0
it
US
WSM
232960808
Il carrello è vuoto
Menu

Quantità limitata

Nerve Comfort

Integratore alimentare per la salute del sistema nervoso e il comfort dei nervi

2 recensioniLeggi le recensioni

I migliori nutrienti neuroprotettivi per la funzione del sistema nervoso
  • L’acetil-L-carnitina è ampiamente studiata come potenziale trattamento per il dolore neuropatico e la perdita di sensibilità.
  • La N-acetilcisteina è un precursore del glutatione, uno scudo cellulare naturale che combatte lo stress ossidativo all’origine di numerosi disturbi del sistema nervoso.
  • L’acido alfa-lipoico è una delle sostanze più promettenti in caso di neuropatia (in particolare diabetica).
  • La vitamina B1 (benfotiamina), la vitamina B12 (metilcobalamina) e il magnesio bisglicinato contribuiscono al funzionamento psicologico fluido e al normale funzionamento del sistema nervoso.

Acquistalo subito

60 compresse

59.00 €

Novità

Consegna automatica

60 compresse

59.00 €

54.28 €

Vorrei

ogni

Nerve Comfort

Vegano
Senza glutine
Senza nanoparticelle
Senza eccipienti controversi
Senza lattosio
Senza edulcoranti

L’integratore alimentare Nerve Comfort riunisce i composti più utili nel campo della neuroprotezione (la protezione delle cellule nervose). I suoi diversi ingredienti sono stati selezionati per aiutarti a mantenere una sana funzione del sistema nervoso e ridurre i disturbi nervosi.

Questa formula innovativa è quindi particolarmente interessante in caso di neuropatia. La neuropatia descrive un insieme di disturbi generalmente causati da danni ai nervi periferici. Può causare dolore, intorpidimento, debolezza, malfunzionamento delle aree interessate, ecc. I nervi colpiti possono essere stati danneggiati dal diabete, da un infortunio o da una carenza di vitamine B.

Nerve Comfort rientra nella categoria dedicata alla nutrizione cerebrale e al sistema nervoso.

Nerve Comfort, un integratore ispirato ai trattamenti contro il dolore neuropatico

I trattamenti prescritti contro il dolore neuropatico combinano comunemente farmaci con integratori alimentari destinati ad aumentare l’apporto di alcune vitamine e altri nutrienti benefici per il sistema nervoso.

Nerve Comfort si basa quindi sui più recenti progressi scientifici riguardanti la neuropatia, per proporre una sinergia di 6 composti accuratamente selezionati:

  1. N-acetilcisteina (NAC): questo aminoacido è il precursore del glutatione, il famoso antiossidante naturale dell’organismo. Coinvolto nella disintossicazione da sostanze nocive e nella rigenerazione di altri antiossidanti, il glutatione funge da vera e propria sentinella contro diverse forme di stress cellulare. È quindi studiato per le sue potenziali proprietà neuroprotettive (1).
  2. Acetil-L-carnitina: questo estere acetilico della L-carnitina è tra le molecole più recentemente testate e più promettenti nel sollievo dalle neuropatie. La letteratura scientifica gli attribuisce possibili proprietà analgesiche (antidolorifiche) attraverso l’attivazione di recettori situati nei neuroni dei gangli della radice dorsale (che modulano la trasmissione dei segnali del dolore). Sarebbe efficace anche contro la perdita di sensibilità (2).
  3. Benfotiamina: questa forma di vitamina B1 contribuisce al normale funzionamento del sistema nervoso, migliorando in particolare il metabolismo energetico all’interno delle cellule nervose. Una carenza di vitamina B1 si manifesta tipicamente con una perdita di sensibilità alle estremità e sensazione di bruciore (3). Oltre ad essere una forma di vitamina B1 più biodisponibile rispetto alla forma “classica” (detta tiamina), la benfotiamina sembra offrire protezione contro i danni provocati dalla glicosilazione delle proteine nervose, un processo spesso accelerato in presenza di neuropatia.
  4. Acido alfa-lipoico: studi condotti su persone affette da neuropatia hanno misurato il potenziale dell’acido alfa-lipoico (un protettore endogeno presente naturalmente nelle cellule umane) nell’intrappolamento dei radicali liberi lipofili del nervo periferico e nella rigenerazione delle fibre nervose. Questo composto si rivela particolarmente efficace nei soggetti diabetici, per i quali le iperglicemie non controllate causano uno stress ossidativo che ostacola la corretta irrigazione delle cellule neuronali e provoca la glicazione degli enzimi antiossidanti neuroprotettivi (da cui i danni nervosi periferici frequentemente osservati) (4).
  5. Magnesio bisglicinato: il magnesio contribuisce al normale funzionamento del sistema nervoso e al normale funzionamento psicologico. Gli studi suggeriscono che questo minerale potrebbe stabilizzare i canali del calcio, esercitare effetti antinfiammatori e bloccare i recettori NMDA, riducendo così l’ipereccitabilità nervosa e la trasmissione del dolore (5). La forma di magnesio scelta, ovvero il magnesio bisglicinato, è ritenuta la più biodisponibile e gode di un’ottima tollerabilità digestiva.
  6. Metilcobalamina: questa forma di vitamina B12 partecipa anche al normale funzionamento del sistema nervoso, contribuendo alla riparazione e alla rigenerazione dei nervi, nonché alla sintesi della mielina (la guaina delle fibre nervose). La mancanza di vitamina B12 è strettamente associata allo sviluppo di neuropatie assonali periferiche (6). La forma scelta di vitamina B12, la metilcobalamina, ha il vantaggio di essere direttamente utilizzabile e facilmente assorbibile dall’organismo.

