0
it
US
WSM
222890454
Il carrello è vuoto
Menu

In magazzino

Candalb

Integratore alimentare probiotico in caso di invasione dicandida albicans

9 recensioniLeggi le recensioni

Il trattamento naturale al 100% per debellare il lievito Candida albicans

  • Contiene 4 ceppi di probiotici selezionati per ripristinare l'equilibrio del microbiota e rallentare lo sviluppo di agenti patogeni.
  • Contiene acido caprilico, un acido grasso a catena media (MCT) completamente naturale in grado di abbattere le pareti cellulari del lievito Candida albicans.
  • Contiene fibre prebiotiche arabinogalattane estratte naturalmente dal larice.
  • Arricchito con inulina per massimizzare la sopravvivenza dei probiotici fino all'intestino.
  • Confezionato in capsule DR caps™ (disponibili temporaneamente sotto forma di capsule vegetali).

Acquistalo subito

60 DR Caps™

44.00 €

Consegna automatica

60 DR Caps™

44.00 €

40.48 €

Vorrei

ogni

Candalb

Senza glutine
Senza nanoparticelle
Vegetariano
Senza eccipienti controversi
Senza lattosio
Senza edulcoranti

Candalb è un integratore alimentare destinato a sostenere in maniera naturale la lotta contro la crescita anomala dei lieviti Candida albicanse Candida glabrata, in aggiunta ai trattamenti farmacologici. Grazie alla sua ricchezza di acido caprilico, probiotici specifici, prebiotici e serrapeptasi, contribuisce a ristabilire l’equilibrio interno.

Che cos'è un'infezione da Candida?

I lieviti del genere Candida sono organismi naturalmente presenti nel tratto digerente, nella cavità orale e nell'apparato genitale. Normalmente non sono patogeni, poiché l'equilibrio tra i diversi microrganismi del microbiota ne limita l'espansione (1) tuttavia, in caso di squilibrio, possono diventare formidabili agenti patogeni, capaci di infiltrarsi nei vari tessuti e organi del corpo umano (2). Si definiscono "opportunisti" – i lieviti Candida albicans e Candida glabratas sono i microrganismi opportunisti più comuni riscontrati nell'uomo (3).

Causata principalmente dalla Candida albicans, la candidosi vulvovaginale è una delle infezioni ginecologiche più comuni: si stima che colpisca più di una donna su due (4). Queste infezioni avvengono di solito nella seconda parte del ciclo mestruale nelle donne in età fertile.

Lo sviluppo della candidosi avviene tipicamente in due fasi:

  1. La colonizzazione, in genere limitata dall'effetto protettivo della saliva e da quello del muco (5). I lieviti si moltiplicano in modo anomalo, riescono ad aderire massicciamente a una superficie piana (in genere la mucosa) fino a creare un biofilm, una specie di barriera formata da un aggregato molto strutturato di cellule e diverse proteine. Questo biofilm li rende meno accessibili agli antimicotici naturali e consente loro di sopravvivere in un ambiente normalmente ostile (6). Nel biofilm, le cellule evolvono e diventano più complesse: alcune assumono una forma filamentosa, altre una forma cilindrica o ellissoidale. Queste cellule si articolano tra loro, formando una struttura tridimensionale molto densa. È un vero e proprio serbatoio di germi, difficile da neutralizzare per il sistema immunitario o i farmaci (7).
  2. L'invasione della mucosa, facilitata da un deficit dell'immunità cellulare (8). La formazione del biofilm è accompagnata da due fenomeni invasivi: nella parte superiore della struttura, le cellule si disperdono per formare nuovi biofilm in altre parti del corpo, mentre le cellule filamentose penetrano nei diversi strati delle cellule epiteliali che formano le mucose (9). Se nulla le ferma, possono raggiungere diverse zone dell'organismo tramite il flusso sanguigno.

Quali sono i componenti di Candalb, la soluzione complementare contro la Candida?

