclerosi ...) e diversi fattori ambientali (inquinamento, fumo di sigaretta) ne riducono considerevolmente la produzione.

Poiché la biodisponibilità del glutatione è piuttosto bassa se assunto per via orale, SuperSmart ha aggiunto due composti che aiutano l'organismo a produrne di più: l'acido alfa-lipoico e la N-acetilcisteina.

Vinpocetina, quercetina e acetil-L-carnitina

La vinpocetina è un derivato della vincamina, un composto naturale che si trova nelle foglie della piccola pervinca e in alcuni semi di piante africane. È usata per trattare la perdita di memoria, ma può anche essere utile per il trattamento della perdita uditiva improvvisa. Agisce allo stesso modo della quercetina, aumentando il flusso sanguigno nel cervello (19).

Nella sua forma "acetilica", la carnitina aiuta a migliorare il danneggiamento dei nervi (20) [questa proprietà è anche sfruttata per combattere il morbo di Alzheimer (21)].

Vitamina D, Vitamina E, Vitamina B9 e Vitamina B12

Queste quattro vitamine stanno diventando sempre più rare nell'alimentazione degli occidentali. Tuttavia, sono indispensabili per il corretto funzionamento dell'udito e la conservazione della sua integrità, oltre a essere coinvolte in molti processi fisiologici, specialmente nel cervello. Una carenza di vitamina D (che è molto comune in inverno) induce malfunzionamenti della coclea.

5 buoni motivi per assumere Hear Loss Formula per prevenire i problemi di udito

  1. Si stima che circa il 70% delle persone subiranno una perdita dell'udito importante dopo l'età dei 70 anni. Spetta a te far parte del restante 30%.
  2. All'interno dell'orecchio circola un fluido che spazza permanentemente i farmaci che si suppone agiscano contro le disfunzioni. È quindi difficile agire sui disturbi dell'udito se non attraverso l'alimentazione.
  3. La perdita dell'udito pone le persone in una situazione invalidante seria : diminuzione delle interazioni con l'ambiente, progressiva esclusione, perdita di stima, depressione, perdita di fiducia, crescente difficoltà nel comunicare...
  4. Più a lungo si attende per agire, più i circuiti neurali non sono abituati ai rumori complessi e più la perdita uditiva peggiora. È un vero circolo vizioso.
  5. Uno studio recente ha evidenziato un collegamento tra perdita dell'udito legata all'età e il declino cognitivo. I disturbi dell'udito possono far precipitare la comparsa di molti problemi cognitivi.

Come ottimizzare l'efficacia di Hear Loss Formula?

Stai cercando di massimizzare gli effetti della formula? Ecco un piano d'azione da seguire parallelamente alla tua integrazione.

1) Adotta un'alimentazione migliore per l'intera durata dell'integrazione.

2) Aumenta significativamente il tuo livello di attività fisica. I cambiamenti metabolici che induce ottimizzano il funzionamento del cervello, quindi quello del sistema uditivo. Per apprezzarli, è necessario praticare un'attività fisica di almeno trenta minuti cinque giorni alla settimana.

3) Evitare il più possibile i livelli sonori elevati e impegnarsi maggiormente in intense interazioni sociali.

Versione: ottobre 2018

Nota : questo prodotto non deve sostituire una dieta diversificata ed equilibrata e uno stile di vita sano. Rispettare le istruzioni per l'uso, la dose giornaliera raccomandata e la data di scadenza. Non raccomandato per donne in gravidanza o in allattamento e bambini sotto i 15 anni. Tenere fuori dalla portata dei bambini. Conservare in un luogo fresco e asciutto.