Dolore neuropatico: quali sintomi?

Caratteristiche del dolore neuropatico cronico

Non esiste un marcatore biologico che possa attestare formalmente il dolore neuropatico. La diagnosi si basa principalmente sulla descrizione delle sensazioni dolorose fornita dai pazienti. Esistono invece degli standard che ne compendiano le caratteristiche principali per aiutare i professionisti a riconoscerle.

Dolore neuropatico: esempi tipici

  • Sensazione dolorosa simile a bruciore, freddo e/o scossa elettrica;
  • formicolii, sensazione pungente, intorpidimento o prurito nella zona interessata;
  • diminuzione parziale o totale della sensibilità al tatto nella zona dolente (ipoestesia o anestesia);
  • aumento della percezione dolorosa a seguito di uno stimolo normalmente indolore (allodinia) (7).

Qual è la causa del dolore neuropatico?

Seppure l’eziologia del dolore neuropatico sia molto varia, esistono diverse cause comuni:

  • ictus e tumori cerebrali;
  • neuropatia diabetica in caso di glicemia scarsamente regolata, che si traduce in polineuropatia periferica (8);
  • nevralgia posterpetica, conseguente a herpes zoster (9);
  • compressioni nervose localizzate: tumori, dischi vertebrali fratturati (dolore neuropatico alle gambe), alterazione del nervo mediano della mano (sindrome del tunnel carpale);
  • lesioni del midollo spinale (incidente, sclerosi multipla, ecc.) ;
  • alcuni interventi chirurgici (toracotomia, mastectomia, intervento spinale, ecc.); ;
  • alcuni trattamenti chemioterapici che presentano neurotossicità (10);
  • carenza di alcune vitamine del gruppo B (in particolare B1, B6 e B12) (11).

Qual è la differenza tra dolore neurologico e dolore neuropatico?

I termini dolore neuropatico, dolore neurogeno o nevralgia sono sinonimi. A differenza dei cosiddetti dolori “nocicettivi”, non sono innescati da un’aggressione diretta dell’organismo (infiammazione, trauma, infezione, ecc.), bensì da un danno dei circuiti di rilevazione del dolore. Si verificano conseguentemente a lesioni o disfunzioni del sistema nervoso (cervello, midollo spinale o nervi) (12).

Da cosa è composto Nerve Comfort

N-acetil-cisteina
Derivato dell'amminoacido
Acetil-L-carnitina
Aminoacido
Benfotiamina
Vitamina
Acido alfa-lipoico
Cofattore enzimatico
Magnesio bisglicinato
Minerale
Metilcobalamina
Vitamina

Domande? Dubbi?

Il dolore neuropatico può scomparire?

Dolore cronico persistente

Tranne nei casi di compressioni nervose “meccaniche”, a volte riassorbibili chirurgicamente, o riduzione di una massa tumorale, è purtroppo raro che un dolore neuropatico scompaia completamente. Da una parte, la rigenerazione dei nervi danneggiati non è sistematica; dall’altra parte, il dolore neuropatico risponde male agli analgesici classici (paracetamolo) e ai derivati oppiacei (morfina), il che ne complica la gestione (13).