L'integratore alimentare Candalb è stato progettato secondo le ultime ricerche scientifiche. Contiene in particolare:

Una miscela specifica di probiotici(Lactobacillus acidophilus LA-5, Bifidobacterium lactis, Lactobacillus rhamnosus e Latobacillus plantarum). Diversi studi clinici hanno evidenziato la potente attività antifungina dei ceppi di lattobacilli contro i biofilm di Candida albicans (9). Uno di questi ha dimostrato la capacità del Lactobacillus rhamnosus di interferire con la crescita, la morfogenesi (fase durante la quale le cellule diventano filamentose) e l'adesione alla mucosa dei lieviti del genere Candida. Nel complesso, i probiotici potrebbero inoltre contribuire a riequilibrare il microbiota intestinale e il microbiota vaginale (10).

L'acido caprilico è un acido grasso a catena media (MCT) ampiamente utilizzato per contenere la proliferazione di Candida albicans. È particolarmente consigliato nel libro Vaincre la candidose (Vincere la candidosi) di Léon Chaitow e Simon Martin. Si trova soprattutto nel latte materno dei mammiferi, in alcuni oli vegetali (come l'olio di cocco) e in alcuni semi (11). Diversi studi in vitro (12-14) hanno dimostrato l'attività anti-candida dell'acido caprilico. Questa molecola contribuirebbe, in particolare, a contenere l'espansione del biofilm creato dai lieviti nonché la crescita filamentosa modulando l'espressione di alcuni geni.

Un estratto di Larice occidentale (Larix occidentalis) standardizzato all'85% di arabinogalattani. Si tratta di fibre solubili note per supportare l'apparato digerente, contribuendo al contempo alla risposta immunitaria.

Della serrapeptasi (5 mg o 10.000 UI), un enzima proteolitico che aiuta a diminuire le tossine e dissolvere le cellule morte responsabili dell'infiammazione (15). Non è consigliabile combinarlo con rimedi anticoagulanti naturali come curcuma, aglio o integratori di omega-3.

Non contento di aver scelto la liofilizzazione per progettare i suoi integratori probiotici, SuperSmart ha pensato anche di aggiungere un ingrediente protettivo naturale: l'inulina. Estratto naturalmente dalla radice di cicoria, questo carboidrato indigeribile serve anche a stimolare la crescita dei probiotici, una volta nel tratto oro-intestinale (16).

Da cosa è composto Candalb

Lactobacillus acidophilus
Probiotico
Inulina
Fibre
Sodio caprilato
Additivo
Arabinogalattani
Fibre
Estratto di larice Larix occidentalis
Pianta
Bifidobacterium lactis
Probiotico

Domande? Dubbi?

Quali sono i sintomi della candidosi?

I sintomi della candidosi dipendono dalla sede della colonizzazione. Quando questa avviene nella cavità orale o nell'esofago, si nota principalmente:

  • mughetto sulla lingua, sul palato e sulle gengive (lesioni bianco-giallastre, compatte o confluenti, aderenti alle mucose);
  • arrossamento congestizio della lingua e dell'esofago.

Quando la colonizzazione è a livello genitale:

  • intenso bruciore in corrispondenza della vulva;
  • sensazione di prurito;
  • perdite biancastre;
  • arrossamento del glande, il più delle volte al livello del frenulo e/o nel solco balano-prepuziale.

Nella maggior parte dei casi, la candidosi evolve favorevolmente, ma le recidive sono frequenti. Può accadere che il fungo attraversi le mucose, diffondendosi temporaneamente in tutto l'organismo. Secerne delle molecole patogene (79 tossine note) in grado di indebolire ulteriormente il sistema immunitario e provocare diversi sintomi (forte affaticamento, ripetuti disturbi digestivi e intestinali, disturbi del sonno, mal di stomaco ecc.).

