0
it
US
WSM
222670541
Il carrello è vuoto
Menu
Circolazione del sangue

Circolazione del sangue: i 7 migliori rimedi della nonna

Gambe pesanti, piedi freddi, edema serale alle caviglie e sindrome delle gambe senza riposo sono tutti sintomi di insufficienza venosa. Scopri i sette rimedi della nonna per migliorare la circolazione sanguigna.

I sintomi di una cattiva circolazione sanguigna

Come sai, il nostro cuore è una pompa. La sua funzione è quella di garantire la circolazione sanguigna, ossia l’invio di sangue ricco di ossigeno e sostanze nutritive in tutto l’organismo e quindi il ritorno venoso.

Tuttavia, è proprio il difficoltoso ritorno del sangue venoso che provoca l’insufficienza venosa. Di fatto, poiché trascorriamo gran parte della giornata seduti o in piedi, la circolazione sanguigna deve contrastare la gravità per assicurare il ritorno del sangue dalla periferia verso il cuore. Risultato: il sangue si accumula negli arti inferiori, causando la sensazione di gambe pesanti. In alcuni casi, si può anche formare un edema (1).

Il ritorno venoso difficoltoso è aggravato dalla perdita di elasticità e tonicità delle vene, un fenomeno normale con l’età e rafforzato dagli estrogeni. Ecco perché l’insufficienza venosa colpisce più le donne degli uomini e queste soffrono di una cattiva circolazione sanguigna (2).

La sedentarietà, il fumo, la gravidanza, i viaggi in aereo, i lavori che comportano una posizione eretta o seduta prolungata, il sovrappeso, ma anche l’ereditarietà sono altri fattori che favoriscono l’insufficienza venosa e la cattiva circolazione sanguigna.

Un cambiamento di stile di vita è quindi particolarmente indicato per evitare la sensazione di pesantezza alle gambe, ma è anche possibile optare per alcuni rimedi della nonna particolarmente efficaci. Concentrati sui trattamenti naturali riportati qui di seguito.

Gambe sollevate per favorire il ritorno venoso

Il primo rimedio della nonna per la circolazione sanguigna è ispirato al buonsenso: poiché il ritorno venoso è legato alla gravità, è sufficiente sollevare le gambe per ripristinare una buona circolazione sanguigna e quindi alleggerire gli arti inferiori.

Sdraiarsi e appoggiare i piedi contro una parete per qualche minuto è sufficiente per restituire leggerezza alle gambe.

Il limone contro la cattiva circolazione sanguigna

Il limone aiuterebbe a fluidificare il sangue e, soprattutto, conterrebbe dei flavonoidi che favorirebbero il tono dei vasi sanguigni, soprattutto grazie alla sua ricchezza di diosmina, un pigmento flavonoide venotonico e vasotonico (3).

Ecco perché uno dei rimedi della nonna per la circolazione sanguigna consiste semplicemente nel preparare una bevanda a base di succo di limone e acqua, da bere 2-3 volte al giorno, ad esempio subito prima dei pasti.

La vite rossa contro le gambe pesanti

Ricca di oligo-proantocianidine, dei tannini flavonoidi presenti anche nella corteccia di pino marittimo, la vite rossa è detta anche “pianta della circolazione sanguigna” (4).

E per una buona ragione: la vite rossa è infatti riconosciuta dall’Agenzia europea dei medicinali come prezioso aiuto nel trattamento dell’insufficienza venosa cronica e dei suoi sintomi.

Tradizionalmente viene utilizzata in taglio tisana per la circolazione sanguigna: un infuso di foglie secche, 2-3 volte al giorno, sarebbe un ottimo rimedio contro le gambe pesanti.

Al contrario, la sua ricchezza di oligo-antocianidine può causare interazioni con i farmaci anticoagulanti. Ecco perché si consiglia di consultare il medico curante prima di prendere in considerazione un trattamento a base di vite rossa contro la cattiva circolazione sanguigna.

L’amamelide per la circolazione sanguigna

L’amamelide, o “nocciolo delle streghe”, è un arbusto resistente che sostiene la salute vascolare e venosa, grazie ai suoi tannini e flavonoidi dalle proprietà venotoniche.

Perfetto per preparare delle tisane per la circolazione sanguigna, l’amamelide è un grande alleato ampiamente utilizzato come rimedio naturale in caso di ritorno venoso difficoltoso.

Ippocastano, un famoso venotonico

Ampiamente studiati da molti anni, i semi di ippocastano sono apprezzati per le loro proprietà venotoniche, grazie soprattutto a uno dei principi attivi contenuti nella pianta: l’escina.

Tradizionalmente utilizzato come infuso, tintura alcolica o decotto, l’ippocastano è oggi disponibile sotto forma di integratore alimentare (come Horse Chestnut Extract) (5).

Compresse di argilla verde per ridare leggerezza alle gambe

L’argilla verde era molto apprezzata dalle nostre nonne come rimedio per tonificare le pareti venose e favorire la decongestione dei tessuti.

Si tratta quindi di preparare un cataplasma di argilla verde e acqua (a cui è possibile aggiungere oli essenziali) e applicarlo con compresse su gambe e/o caviglie per stimolare il ritorno venoso.

Massaggi con oli essenziali per favorire la circolazione

Come trattamento aggiuntivo contro le gambe pesanti, è anche possibile eseguire dei massaggi per riattivare la circolazione sanguigna.

A tal fine, potrebbe essere utile preparare delle ricette per la circolazione sanguigna: sarà sufficiente mescolare alcune gocce di oli essenziali che favoriscono la circolazione (menta piperita, cedro della Virginia, cipresso, rosmarino, ecc.) con una base di olio vegetale neutro (ad esempio, olio di cocco).

Le formule sinergiche come incentivo

Si noti, infine, che esistono anche degli integratori alimentari sinergici che combinano i diversi principi attivi precedentemente citati (tannini, flavonoidi, antocianidine, ecc.) per favorire la normale circolazione sanguigna e quindi restituire leggerezza alle gambe (ad esempio, la formula Veinomax).

IL CONSIGLIO DI SUPERSMART

Bibliografia

  1. PATEL, Shivik K. et SUROWIEC, Scott M. Venous insufficiency. 2017.
  2. EVANS, C. J., FOWKES, F. G. R., RUCKLEY, C. V., et al.Prevalence of varicose veins and chronic venous insufficiency in men and women in the general population: Edinburgh Vein Study. Journal of Epidemiology & Community Health, 1999, vol. 53, no 3, p. 149-153.
  3. MAKSIMOVIĆ, Ž. V., MAKSIMOVIĆ, M., JADRANIN, D., et al.Medicamentous treatment of chronic venous insufficiency using semisynthetic diosmin: a prospective study. Acta Chirurgica Iugoslavica, 2008, vol. 55, no 4, p. 53-59.
  4. CESARONE, M. R., BELCARO, Gianni, ROHDEWALD, P., et al.Rapid relief of signs/symptoms in chronic venous microangiopathy with Pycnogenol®: A prospective, controlled study. Angiology, 2006, vol. 57, no 5, p. 569-576.
  5. PITTLER, Max H. et ERNST, Edzard. Horse chestnut seed extract for chronic venous insufficiency. Cochrane database of systematic reviews, 2012, no 11.

Commenti

Devi accedere al tuo conto per poter lasciare un commento

Questo articolo non è stato ancora commentato, inserisci la prima recensione

Pagamento protetto
32 anni di esperienza
Soddisfatti
o rimborsati
Invio rapido
Consultazione offerta