0
it
US
X
× SuperSmart Informarsi per problema di salute Nouveaux articles Articoli popolari Visita il nostro negozio Il mio conto Smart Prescription Blog Programma di fidelizzazione Lingua: Italiano
Sistema immunitario, fatica e infezioni Guide e tutorial

Ubichinolo: potenzia la tua immunità con il coenzima Q10

Il coenzima Q10 è noto per ridurre l'ipertensione e i problemi cardiaci... ma non solo. Scopri come questo composto essenziale ti aiuta anche a stimolare il tuo sistema immunitario.
Globuli bianchi che attaccano dei virus all'interno dell'organismo.
L'ubichinone e l'ubichinolo permettono di rafforzare le difese immunitarie dell'organismo.
Rédaction Supersmart.
2020-04-16Commenti (0)

Definizione del coenzima Q10, noto anche come ubichinone

Cos'è il coenzima Q10?

Il coenzima Q10, noto come CoQ10 o ubichinone, è una sostanza necessaria per la produzione di energia nelle cellule. È presente nella maggior parte degli esseri viventi.

Nell'uomo è semplice: qualsiasi dispendio energetico coinvolto in un processo fisiologico richiede la presenza di CoQ10. Si trova quindi in tutti i punti dell'organismo ( (cuore, stomaco, reni...) È da qui che deriva il suo nome comune di ubichinone, dalla parola latina che che significa "ovunque".

Alcune fonti di ubichinone

Il CoQ10 è in parte prodotto dal corpo e in parte assimilato tramite l'alimentazione. Si ottiene soprattutto mangiando carne di manzo, aringhe sott'aceto, pollo o broccoli, nonché in alcuni integratori alimentari specificamente elaborati per massimizzare gli apporti di ubichinone.

Sebbene facciano beneficiare maggiormente di molteplici proprietà del CoQ10, questi integratori alimentari sono talvolta espressamente utilizzati per compensare una carenza : un deficit di ubichinone può in particolare essere causato dall'assunzione di statine, dei farmaci che agiscono contro l'eccesso di colesterolo.

E l'ubichinolo?

L'ubichinolo partecipa al ciclo di Krebs

L'ubichinolo, infatti, è semplicemente la forma ridotta del coenzima Q10. In altre parole: quando l'organismo assorbe l'ubichinone, lo trasforma in ubichinolo.

È questo composto, in grado di scambiare degli elettroni, che alla fine interviene nel ciclo di Krebs (una via metabolica essenziale per la produzione di energia cellulare) e nella catena respiratoria.

Dovremmo privilegiare un integratore di ubichinone o ubichinolo?

Queste due sostanze naturali sono efficaci per aumentare i livelli di ubichinolo nel sangue. Una parte dell'ubichinone, tuttavia, non viene assorbita dall'organismo a livello dell'intestino. Più facilmente assimilabile, l'ubichinolo presenta quindi il vantaggio di essere un composto direttamente attivo.

Per darti un esempio concreto: l'assunzione giornaliera di 200 mg di CoQ10 aumenterà il livello di ubichinolo nel sangue di circa il 60%. Prendendo la stessa quantità di ubichinolo, questa stessa percentuale salirà al 150%. (1) Ma a cosa serve esattamente questo coenzima Q10?

I noti benefici del coenzima Q10

Il CoQ10 combatte l'ipertensione e protegge il sistema cardiovascolare

Per cominciare, il coenzima Q10 agisce contro l'ipertensione, che è l'aumento anomalo della pressione sanguigna sulla parete delle arterie. Uno studio ha così mostrato che l'ubichinone permetteva di ridurre la pressione sistolica (pressione sanguigna massima) e la pressione diastolica (pressione sanguigna minima) delle persone ipertese. (2)

Di conseguenza, il coenzima Q10 è noto per favorire una buona salute cardiaca e cardiovascolare. (3-8) Il Giappone e diversi paesi europei lo usano infatti per scopi medici, contro questo tipo di disturbi.

Azione contro le cellule corrotte, il morbo di Parkison, l'affaticamento fisico...

Occorre notare checon l'età, l'organismo produce sempre meno coenzima Q10. Osserviamo che i pazienti anziani (o con ipertensione, diabete, problemi cardiaci, cancro...) presentano generalmente un basso livello di ubichinone.

Secondo alcuni studi, il CoQ10 aiuterebbe a rallentare l'espansione di alcuni tumori, ad alleviare l'emicrania e a ridurre i sintomi del morbo di Parkinson. (9-13) Le sue proprietà antiossidanti faciliterebbero anche il recupero dopo l'esercizio fisico e ridurrebbero la sensazione di affaticamento. (14-16)

In che modo il CoQ10 e l'ubichinolo rafforzano il sistema immunitario?