Bibliografia

  1. Smoking, Smoking Cessation, and the Risk of Hearing Loss: Japan Epidemiology Collaboration on Occupational Health Study. Nicotine & Tobacco Research, 2018; DOI: 10.1093/ntr/nty026
  2. Evans P, Halliwell B. Free radicals and hearing: cause, consequence, and criteria. Ann N Y Acad Sci 1999;884:19–40
  3. Le Prell CG, Yamashita D, Minami SB, Yamasoba T, Miller JM. Mechanisms of noise-induced hearing loss indicate multiple methods of prevention. Hear Res 2007;226:22–43.
  4. Seidman MD. Effects of dietary restriction and antioxidants on Presbyacusis. Laryngoscope2000;110:727–38.
  5. Darrat I, Ahmad N, Seidman K, Seidman MD. Auditory research involving antioxidants. Curr Opin Otolaryngol Head Neck Surg 2007;15:358–63.
  6. Seidman MD. Effects of dietary restriction and antioxidants on Presbyacusis. Laryngoscope2000;110:727–38.
  7. Choi YH, Miller JM et al. Antioxidant vitamins and magnesium and the risk of hearing loss in the US general population, Am J Clin Nutr. 2014 Jan; 99(1): 148–155.
  8. Biesalski HK. Vitamin A and the ear. Review of the literature. Z Ernahrungswiss 1984;23:104–12.
  9. McFadden SL, Woo JM, Michalak N, Ding D. Dietary vitamin C supplementation reduces noise-induced hearing loss in guinea pigs. Hear Res 2005;202:200–8
  10. Heman-Ackah SE, Juhn SK, Huang TC, Wiedmann TS. A combination antioxidant therapy prevents age-related hearing loss in C57BL/6 mice. Otolaryngol Head Neck Surg 2010;143:429–34.
  11. Hou F, Wang S, Zhai S, Hu Y, Yang W, He L. Effects of α-tocopherol on noise-induced hearing loss in guinea pigs. Hear Res 2003;179:1–8.
  12. Schafer FQ, Wang HP, Kelley EE, Cueno KL, Martin SM, Buettner GR. Comparing β-carotene, vitamin E and nitric oxide as membrane antioxidants. Biol Chem 2002;383:671–81.
  13. Hertog MG, Feskens EJ, Kromhout D. Antioxidant flavonols and coronary heart disease risk. Lancet. 1997;349(9053):699.
  14. Tzeng SH, Ko WC, Ko FN, et al. Inhibition of platelet aggregation by some flavonoids. Thromb Res 1991; 64(1): 91-100.
  15. Smith PF, Maclennan K, Darlington CL. The neuroprotective properties of the Ginkgo biloba leaf: a review of the possible relationship to platelet-activating factor (PAF). J Ethnopharmacol. 1996;50(3):131–9.
  16. Tsai TN, Lin WS, Wu CH, et al. Activation of Kruppel-like factor 2 with Ginkgo biloba extract induces eNOS expression and increases no production in cultured human umbilical endothelial cells. Acta Cardiol Sin 2014; 30(3): 215-22.
  17. Kubota Y, Tanaka N, Umegaki K, et al. Ginkgo biloba extractinduced relaxation of rat aorta is associated with increase in endothelial intracellular calcium level. Life Sci 2001; 69(20): 2327-36.
  18. Burschka MA, Hassan HA, Reineke T, et al. Effect of treatment with Ginkgo biloba extract EGb 761 (oral) on unilateral idiopathic sudden hearing loss in a prospective randomized double-blind study of 106 outpatients. Eur Arch Otorhinolaryngol. 2001;258:213–219.
  19. Miyazaki M. The effect of a cerebral vasodilator, vinpocetine, on cerebral vascular resistance evaluated by the Doppler ultrasonic technique in patients with cerebrovascular diseases. Angiology. 1995;46:53-58.
  20. Turpeinen AK, Kuikka JT, Vanninen E, et al. Long-term effect of acetyl-L-carnitine on myocardial 123I-MIBG uptake in patients with diabetes. Clin Auton Res. 2000;10:13-16.
  21. Montgomery SA, Thal LJ, Amrein R. Meta-analysis of double blind randomized controlled clinical trials of acetyl-L-carnitine versus placebo in the treatment of mild cognitive impairment and mild Alzheimer's disease. Int Clin Psychopharmacol. 2003;18:61-71
Composizione
Dose giornaliera: 2 capsule
Numero di dosi per scatola: 30
Quantità per dose
N-acetil cisteina 300 mg *
Acetil-L-carnitina 200 mg *
Aspartato di magnesio 180 mg *
Quercetina 100 mg *
Acido R-lipoico 80 mg *
Ginkgo biloba standardizzato al 24% di ginkgoflavonglucosidi e al 6% di terpenlattoni 60 mg *
L-glutatione 50 mg *
Vinpocetina 15 mg *
5-metilentetraidrofolato 600 μg *
Metilcobalamina 400 μg *
Vitamina D3 2000 IU AJR = 1000%
Vitamina E 400 IU RDA = 2233%
Altri ingredienti: gomma d'acacia, farina di riso bianco.
*AJR non definiti.
Consigli di utilizzo
adulti. Assumere due capsule vegetali al giorno.
Oltre i 2.000 UI al giorno, è preferibile fare un test della 25 idrossi-vitamina D. In caso di malattia renale, non assumere la vitamina D3 senza il consiglio del terapeuta. Non superare i 10.000 UI al giorno, con tutte le fonti combinate, senza un consiglio da parte del terapeuta. Se stai assumendo farmaci anticoagulanti chiedi consiglio al tuo terapeuta.

Pacchetti sinergia

Iscriviti alla nostra newsletter
e ottieni il 5% di sconto fisso
La nostra selezione di articoli
Migliorare la vista naturalmente: quali sono le soluzioni possibili?

1 persona su 3 è interessata da deficit visivi. E questo numero è in costante aumento. Esistono però delle soluzioni semplici, naturali ed efficaci. Ecco 5 consigli facili da seguire per mantenere una vista al top.

La conversazione sul cancro che avresti voluto leggere prima

Alimentazione, impatto dello stress, cause possibili delle mutazioni, spiegazione dei fenomeni... Due interlocutori esplorano in profondità gli aspetti del cancro.

Quali sono i migliori integratori naturali per proteggere la vista? Newsletter

Quali sono i migliori integratori naturali per proteggere la vista? Possiamo migliorare la vista grazie alle piante?

Hear loss formula
-
+
58.00 €
(63.98 US$)
aggiungi al carrello
© 1997-2019 Supersmart.com® - Tutti i diritti di riproduzione riservati
© 1997-2019 Supersmart.com®
Tutti i diritti di riproduzione riservati
x
secure