Chi è a rischio di candidosi?
  • Chiunque sospetti di avere una carenza nel proprio sistema immunitario.
  • Persone che soffrono di carenze (soprattutto di vitamina A, vitamine del gruppo B, vitamina C, zinco e ferro).
  • Persone che seguono una dieta alimentare troppo ricca di carboidrati.
  • Persone che soffrono di diabete,specialmente diabete non controllato (17-18). L'iperglicemia cronica è infatti associata a una disfunzione di alcune cellule del sistema immunitario (granulociti) e, di conseguenza, a una diminuzione dell'immunità cellulare.
  • Persone che hanno ricevuto trattamenti con antibiotici o determinati farmaci che turbano l'equilibrio del microbiota. Gli antibiotici alterano la flora e contribuiscono alla colonizzazione delle mucose da parte di Candida albicans.
  • Persone che hanno subito precedenti interventi di chirurgia gastrica.
  • Persone che soffrono di stress (fisico e/o emotivo), carenze (zinco, rame, ferro, manganese ecc.) e mancanza di attività fisica.
  • Persone di età superiore ai 65 anni (19-21), soprattutto a causa di una diminuzione dell'efficacia del sistema immunitario e del frequente utilizzo di protesi dentarie.
  • Persone affette da iposialia, ossia che presentano una produzione di saliva inferiore al normale.

Candalb Forte deve essere conservato in frigorifero?

Si consiglia di conservare il prodotto in condizioni di bassa temperatura e bassa umidità per mantenere il maggior numero di batteri probiotici “vitali”.

Tuttavia, una conservazione a temperatura ambiente provoca solo una minima diminuzione dei batteri vivi, a condizione che non superi qualche settimana. Ciò è stato reso possibile grazie all'aggiunta di ingredienti naturali (inulina), che permettono specificamente di aumentare la sopravvivenza dei probiotici a temperature inadeguate.

Come si deve assumere Candalb?

Assumere due capsule durante uno dei pasti principali, con un abbondante bicchiere d'acqua, per un mese. Ripetere se necessario.

La giusta strategia per combattere questo lievito persistente consiste sia nell'agire sullo stesso attraverso opportuni trattamenti, ma anche nel ripristinare le capacità di regolazione dell'organismo. Ecco alcuni suggerimenti ben documentati per massimizzare tutte le tue probabilità di successo:

  1. evita il consumo di alimenti ricchi di zuccheri e di quelli contenenti lieviti alimentari (la Candida albicans è un fungo avido di zuccheri);
  2. prova l'infuso di corteccia interna di lapacho, tradizionalmente utilizzato contro le infezioni da lieviti (candidosi);
  3. interessati agli oli essenziali, in particolare gli oli di origano, chiodo di garofano e cannella, che sono molto rilevanti se dobbiamo credere all'opera del Dr. Eric Lorrain, En finir avec la candidose (Basta con la candidosi).

Recensioni

La valutazione di questo prodotto è di 4.7 su 5 stelle.
Abbiamo raccolto 9 recensioni.

78%

11%

11%

0%

0%

Eccellente 9 Recensioni
Serre

22 febbraio 2024

Transit redevenu normal, plutôt abondant; signe probable d'élimination performante des déchets dus aux candidas albicans.

Alain Depireux

20 dicembre 2023

rempli absolument le descriptif Merci

Alain Depireux

2 dicembre 2023

Fidèle à l'évolution positive d'une bactérie

Wendy Cooper-wolfe

15 agosto 2023

Seems to work well

Le Moullec Claudie

12 maggio 2023

j'emploi candalb pour des problèmes de mycose buccale, et cela me convient parfaitement, j'ai un net soulagement depuis la prise.

Hai bisogno di aiuto?

Telefono

Chiamaci:
+39 06 53 26 13 95
dalle 9:00 alle 18:00

Domande frequenti

Trova le risposte alle domande più frequenti

Modulo di contatto

Non riesci a trovare la risposta alla tua domanda sul sito e vuoi contattarci direttamente?
Scrivici
Pagamento protetto
32 anni di esperienza
Soddisfatti
o rimborsati
Invio rapido
Consultazione offerta