Stimolazione dei tessuti e delle cellule della funzione immunitaria

Nel contesto attuale, tutti stanno cercando di garantire il buono stato delle proprie difese immunitarie. Ebbene, l'ubichinolo ha una grande capacità di rafforzare l'immunità.

Spiegazioni: i tessuti e le cellule coinvolti nella funzione immunitaria hanno grandi fabbisogni energetici. Richiedono quindi una grande quantità di CoQ10. Uno studio afferma quindi che " il CoQ10 svolge un ruolo importante nella stimolazione del sistema immunitario e delle prestazioni fisiche ». (17)

Virus e quantità di CoQ10 nell'organismo

Diamo anche un'occhiata a un altro studio scientifico pubblicato a gennaio 2019. Questo studio clinico, randomizzato su 3 stagioni influenzali, mirava a determinare se un'infezione da influenza acuta potesse essere associata a una riduzione del CoQ10. Lo studio ha scoperto che i livelli di CoQ10 erano significativamente più bassi nei pazienti affetti da un'infezione da influenza acuta, rispetto ai soggetti testimoni sani. (18)

Un altro studio del 2012 aveva già analizzato il legame tra il livello del coenzima Q10 e i risultati clinici dei bambini ospedalizzati (affetti da influenza pandemica H1N1). Lo studio ha indicato che i livelli di CoQ10 erano chiaramente diminuiti in questi pazienti affetti da influenza, rispetto a un gruppo testimone di bambini non contaminati. (19)

Un aumento del rapporto linfocitario T4/T8

Tutto indica che l'ubichinone favorisce anche un alto livello ematico di linfociti T citotossici, responsabili della distruzione delle cellule infette.

Uno studio, risalente al 1993, aveva valutato l'attività del coenzima Q10 sulle risposte immunitarie. La conclusione di questo studio è ufficiale: il rapporto tra i linfociti T4/T8 è aumentato dopo la somministrazione del coenzima Q10. (20)

Scopri gli integratori di ubichinone e ubichinolo di SuperSmart

Co-Enzyme Q10

Questo primo integratore ricco di coenzima Q10 è stato sviluppato per migliorare la salute cardiovascolare e promuovere la produzione di energia. Oltre ad aiutare il cuore a pompare il sangue, Co-Enzyme Q10 ti aiuterà anche, come abbiamo visto, a potenziare la tua immunità.

PQQ & Q10

L'integratore alimentare PQQ & Q10, invece, è una formula antiossidante destinata a combattere i deficit cognitivi e ad ottimizzare le capacità cardiovascolari. Il suo alto contenuto di ubichinone aiuterà anche a migliorare le difese del tuo organismo.

Ubiquinol

Quest'ultimo integratore alimentare, come suggerisce il nome, contiene la forma ridotta del CoQ10: l'ubichinolo, famoso per la sua biodisponibilità eccezionale. Opta per Ubiquinol™ per aiutarti per conservare il tuo sistema cardiovascolare, per proteggere il cervello dallo stress ossidativo, per aumentare l'apporto energetico e rafforzare il sistema immunitario.


Nota 1: se pensi di soffrire di ipertensione e di problemi cardiovascolari, assicurati anche di consultare un medico.

Nota 2: come promemoria, è meglio assumere gli integratori di CoQ10 durante i pasti. Questa sostanza viene infatti assorbita più facilmente in presenza di grassi.