Quali trattamenti convenzionali per il dolore neuropatico?

Tuttavia, è ancora possibile ridurre la percezione dolorosa e ritrovare una migliore qualità della vita. Le attuali strategie terapeutiche di solito combinano trattamenti farmacologici (antiepilettici come il gabapentin o il pregabalin, antidepressivi come la duloxetina, cerotti alla lidocaina, cerotti di capsaicina, somministrazione di tossina botulinica per dolori localizzati, ecc.) e non farmacologici (stimolazione elettrica transcutanea o transcranica, ecc.) 14

Effetti indesiderati

Si noti, tuttavia, che queste classi di farmaci espongono ad alcuni effetti collaterali importanti (sonnolenza, vertigini, tremori, disturbi della coordinazione, ecc.) (15-16) La loro introduzione deve avvenire in modo progressivo e sotto stretto controllo medico, con un aumento graduale delle dosi nell’arco di diverse settimane.

Come vivere con una neuropatia?
  • Rivolgiti ai centri di terapia del dolore (su indicazione medica). Le unità specializzate nella gestione del dolore forniscono una risposta più completa, grazie a un supporto multidisciplinare e a un coaching personalizzato che consente di rivedere costantemente la strategia terapeutica.
  • Monitora la glicemia in caso di diabete. La prevenzione delle neuropatie diabetiche richiede un controllo regolare dei livelli di zucchero nel sangue, i cui bruschi aumenti influenzano l’integrità del tessuto nervoso.
  • Prendi in considerazione la chinesiterapia. Le sedute di chinesiterapia aiutano a prevenire l’atrofia muscolare degli arti affetti da neuropatia, a diminuire la sensibilità al dolore e a mantenere una certa mobilità (17).
  • Prova degli approcci alternativi complementari. Alcune persone a volte trovano sollievo fisico e psichico ricorrendo a ipnosi, agopuntura o meditazione di consapevolezza (18).
  • Imparare a gestire meglio lo stress. Sembrerebbe che il dolore neuropatico sia strettamente correlato allo stress (19). Quando il dolore cronico provoca disturbi d’ansia o depressivi, le terapie comportamentali e cognitive possono essere salutari.
Quali sono i migliori integratori da associare a Nerve Comfort in caso di neuropatia?

In caso di neuropatia diabetica

Nel caso delle neuropatie diabetiche, la normalizzazione della glicemia costituisce una sfida cruciale. Piante come il banaba (elemento centrale dell’integratore Glucofit™), che contribuisce alla gestione dei livelli di glucosio nel sangue, o la berberina estratta dal crespino, che favorisce il metabolismo dei carboidrati, possono fornirti un prezioso supporto (con l’approvazione del tuo diabetologo) (20-21).

Per limitare l’infiammazione dei nervi

Per ritardare l’infiammazione nervosa alla base dei danni neuropatici puoi anche optare per la curcuma, che ha proprietà antiossidanti e antinfiammatorie attribuibili alla curcumina (Curcumin Solution, la cui forma è 185 volte più biodisponibile della forma classica) (22). Un’altra opzione è puntare su una formulazione sinergica che la contenga (come InflaRelief Formula, che combina la curcuma con altre 11 sostanze naturali dedicate all’equilibrio interiore).

Recensioni

La valutazione di questo prodotto è di 5 su 5 stelle.
Abbiamo raccolto 2 recensioni.

100%

0%

0%

0%

0%

Eccellente 2 Recensioni
Chantal Everhard

28 maggio 2024

Soulage les petites douleurs neurologiques. Efficace.

Allevia i piccoli dolori neurologici. Efficace.

vedi la traduzione Tradotto da SuperSmart - vedere l'originale

Lilette

22 aprile 2024

Réellement efficace sur douleurs neuropathiques

Davvero efficace contro i dolori neuropatici

vedi la traduzione Tradotto da SuperSmart - vedere l'originale

Hai bisogno di aiuto?

Telefono

Chiamaci:
+39 06 53 26 13 95
dalle 9:00 alle 18:00

Domande frequenti

Trova le risposte alle domande più frequenti

Modulo di contatto

Non riesci a trovare la risposta alla tua domanda sul sito e vuoi contattarci direttamente?
Scrivici
Pagamento protetto
32 anni di esperienza
Soddisfatti
o rimborsati
Invio rapido
Consultazione offerta