Bibliografia

  1. Zhang Y, Liu J , Chen XQ , Oliver Chen CY ., Ubiquinol is superior to ubiquinone to enhance Coenzyme Q10 status in older men. Food Funct. 2018 Nov 14;9(11):5653-5659.
  2. Rosenfeldt FL, Haas SJ, Krum H, et al. Coenzyme Q10 in the treatment of hypertension: a meta-analysis of the clinical trials. J Hum Hypertens.2007;21(4):297–306.
  3. Saini R. Coenzyme Q10: The essential nutrient. J Pharm Bioallied Sci. 2011;3(3):466–467.
  4. Hernández-Camacho JD, Bernier M, López-Lluch G, Navas P. Coenzyme Q10 Supplementation in Aging and Disease. Front Physiol. 2018;9:44. Published 2018 Feb 5.
  5. Ayers J, Cook J, Koenig RA, Sisson EM, Dixon DL. Recent Developments in the Role of Coenzyme Q10 for Coronary Heart Disease: a Systematic Review. Curr Atheroscler Rep. 2018;20(6):29. Published 2018 May 16.
  6. Langsjoen PH, Langsjoen A, Willis R, Folkers K. Treatment of hypertrophic cardiomyopathy with coenzyme Q10. Mol Aspects Med. 1997;18 Suppl:S145–S151.
  7. Kuklinski B, Weissenbacher E, Fähnrich A. Coenzyme Q10 and antioxidants in acute myocardial infarction. Mol Aspects Med. 1994;15 Suppl:s143–s147.
  8. Hernández-Camacho JD, Bernier M, López-Lluch G, Navas P. Coenzyme Q10 Supplementation in Aging and Disease. Front Physiol. 2018;9:44. Published 2018 Feb 5.
  9. Premkumar VG, Yuvaraj S, Vijayasarathy K, Gangadaran SG, Sachdanandam P. Effect of coenzyme Q10, riboflavin and niacin on serum CEA and CA 15-3 levels in breast cancer patients undergoing tamoxifen therapy. Biol Pharm Bull. 2007;30(2):367–370.
  10. Garrido-Maraver J, Cordero MD, Oropesa-Ávila M, et al. Coenzyme q10 therapy. Mol Syndromol. 2014;5(3-4):187–197.
  11. Saini R. Coenzyme Q10: The essential nutrient. J Pharm Bioallied Sci. 2011;3(3):466–467.
  12. Zeng Z, Li Y, Lu S, Huang W, Di W. Efficacy of CoQ10 as supplementation for migraine: A meta-analysis. Acta Neurol Scand. 2019;139(3):284–293.
  13. Müller T, Büttner T, Gholipour AF, Kuhn W. Coenzyme Q10 supplementation provides mild symptomatic benefit in patients with Parkinson's disease. Neurosci Lett. 2003;341(3):201–204.
  14. Sharma A, Fonarow GC, Butler J, Ezekowitz JA, Felker GM. Coenzyme Q10 and Heart Failure: A State-of-the-Art Review. Circ Heart Fail. 2016;9(4):e002639.
  15. Kon M, Tanabe K, Akimoto T, et al. Reducing exercise-induced muscular injury in kendo athletes with supplementation of coenzyme Q10. Br J Nutr. 2008;100(4):903–909.
  16. Mizuno K, Tanaka M, Nozaki S, et al. Antifatigue effects of coenzyme Q10 during physical fatigue [published correction appears in Nutrition. 2008 Jun;24(6):616]. Nutrition. 2008;24(4):293–299.
  17. Saini R. Coenzyme Q10: The essential nutrient. J Pharm Bioallied Sci. 2011;3(3):466–467.
  18. Chase M, Cocchi MN, Liu X, Andersen LW, Holmberg MJ, Donnino MW. Coenzyme Q10 in acute influenza. Influenza Other Respir Viruses. 2019;13(1):64–70.
  19. Kelekçi S, Evliyaoğlu O, Sen V, et al. The relationships between clinical outcome and the levels of total antioxidant capacity (TAC) and coenzyme Q (CoQ 10) in children with pandemic influenza (H 1 N1) and seasonal flu. Eur Rev Med Pharmacol Sci. 2012;16(8):1033–1038.
  20. Folkers K, Morita M, McRee J Jr. The activities of coenzyme Q10 and vitamin B6 for immune responses. Biochem Biophys Res Commun. 1993;193(1):88–92.
SharePinterest

Commenti

Devi accedere al tuo conto per poter lasciare un commento
Questo articolo non è stato ancora commentato, inserisci la prima recensione
La nostra selezione di articoli

Questi prodotti dovrebbero interessarti

AHCC 500 mgAHCC 500 mg

Il più potente e provato dei supplementi immunostimolanti.

83.00 €(99.30 US$)
+
Organic MycoComplexOrganic MycoComplex

Il super complesso di 7 funghi medicinali - Shiitake, Chaga, Reishi, Maitaké, Cordyceps, poliporo e agarico

38.00 €(45.46 US$)
+
Bacillus subtilisBacillus subtilis

Un ceppo di batteri probiotici dalla capacità immunostimolante confermata

16.00 €(19.14 US$)
+
Organic Defense MixOrganic Defense Mix

Il miglior cocktail di oli essenziali per combattere le infezioni

22.00 €(26.32 US$)
+
Organic Royal jelly 4 % 10-HDAOrganic Royal jelly 4 % 10-HDA

Un tesoro naturale di vitalità 100% bio

27.00 €(32.30 US$)
+
Neem Extract 500 mgNeem Extract 500 mg

Estratto 10:1 di Azadirachta indica, applicazioni antisettiche, antibatteriche, antivirali, anti-infiammatorie e detossicanti

20.00 €(23.93 US$)
+
PP40PP40

40 mg di alcaloidi rari e potenti estratti da Pao pereira, liberazione prolungata.

73.00 €(87.34 US$)
+
© 1997-2020 Supersmart.com® - Tutti i diritti di riproduzione riservati
© 1997-2020 Supersmart.com®
Tutti i diritti di riproduzione riservati
Nortonx
secure
Warning
ok